Angelino Alfano "scopre" che Bossi non è più alleato del Pdl ... Berlusconi come don Falcuccio?

E questo sarebbe il segretario intelligente, colto, carismatico che, come disse l’altro giorno Silvio Berlusconi: ”Si mangia tutti gli altri segretari a colazione, a pranzo e a cena?”. Parliamo, evidentemente di Angelino Alfano che in una intervista al settimanale “Chi” afferma testualmente: “"Queste elezioni rappresentano i titoli di coda di un film che sta per chiudersi: Gli elettori ci vedranno senza la Lega al Nord".

Per Alfano, che domani incontrerà con Casini e Bersani il premier, questo è il "dazio altissimo" che il Pdl ha dovuto pagare per sostenere il governo di Mario Monti: "Abbiamo perso un alleato, sacrificando i nostri interessi per il bene dell’Italia. Certo, il Pd non ha sconquassato un’alleanza. Noi abbiamo lasciato Bossi senza guadagnare l’alleanza con Casini. Speriamo che i cittadini capiscano e ce lo riconoscano".

Un piccolo particolare, è Bossi che ha lasciato Berlusconi, non viceversa. Quindi, alle prossime amministrative il Pdl correrà senza Lega Nord. Anche secondo Angelino Alfano ormai la spaccatura con il Carroccio è insanabile. Ne è passata di acqua sotto i ponti da quando il “Ghe pensi mi” pronosticava per il suo partito la maggioranza assoluta! Ora, i sondaggi lo danno con l’acqua alla gola, attorno al 20%, poco più: una debacle mai subita da nessun altro partito in Italia in così poco tempo.

Berlusconi e il fido Angelino sono rimasti come Don Falcuccio ... Ecco perché stanno così avvinghiati a Monti. Dopo il ko delle urne grideranno in un sol coro che hanno pagato salato il loro alto senso di responsabilità verso lo Stato e verso gli italiani. Taca banda!

Vota l'articolo:
3.50 su 5.00 basato su 4 voti.  

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO