Ryanair e la presa in giro di Angelino Alfano

"Una cosa la so", ma non sul caso Ablyazov

Non è la prima volta che Ryanair, la compagnia aerea low cost, prende di mira i politici: tempo fa aveva più volte bersagliato Silvio Berlusconi per le sue scappatelle (ovviamente da fare con i loro aerei), adesso è il turno di Angelino Alfano.

Il ministro degli Interni non sapeva nulla del caso Kazakistan che gli stava esplodendo tra i piedi (ragion per cui domani dovrà affrontare una mozione di sfiducia) o almeno così dice.

E proprio su questo punto mira Ryanair: "Una cosa la so", che non c'entra nulla con il caso Ablyazov, ma semmai con il ritorno nella sua terra nativa di Sicilia per le ferie estive che il buon Angelino riuscirà a conquistare tra non molto.

La nuova rotta pubblicizzata dalla compagnia è quella da Roma a Comiso (provincia di Ragusa), poco importa che invece il ministro e segretario del Popolo delle Libertà sia di Agrigento, ci sarà qualche auto blu che lo porterà a destinazione.

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO