Satira: non spariamo "castate"

Il redivivo Francesco Rutelli si presenta in Campidoglio e dai banchi del Pd vibra perentorio: “Faremo un’opposizione civile ma esigente”. In prossimità dell’estate il centrosinistra chiede soprattutto aria condizionata funzionante in Aula Giulio Cesare e granite abbondanti al bar attiguo. Dal Copasir a Copacabana

Il Cavaliere Unto si prepara ad incontrare il quasi collega Ratzinger e intanto si concede a Radio Vaticana, entrando su un terreno a lui abbastanza familiare, quello della tv: “C’è una carenza della nostra radio e della nostra televisione nazionale, che è pagata attraverso il canone e quindi con i soldi di tutti e che invece è diventata una televisione commerciale come le televisioni private. La Rai – spiega Berlusconi – deve avere il compito di formare (pensa forse a Marzullo?), alla tv commerciale tocca invece il divertimento (di sicuro pensa al Tg4). Per la tv pubblica ci vogliono programmi di formazione, ma non nelle ore impossibili”. Brambilla, il piacere della (s)coperta

Il premier celeste, sempre a Radio Vaticana, aggiunge poi che tra Stato e Chiesa “è possibile il dialogo su ogni argomento. Le posizioni della Chiesa sono una ricchezza”. F-otto per mille

Intanto la Rai inaugura oggi una nuova sede di corrispondenza in Turchia, ad Istanbul. Subito Walter Ipno-Veltroni chiama il Cavaliere siderale e lo tenta: “Perché non ci mandiamo Santoro e Travaglio?”. F-ottomani

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO