Immunità per le alte cariche. Vi presentiamo la bozza.

Sta giungendo alla fase finale di elaborazione il progetto di tutela delle alte cariche dello stato, comunemente definito "scudo" o "nuova immunità". Vediamo nel dettaglio come si presenta la bozza che sarà portata venerdì in Consiglio dei ministri dal Guardasigilli Angelino Alfano.

Innanzitutto la tutela riguarderà solo le quattro più alte cariche dello Stato, vale a dire i capi di stato e di governo, e i presidenti delle due camere; rispetto al testo del 2003 rimane quindi escluso il presidente della Corte Costituzionale in quanto privo di legittimazione elettorale. Dovrebbe altresì essere scartata l'ipotesi di includere i 15 membri della Corte, anche se per loro non si configura lo status di primus inter pares proprio del presidente.

Il cosiddetto Lodo Alfano prevederà per i soggetti di cui sopra una sospensione di eventuali processi per tutta la durata della carica, compresi gli eventuali intervalli dovuti a motivi tecnici (ad esempio un rimpasto di governo). Entrerà così in vigore una sorta di "congelamento" del procedimento che si estenderà naturalmente anche ai tempi di prescrizione. In altre parole il tempo di congelamento non sarà calcolato ai fini della prescrizione, impedendo così alla parte in causa di tirare a campare in attesa che le accuse decadano per motivi temporali.

L'altra novità rispetto al Lodo Schifani sarà la possibilità per le alte cariche di rinunciare allo scudo (nella vecchia proposta entrava in vigore automaticamente) al fine di tutelare la propria onorabilità. Si tratterà dunque di una scelta discrezionale.

Tutto il provvedimento non seguirà più l'iter di revisione costituzionale, ma verrà presentato come legge ordinaria, recependo così le indicazioni espresse dalla Corte Costituzionale nel 2004. Questo servirà anche per marcare in certo qual modo la distanza da tutte le precedenti leggi e proposte di immunità parlamentare cui, per usare le stesse parole di Alfano, "questa norma non è paragonabile". Sempre per venire incontro alla Consulta dovrà essere anche stabilito un tempo massimo di durata dello scudo, presumibilmente una legislatura, anche qui per evitare "furbate".

Il disegno di legge che uscirà dal Cdm di venerdì sarà quasi certamente sottoposto all'esame parlamentare subito dopo l'estate.

  • shares
  • +1
  • Mail
25 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO