Giornata Mondiale Gioventù 2013 | Appuntamento nel 2016 a Cracovia

Una Giornata mondiale della Gioventù 2013 attesissima. Ecco la lunga diretta della GMG, con tutti gli impegni del suo protagonista principale, Papa Francesco.


La Giornata Mondiale della Gioventù del 2016 si terrà a Cracovia, in Polonia. Lo ha annunciato Papa Francesco al termine della messa sul lungomare di Copacabana.

Cari giovani abbiamo un appuntamento nella prossima Giornata Mondiale della Gioventù, nel 2016, a Cracovia, in Polonia

Cracovia è la città di cui è stato arcivescovo Giovanni Paolo II, il creatore delle Gmg. Si conferma quindi l'intervallo di tre anni tra un'edizione e l'altra, stabilito proprio da Wojtyla quando, nel 2002 a Torontò, fissò l'edizione successiva a Cracovia nel 2005, e rispettato anche da Benedetto XVI che ha fissato le successiva Gmg nel 2008 e nel 2011. Quella di quest'anno si è tenuta con un anno di anticipo per non interferire con i Mondiali di calcio del prossimo anno in Brasile.

Il Papa: abbattete l'odio e la violenza


Davanti a 3 milioni di persone assiepate sul lungomare di Copacabana, per la messa conclusiva della Giornata Mondiale della Gioventù 2013, Papa Francesco si è rivolto ai giovani chiedendo di "sradicare e demolire il male e la violenza; per distruggere e abbattere le barriere dell' egoismo, dell'intolleranza e dell'odio; per edificare un mondo nuovo", facendo discepoli come Gesù.

Qual è lo strumento migliore per evangelizzare i giovani? Un altro giovane. Questa è la strada da percorrere

È stata una messa affollata anche sull'altare, perché a concelebrare con il Pontefice c'erano circa 60 cardinali, 1.500 vescovi e 11.000 sacerdoti.

"Gesù non ci tratta da schiavi, ma da uomini liberi, da amici, da fratelli e ci accompagna sempre in questa missione d'amore" ha detto il Papa.

Quando affrontiamo insieme le sfide allora siamo forti, scopriamo risorse che non sapevamo di avere.

In 3 milioni per la messa del Papa


Alle 15 ora italiana inizierà la messa di Papa Francesco che concluderà la Giornata Mondiale della Gioventù 2013, e sulla spiaggia di Copacabana si stanno raccogliendo secondo i media brasiliani non meno di 3 milioni di persone per quello che è l'evento finale della manifestazione. Il lungomare di Rio è gremito all'inverosimile.

Il Papa ha nuovamente attraversato Avenida Atlantica accompagnato da un fiume di persone, che per la maggior parte ha preso parte all'adorazione eucaristica seguita alla veglia di stanotte, sempre a Copacabana. Durante l'offertorio, il Santo Padre farà salire sull'altare una coppia brasiliana con la loro figlia anencefala, cioè nata priva di cervello. I due avrebbero potuto scegliere l'aborto, opzione prevista dalla legge brasiliana, ma hanno scelto di far nascere ugualmente la bambina. Il Papa ha incontrato la coppia nei giorni scorsi e ha deciso di portarla sull'altare per lanciare un messaggio contro l'aborto.

Papa Francesco in diretta da Copacabana (Video)

A Copacabana è in corso la Festa di accoglienza dei giovani, con una presenza imponente di fedeli (stimata intorno al milione di persone). Il contatto diretto che Papa Francesco aveva detto di volere con i cittadini brasiliani c'è stato ed è stato imponente. La sfilata sul meraviglioso lungomare di Copacabana è durata quasi un'ora, sessanta minuti in cui la Papamobile ha percorso i tre chilometri di spiaggia e si è fermata per dare modo al Santo Padre di salutare i bambini e benedire le persone presenti.

La festa dell'accoglienza della prima giornata mondiale della gioventù nel nuovo Pontefice è cominciata nel migliore nei modi, con canti e festeggiamenti durati oltre due ore. Papa Francesco, come da programma, ha poi preso la parola per un breve discorso:

Prima di venire in Brasile ho incontrato papa Benedetto e gli ho chiesto di accompagnarci con la preghiera nella GMG. Lui mi ha detto che lo avrebbe fatto e che avrebbe seguito alla tv, quindi ora lui ci sta guardando, facciamogli un grande applauso.

E, ancora,

Sono venuto anche io per essere confermato nella mia fede dall'entusiasmo della vostra fede. La fede del vescovo che deve risolvere i problemi si può rattristare. Che brutta cosa un vescovo triste.

Nel concludere il suo discorso, Papa Francesco ha spiegato ai fedeli che

la fede compie nella nostra vita una rivoluzione che potremmo chiamare copernicana, perché ci toglie dal centro e lo ridona a Dio; la fede ci immerge nel suo amore che ci dà sicurezza, forza, speranza. All’apparenza nulla cambia, ma nel più profondo di noi stessi tutto cambia. Nel nostro cuore dimora la pace, la dolcezza, la tenerezza, il coraggio, la serenità e la gioia, che sono i frutti dello Spirito Santo, e la nostra esistenza si trasforma, il nostro modo di pensare e di agire si rinnova, diventa il modo di pensare e agire di Gesù, di Dio.

GMG 2013: la visita alla favela

Papa Francesco, come vi abbiamo anticipato in mattinata, ha fatto tappa nella Comunità di Varginha, una baraccopoli pacificata a nord di Rio simbolo del Brasile che si ribella alle armi e alla droga. Una volta lì il Santo Padre ha scelto una baracca a caso e ha bussato per bersi un caffè insieme alla famiglia di venti persone che la occupava.

Il mio desiderio era di poter visitare tutti i rioni di questa Nazione. Avrei voluto bussare a ogni porta, dire 'buongiorno', chiedere un bicchiere di acqua fresca, prendere un 'cafezinho', parlare come ad amici di casa, ascoltare il cuore di ciascuno, dei genitori, dei figli, dei nonni... Ma il Brasile è così grande! E non e' possibile bussare a tutte le porte! Allora ho scelto di venire qui, di fare visita alla vostra Comunità che oggi rappresenta tutti i rioni del Brasile.

Nel breve ma importante discorso tenuto nella favela ha ringraziato tutti i cittadini brasiliani che l'hanno accolto con tanto amore e ha lanciato un appello affinché che ha potere si muova per realizzare un modo migliore:

Nessuno può rimanere insensibile alle disuguaglianze che ancora ci sono nel mondo! Ognuno, secondo le proprie possibilità e responsabilità, sappia offrire il suo contributo per mettere fine a tante ingiustizie sociali. Il popolo brasiliano, in particolare le persone più semplici, può offrire al mondo una preziosa lezione di solidarietà, una parola spesso dimenticata o taciuta, perchè scomoda. […] Non stancatevi di lavorare per un mondo più giusto e più solidale! Non è la cultura dell'egoismo, dell'individualismo, che spesso regola la nostra società, quella che costruisce e porta ad un mondo più abitabile, ma la cultura della solidarietà; vedere nell'altro non un concorrente o un numero, ma un fratello. Desidero incoraggiare gli sforzi che la società brasiliana sta facendo per integrare tutte le parti del suo corpo, anche le più sofferenti e bisognose, attraverso la lotta contro la fame e la miseria.

Papa Bergoglio ha concluso il suo discorso ricordando che

Nessuno sforzo di pacificazione sarà duraturo, non ci saranno armonia e felicità per una società che ignora, che mette ai margini e che abbandona nella periferia una parte di se stessa. Una società così semplicemente impoverisce se stessa, anzi perde qualcosa di essenziale per se stessa.

Visita all'ospedale Sao Francisco de Assis: "no alle droghe libere"

25 luglio 2013 - Prosegue sotto l'occhio vigile delle telecamere di tutto il Mondo il viaggio brasiliano di Papa Francesco in occasione dell'edizione 2013 della Giornata Mondiale della Gioventù. Di grande rilievo è stata la visita del pontefice all'ospedale Sao Francisco de Assis a Rio De Janeiro, una struttura specializzata nella cura dei tossicodipendenti.

Dopo aver incontrato i pazienti più gravi ospitati nell'ospedale, Papa Francesco ha speso qualche parola a proposito del grave problema del narcotraffico:

La piaga del narcotraffico, che favorisce violenza e semina dolore e morte, richiede un atto di coraggio di tutta la società.

Papa Bergoglio ha colto l'occasione anche per dire la sua sulla liberalizzazione delle droghe leggere, a cui si oppone fermamente:

Non è con la liberalizzazione delle droghe, come si sta discutendo in varie parti dell'America Latina, che si potrà ridurre la diffusione e l'influenza della dipendenza chimica. È necessario affrontare i problemi che sono alla base del loro uso, promuovendo una maggiore giustizia, educando i giovani ai valori che costruiscono la vita comune, accompagnando chi è in difficoltà e donando speranza nel futuro.

Questo quarto giorno si preannuncia ricco di impegni. Il tour di Jorge Mario Bergoglio è ripartito oggi dalla residenza privata di Sumaré alle 7.30 (le 12.30 italiane) per la celebrazione della messa, mentre alle 14.45 ora italiana è prevista la consegna delle chiavi della città al Papa e la benedizione delle bandiere ufficiali dei Giochi Olimpici e dei Mondiali di Calcio che si svolgeranno in Brasile nel 2016 e nel 2014

Successivamente il Santo Padre farà visita alla comunità Varginha, una vasta baraccopoli pacificata - senza né armi né droga - grazie a un programma di recupero governativo. Lì Papa Francesco incontrerà una famiglia e terrà un discorso. Poi, nella cattedrale di Rio, è in programma un incontro con alcuni ragazzi argentini.

Dopo pranzo raggiungerà Copacabana per una festa di accoglienza e un altro discorso, infine tornerà nella residenza di Sumarè per la cena e per la notte.

Papa Francesco al Santuario di Aparecida: le sue parole e le foto

Più di 200mila persone hanno sfidato la pioggia per assistere all'omelia di Papa Francesco al Santuario di Aparecida. In molti stanotte hanno dormito fuori dall'ingresso del santuario nonostante in questo periodo il Brasile sia stato investito da una inaspettata ondata di freddo.
Il pontefice è arrivato in aereo da Rio de Janeiro a San José dos Campos e poi da lì in elicottero si è diretto ad Aparecida. Quando è atterrato è salito su una jeep bianca e ha raggiunto il santuario mariano, uno dei più importanti al mondo per la devozione alla Vergine.

Il Papa ha iniziato l'omelia al Santuario di Aparecida dicendo:

"Quanta gioia mi dà venire alla casa della Madre di ogni brasiliano, il Santuario di Nostra Signora di Aparecida! Il giorno dopo la mia elezione a Vescovo di Roma ho visitato la Basilica di Santa Maria Maggiore a Roma, per affidare alla Madonna il mio ministero di Successore di Pietro. Oggi ho voluto venire qui per chiedere a Maria nostra Madre il buon esito della Giornata Mondiale della Gioventù e mettere ai suoi piedi la vita del popolo latinoamericano"

Poi il Pontefice ha spronato "i pastori del Popolo di Dio, i genitori e gli educatori a trasmettere ai nostri giovani i valori che li rendano artefici di una nazione e di un mondo più giusti, solidali e fraterni" e ha suggerito tra comportamenti: "mantenere la speranza, lasciarsi sorprendere da Dio, e vivere nella gioia".

GMG 2013: il programma di Papa Francesco del 24 luglio


La Giornata Mondiale della Gioventù 2013 si aperta è ufficialmente ieri sera con una messa sulla spiaggia di Copacabana dove ci sono stati oltre 500mila partecipanti che hanno sfidato la pioggia e il freddo della sera (in questi giorni di notte la temperatura scende intorno ai 12 gradi). Il rito è stato presieduto da Joao Orani Tempesta, arcivescovo di Rio de Janeiro, ed erano presenti altri 250 vescovi provenienti da tutto il mondo, incluso Tarcisio Bertone, segretario di Stato Vaticano.

Questa mattina il Papa si recherà in elicottero al Santuario di Nostra Signora della Concezione di Aparecida (dove ieri è stato disinnescato un ordigno) dove arriverà intorno alle 9:30, poi si fermerà per la venerazione dell’Immagine della Vergine nella Sala dei 12 Apostoli del Santuario e alle 10:00 celebrerà la Santa Messa. In seguito pranzerà con il seguito papale, i vescovi della Provincia e i seminaristi presso il Seminario Bon Jesús di Aparecida. Verso le 16 partirà in elicottero per tornare a Rio de Janeiro dove si recherà in visita presso l'Ospedale São Francisco de Assis na Providência.

Tantissimi fedeli sono arrivati già da 17 ore prima della messa al Santuario di Aparecida e si sono accampati con materassi, tende e coperte.
Intanto a mandare ulteriormente in tilt Rio de Janeiro ieri è stato un guasto della metropolitana dovuto al cedimento di un cavo elettrico dell'alimentatore principale. Molta gente ha dovuto raggiungere la spiaggia di Copacabana ieri sera a piedi o con gli autobus ed era diventato impossibile trovare un taxi disponibile.

Intanto, padre Federico Lombardi ha fatto sapere che il Papa non userà una jeep scoperta per andare all'Ospedale São Francisco per questioni di sicurezza, anche se il veicolo sarà utilizzato nei giorni successivi. Lo hanno deciso le autorità vaticane e brasiliane durante una riunione che si è tenuta nella residenza arcivescovile di Sumarè.
Nell'ospedale dedicato a San Francesco di Assisi sono ricoverate persone che hanno avuto problemi con alcol e droga e poveri che lì trovano assistenza sanitaria gratuita.

GMG 2013, 23 luglio: Papa Francesco, bagno di folla, scontri e una bomba disinnescata


23 luglio 2013: oggi è giornata di riposto, per Papa Francesco. L'unica, dell'intensa settimana dedicata alle celebrazioni della Giornata mondiale della gioventù 2013.

Ieri, il pontefice si è goduto il bagno di folla. Un bagno di folla anche troppo pressante, visto che, stando a quanto si apprende, sono completamente saltati i meccanismi di sicurezza e così, la piccola utilitaria scoperta su cui Bergoglio ha scelto di attraversare Rio De Janeiro, è stata più volte fermata dai pellegrini.

«Ho imparato che, per avere accesso al popolo brasiliano, bisogna entrare dal portale del suo immenso cuore; mi sia quindi permesso in questo momento di bussare delicatamente a questa porta per trascorrere questa settimana con voi. Io non ho né oro né argento, ma porto ciò che di più prezioso mi è stato dato: Gesù Cristo!».

ha detto Papa Francesco ai brasiliani. Continua, dunque, lo stile "sobrio" del pontefice.

Sarebbe stato disinnescato un ordigno, una "bomba artigianale" nel parcheggio del Santuario di Maria d'Aprecida in San Paolo (dove il pontefice è atteso mercoledì).

Proseguono, intanto, gli scontri fra i manifestanti antigovernativi e le forze dell'ordine.

GMG 2013, 22 luglio: Papa Francesco arriva a Rio De Janeiro


ore 22:25 Durante il percorso in Avenida Presidente Vargas de Rio, Papa Bergoglio ha baciato un bambino avvicinatogli dalla madre.

ore 22:08 Il corteo di Papa Bergoglio è giunto ora alla Cattedrale di Rio de Janeiro. Il Pontefice è salito su di un'auto scoperta dalla quale sta salutando la folla.

ore 22:04 L'auto di Papa Francesco è stata bloccata a più riprese dai pellegrini che volevano salutare il Pontefice.

ore 21:40 Coerente con la sua immagine di Pontefice sobrio e pragmatico, Papa Francesco è trasportato su una utilitaria della Fiat, prodotta in Brasile. Si tratta dell'automobile più piccola di tutto il corteo papale.

ore 21:37 Papa Francesco sta attraversando Rio de Janeiro su un'auto coperta, ma con i finestrini abbassati, dai quali saluta le persone accorse ad accoglierlo.

ore 21:26 Insieme con Papa Francesco sono scesi i tre cardinali del suo entourage, il segretario di Stato uscente, Tarcisio Bertone, il prefetto della congregazione per i Vescovi, il canadese Marc Ouellet, e il prefetto della congregazione per i religiosi, il brasiliano Joao Braz de Aviz.

ore 21:05 Marce militari accolgono Papa Francesco. Il protocollo lo prevede per tutti i capi di Stato, compreso quello del Vaticano.

ore 20:59 Nel suo primo viaggio fuori dall'Italia, Papa Bergoglio ha in programma di incontrare due stelle del calcio brasiliano del passato, Pelè e Zico, e due star emergenti, Neymar e Oscar.

ore 20:57 A Rio de Janeiro molte strade sono state chiuse per facilitare l'attraversamento delle vetture che condurranno il Papa nel centro cittadino.

ore 20:48 Il volo di Papa Francesco è atterrato all'areoporto Galeao di Rio de Janeiro pochi minuti fa. Ad attenderlo ai piedi dell'aereo la presdente brasiliana Dilma Roussef.

(D.M.)

22 luglio 2013, ore 8.30: Papa Francesco è partito per il Brasile da Roma Fiumicino: ad attenderlo, i giovani della Giornata Mondiale della Gioventù 2013. Ad accompagnarlo, invece, Enrico Letta e il Cardinal Bertone.
Il pontefice ha anche mandato un messaggio beneaugurante a Giorgio Napolitano.

Il programma della Giornata mondiale della gioventù 2013 è molto fitto. Papa Francesco partirà da Roma il 22 luglio in aereo, dall'aeroporto di Ciampino alla volta di Rio de Janeiro.

Sul sito ufficiale del Vaticano, un'ampia sezione dedicata al Viaggio Apostolico del Pontefice, offrirà le traduzioni degli eventi principali in arabo, francese, inglese, italiano, polacco, portoghese, spagnolo e tedesco.

Il viaggio in Brasile arriva dopo che il Paese sudamericano ha mostrato, nel corso della Confederations Cup, un volto poco conosciuto in Europa. Un volto di un paese dilaniato da contraddizioni evidenti e conflitti difficili da comprendere, che ora ospita, dopo la manifestazione sportiva (che peraltro prelude ai Mondiali di Calcio del 2014) il grande evento religioso che fa parte di una tradizione voluta da Giovanni Paolo II e proseguita dai suoi successori.

C'è già tensione fra Roma e Brasilia, perché il governo del Brasile vorrebbe poter intervenire nella declinazione degli impegni pontifici per ragioni di sicurezza, ma dal Vaticano hanno fatto sapere che nulla cambierà, rispetto al programma ufficiale.

Ed eccolo, dunque, il programma della Giornata mondiale della gioventù 2013. Con il Brasile ancora una volta in poche settimane al centro del mondo, dallo sport alla Chiesa cattolica, senza soluzione di continuità.

Continueranno anche le proteste?

GMG 2013, 22 luglio


Roma
08.45 Partenza in aereo dall’Aeroporto di Roma Ciampino per Rio de Janeiro

Rio de Janeiro
16.00 Accoglienza ufficiale all’Aeroporto Internazionale Galeão/Antonio Carlos Jobim di Rio de Janeiro
17.00 Cerimonia di benvenuto nel Giardino del Palazzo Guanabara di Rio de Janeiro Discorso del Santo Padre
17.40 Visita di cortesia al Presidente della Repubblica nel Palazzo Guanabara a Rio de Janeiro
Soggiorno privato nella Residenza di Sumaré a Rio de Janeiro


GMG 2013, 24 luglio


08.15 Partenza in elicottero dall’Eliporto di Sumaré al Santuario di Nostra Signora della Concezione di Aparecida
09.30 Arrivo all’Eliporto del Santuario di Nostra Signora della Concezione di Aparecida
10.00 Venerazione dell'Immagine della Vergine nella Sala dei 12 Apostoli del Santuario di Nostra Signora della Concezione di Aparecida
10.30 Santa Messa nella Basilica del Santuario di Nostra Signora della Concezione di Aparecida Omelia del Santo Padre
13.00 Pranzo con il Seguito Papale, i Vescovi della Provincia e i Seminaristi nel Seminario Bon Jesús di Aparecida
16.10 Partenza in elicottero dall’Eliporto del Santuario di Nostra Signora della Concezione di Aparecida per Rio de Janeiro
17.25 Arrivo all’Aeroporto Santos Dumont (III Comar) di Rio de Janeiro
18.30 Visita all'Ospedale São Francisco de Assis na Providência - V.O.T. a Rio de Janeiro Discorso del Santo Padre

GMG 2013, 25 luglio


07.30 Santa Messa in privato nella Residenza di Sumaré a Rio de Janeiro
09.45 Consegna delle chiavi della città al Santo Padre e Benedizione delle bandiere olimpiche nel Palazzo della Città a Rio de Janeiro
11.00 Visita alla Comunità di Varginha (Manguinhos) a Rio de Janeiro Discorso del Santo Padre
18.00 Festa di accoglienza dei giovani sul lungomare di Copacabana a Rio de Janeiro Saluto e Discorso del Santo Padre


GMG 2013, 26 luglio


07.30 Santa Messa in privato nella Residenza di Sumaré a Rio de Janeiro
10.00 Confessione di alcuni giovani della XXVIII GMG nel Parco della Quinta da Boa Vista a Rio de Janeiro
11.30 Breve incontro con alcuni giovani detenuti nel Palazzo Arcivescovile St. Joaquim a Rio de Janeiro
12.00 Preghiera dell'Angelus Domini dal Balcone centrale del Palazzo Arcivescovile St. Joaquim a Rio de Janeiro

Allocuzione del Santo Padre

12.15 Saluto al Comitato Organizzatore della XXVIII Giornata Mondiale della Gioventù e ai Benefattori nel Palazzo Arcivescovile St. Joaquim a Rio de Janeiro
13.00 Pranzo con i giovani nel Salone rotondo del Palazzo Arcivescovile St. Joaquim a Rio de Janeiro
18.00 Via Crucis con i giovani sul Lungomare di Copacabana a Rio de Janeiro Discorso del Santo Padre


GMG 2013, 27 luglio


09.00 Santa Messa con i Vescovi della XXVIII GMG e con i Sacerdoti, i Religiosi e i Seminaristi nella Cattedrale di San Sebastiano a Rio de Janeiro Omelia del Santo Padre
11.30 Incontro con la Classe Dirigente del Brasile nel Teatro Municipale a Rio de Janeiro Discorso del Santo Padre
13.30 Pranzo con i Cardinali del Brasile, la Presidenza della Conferenza Nazionale dei Vescovi del Brasile, i Vescovi della Regione e il Seguito Papale nel Grande Refettorio del Centro Studi di Sumaré a Rio de Janeiro
19.30 Veglia di preghiera con i giovani nel Campus Fidei a Guaratiba Discorso del Santo Padre

GMG 2013, Domenica 28 luglio 2013


10.00 Santa Messa per la XXVIII Giornata Mondiale della Gioventù nel Campus Fidei a Guaratiba Omelia del Santo Padre
Preghiera dell'Angelus Domini nel Campus Fidei a Guaratiba Allocuzione del Santo Padre
14.00 Pranzo con il Seguito Papale nel Refettorio del Centro Studi di Sumaré a Rio de Janeiro
16.00 Incontro con il Comitato di Coordinamento del CELAM nel Centro Studi di Sumaré a Rio de Janeiro Discorso del Santo Padre
16.40 Congedo dalla Residenza di Sumaré a Rio de Janeiro
17.30 Incontro con i Volontari della XXVIII GMG nel Padiglione 5 di Rio Centro a Rio de Janeiro Discorso del Santo Padre
18.30 Cerimonia di congedo all’Aeroporto Internazionale Galeão/Antonio Carlos Jobim di Rio de Janeiro Discorso del Santo Padre
19.00 Partenza in aereo dall’Aeroporto Internazionale Galeão/Antonio Carlos Jobim di Rio de Janeiro per Roma

GMG 2013, 29 luglio


Roma
11.30 Arrivo all’Aeroporto di Roma Ciampino
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO