Denuncia ai vertici dello Stato: l'avvocato Paola Musu di Cagliari contro Napolitano e Monti (ma non solo)

Paola Musu denuncia vertici dello Stato

L'avvocato di Cagliari Paola Musu ha denunciato il Presidente della Repubblica, il Presidente del Consiglio, i Ministri, i membri del Parlamento e tutte le persone che si dovessero verificare come coinvolte, per i seguenti reati:

241 codice penale: attentato contro integrità, indipendenza unità dello Stato Italiano
270 cp: associazioni sovversive
283 cp: attentato contro la Costituzione dello Stato Italiano
287 cp: usurpazione di potere politico
289 cp: attentato contro gli organi costituzionali
294 cp: attentato contro i diritti del cittadino
304 cp: cospirazione politica mediante accordo
305 cp: cospirazione politica mediante associazione

La denuncia dell'Avvocato (che si può leggere integralmente dopo il salto) contiene anche un'accorata difesa della Costituzione Italiana e si rivolge non solo al Governo e alle Istituzioni attualmente in carica (Napolitano e Monti, dunque), ma a tutti coloro che, dal 1992 ad oggi, secondo l'Avvocato hanno

«consegnato la sovranità del popolo italiano in materia di politica monetaria, economica e fiscale […] e, con essa, la sostanza essenziale ed intangibile della sovranità popolare, nelle mani di organismi esterni alla Repubblica (BCE, SEBC, Commissione), di struttura e composizione prettamente oligarchica e privi di alcun fondamento democratico e, tanto meno, repubblicano e senza che il popolo vi abbia mai manifestato espresso e formale consenso».

La dovizia di riferimenti della Musu è a prova di accusa di farneticazioni, ovviamente. Certo: l'accusa sembra difficilmente sostenibile, ma l'impianto della denuncia contiene in sé una straordinaria forza di provocazione politica, prima ancora che giuridica.

Ce n'è anche per il Governo attuale.

L'ultimo atto di questa operazione di svuotamento delle istituzioni sarebbe, infatti, secondo la Musu, da rilevarsi

«in un chiaro ed evidente sovvertimento dello impianto repubblicano e democratico dello Stato, in quanto la sovranità popolare ed il Parlamento ne risultano totalmente svuotati di contenuto ed il cui culmine è stata la recente destituzione di un governo, ultima espressione di una sovranità popolare di cui è rimasto solo il nome, avvenuta in modo del tutto "anomalo" e Totalmente al di fuori dai principi e dalle norme previste nel nostro ordinamento, nonché in aperta violazione dell'art.94 della Costituzione, oltre che illegittimamente sostituito con un "soggetto" che rappresenta, già solo nella persona del Presidente del Consiglio, una chiara espressione della già citata oligarchia»

E' evidente, purtroppo, che gli anti-complottisti cercheranno di relegare le tesi dell'avvocato al "complotto", appunto. Ma i riferimenti alla Trilateral Commission, ad Aspen Institute, alla Bilderberg, non dovrebbero trarre in inganno: non è che per il solo fatto di citare nomi altisonanti - e spesso ricorrenti nelle "teorie del complotto" - si diventi automaticamente complottisti.

La denuncia della Musu, anzi, è tutta da leggere e, in un Paese "normale" sarebbe un testo fondamentale per una sana riflessione politica.

Denuncia in Procura Del 2 Aprile 2012

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 700 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
19 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO