L'esercito di Silvio e la raccolta firme per l'amnistia a Berlusconi

Non sono in grado di capire una sentenza, ma sono pronti a scrivere una legge per salvare il Cavaliere. Riusciranno i soldati nell'impresa?

Dopo la figuraccia fatta nel giorno della sentenza Mediaset, quando capirono male le parole del giudice e iniziarono grandi festeggiamenti poi precipitosamente ritirati, ci si sarebbe aspettati che Simone Furlan e i suoi prodi soldati dell'Esercito di Silvio si rintanassero per qualche tempo, in modo che l'Italia intera avesse tempo di dimenticare la loro pessima figura.

Con uno sprezzo del pericolo che invece si addice a dei veri soldati, eccoli che pochi giorni dopo ritornano all'assalto, sempre con l'unico scopo di salvare in qualche modo il Cavaliere. Entrando così, non invitati, nel dibattito sul possibile salvacondotto per Berlusconi. Di che si tratta? Niente di meno che di una legge popolare per varare l'amnistia ad personam. Che razza di legge possa mai essere questa lo spiega proprio Furlan, annunciando che a settembre partirà la raccolta firme:

"Stiamo studiando una proposta di legge, chiederemo anche consigli al ministro della Giustizia Cancellieri, che poi presenteremo a settembre ai cittadini per la raccolta firme. Contiamo che grazie al nostro lavoro capillare sul territorio dei reggimenti raggiungeremo presto le 50 mila firme necessarie per portare la proposta alle Camere"

I consigli del ministro saranno ben accetti, visto che è difficile capire come possano studiare una proposta di legge persone che non sono nemmeno in grado di capire una sentenza (ok, il momento è stato concitato per tutti), ma la cosa non spaventa i "reggimenti". Pronti a invadere l'intera penisola armati di fogli e penne. Importante sottolineare come l'amnistia è sì per Berlusconi (non è che l'esercito di Silvio si occupi d'altro), ma - en passant - farebbe del bene anche all'Italia intera, visti i tribunali "ingolfati da troppe cause civili".

"Questa non è una battaglia di destra o di sinistra, ma è una battaglia di tutti gli italiani, è un atto di pacificazione, l'unica strada per pacificare il paese, e ci auguriamo che tutti i partiti la possano condividere".

L'esercito di Silvio vuole la pacificazione dell'Italia. Forse non hanno ancora le idee molto chiare sul loro ruolo, tra le altre cose.

  • shares
  • +1
  • Mail
4 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO