Nelson Mandela, l'ultimo bollettino: "è grave, ma ci sono segni di miglioramento"

La famiglia sta decidendo il da farsi, il Premio Nobel è in ospedale da quasi un mese.

Oggi, 30 luglio 2013, è arrivato l'ultimo bollettino medico sulle condizioni del premio Nobel Nelson Mandela, ricoverato ormai da otto settimane in ospedale a Pretoria. Il governo sudafricano ha fatto sapere che le condizioni di Madiba restano gravi, ma i segni di miglioramento sono costanti.

Nessun riferimento, invece, su quanto diffuso dalla CBS a proposito di una piccola operazione che Mandela avrebbe subito per sbloccare il tubo della dialisi.

Non è in stato vegetativo: la smentita dei medici

Nella serata di giovedì 4 luglio 2013, France Presse ha citato una nota della presidenza sudafricana con cui viene smentito che Nelson Madela sia in stato vegetativo. Secondo i medici che lo curano l'ex presidente, seppur in condizioni critiche, non è nello stato in cui era stato definito da numerosi organi di stampa.

Nelson Mandela in vita grazie ai macchinari


L'agenzia France Presse, citando un documento, ha riportato che Nelson Mandela è in uno "stato vegetativo permanente ed è tenuto in vita da un macchinario che lo aiuta a respirare".

Il premio Nobel è ricoverato in ospedale a Pretoria da ormai quasi un mese, per l'aggravarsi di un'infezione polmonare.

Alla famiglia dell'ex presidente sudafricano i medici hanno consigliato "di spegnere le apparecchiature che lo tengono in vita". I parenti starebbero valutando il da farsi.

Il testo citato dall'agenzia risale al 26 giugno.

Aggiornamento di Arianna Ascione.

Foto | Getty Images

Nelson Mandela: lieve miglioramento, ma condizioni sempre critiche

29 giugno 2013

: il presidente del Sudafrica Zuma, in occasione del suo contro col presidente Barack Obama, ha aggiornato i cittadini sulla condizioni di salute di Nelson Mandela. Poche parole per dire che "le sue condizioni rimangono critiche, ma stabili":

Mi auguro Mandela possa uscire molto presto dall'ospedale.
15:00

- Dal Sudafrica arrivano notizie si un lieve miglioramento delle condizioni di Nelson Mandela che tuttavia restano critiche. Lo ha comunicato l'entourage del presidente Zuma.
Intanto il presidente degli Stati Uniti Barack Obama ha confermato la sua visita in Sudafrica di venerdì 28 giugno e ha definito Mandela "un eroe per il mondo" la cui eredità attraverserà il tempo.

13.00: sono centinaia, le persone radunate davanti all'ospedale di Pretoria. La famiglia di Nelson Mandela è al suo capezzale. Il triste annuncio del trapasso del premio Nobel per la pace potrebbe arrivare da un momento all'altro.

27 giugno 2013: Nelson Mandela è tenuto in vita artificialmente e respira solamente grazie alle macchine. Lo ha confermato Napilisi Mandela:

«E' una cosa cattiva ma che possiamo fare».


Le condizioni sono critiche, e il Presidente del Sudafrica, Jacob Zuma ha annullato un viaggio in Mozambico che si doveva tenere oggi.

Il presidente sudafricano Zuma, molto vicino a Mandela, fa sapere che le condizioni del leader sudafricano sono peggiorate. La comunicazione è stata confermata dalla figlia Makawize.

La famiglia Mandela ha parlato per la prima volta da quando Madiba è stato ricoverato in ospedale, due settimane fa. E' stata la figlia Makawize a parlare: "Tutto quello che posso fare come figlia è pregare che il passaggio sia tranquillo. Mio padre ha dato così tanto al mondo e credo sia sereno".

Sono parole molto eloquenti, lo spazio per una ripresa non c'è. Tutto il Sudafrica è ormai orientato serenamente all'ipotesi di "lasciarlo andare" e la famiglia ha chiesto con decisione di essere lasciata in pace dai media in modo da poter stare con Nelson Mandela almeno nel momento della morte, dopo che i 27 anni di prigionia lo hanno tenuto lontano dai suoi affetti per una così larga fetta della vita.

Mandela in condizioni critiche, domenica 23 giugno


Si sono aggravate le condizioni di Nelson Mandela, ricoverato da giorni per il peggiorare di un'infezione polmonare di cui soffre il leader sudafricano. Lo ha fatto sapere oggi Mac Maharaj, portavoce del presidente del Sudafrica Jacob Zuma, che puntualmente aggiorna i cittadini di tutto il Mondo sule condizioni di salute dell'uomo simbolo della lotta all'apartheid.

Fino a ieri si parlava di "gravi condizioni ma stabili", mentre oggi la situazione sembra essere precipitata, tanto da far parlare per la prima volta di condizioni critiche. Nella nota si legge che i medici "stanno facendo tutto il possibile" per fare in modo che le sue condizioni migliorino.

Mandela, il primo presidente a essere eletto in Sudafrica dopo la fine dell'apartheid nonché premio Nobel per la pace nel 1993, è ricoverato nell'ospedale di Pretoria dall'8 giugno scorso. Resta valido l'appello al rispetto della privacy del leader e della sua famiglia diramato nei giorni scorsi. Al capezzale di Mandela ci sono la moglie Graca Machel e il vicepresidente dell'African National Congress Cyril Ramaphosa.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 4 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO