F35: le 75mila firme contro i nuovi aerei da guerra e la pubblicità della Lockheed

il caccia f35

La guerra contro l'acquisto di decine di nuovi aerei da guerra, gli F 35, è partita da diversi anni, più o meno da quando, nel 1996, il Governo Prodi decise che era necessario modernizzare la nostra flotta aerea. Una scelta condivisa anche dai successivi presidenti del Consiglio e non del tutto sconfessata neppure del tagliatore Monti.

La domanda che è sempre stata posta da chi contesta questa spesa - che ieri è stata formalizzata con la presentazione in Parlamento di 75mila firme - riguarda l'utilità e l'opportunità, soprattutto in tempo di crisi e di tagli alla sanità, di dotarsi di nuovi mezzi volanti da guerra. Non è chiaro per quale ragione investire decine di miliardi di euro in caccia bombardieri di ultima generazione quando, per fortuna, non ci sono minacce dirette da contrastare e la guerra fredda è finita da un bel pezzo.

I 75.000 cittadini che hanno firmato, insieme a 650 associazioni e 50 Enti locali, in sostegno della campagna Taglia le ali alle armi, promossa da Rete Italiana per il Disarmo, Sbilanciamoci! e Tavola della Pace, non hanno dubbi sul fatto che questi soldi potrebbero essere investiti molto meglio.

Quello del caccia F-35 è un programma che ad oggi ci è costato già 2,7 miliardi di euro ne costerà - in caso di acquisto di 131 aerei - almeno altri 15 solo per l’acquisto dei velivoli, che potrebbero scendere a 10/12 miliardi con una riduzione a 90 (il prezzo unitario si alzerà, secondo l'azienda produttrice Lockheed Martin). Complessivamente arriveremo arrivando ad un impatto tra i 15 e i 20 miliardi nei prossimi anni.

Stranamente, o forse no, a Monti e agli altri professori non è venuto in mente di cancellare del tutto questo tipo di spese, come minimo estemporanee (anzi, pare che gli investimenti nei droni senza pilota continuino alla grande).

Nel dubbio però, per essere più tranquilli, quella della Lockheed hanno lanciato una campagna pubblicitaria per decantare le doti e l'utilità del caccia F 35, che qualche settimana fa è comparsa anche sui quotidiani italiani. Per ogni stato coinvolto nell'affare sono state preparati slogan e testi che esaltano l'importanza e la necessità di dotarsi di un F35. La cosa singolare è che, mettendo insieme i vari spot pubblicitari, si ottiene l'effetto opposto e viene da domandarsi come possano tutti questi paesi, da Israele alla Turchia, dall'Italia all'Inghilterra, dalla Turchia alla Norvegia, avere le stesse esigenze di difesa e quindi lo stesso bisogno di dotarsi di potenti mezzi da guerra aerea. Nella pagina italiana viene chiarito che l'F35 Lightning II è l'unico velivolo di quinta generazione in grado di garantire la sicurezza delle nuove generazioni. Come caccia stealth multiruolo offre prestazioni senza precedenti. Dotato delle tecnologie più innovative al mondo, l'F35 è la migliore garanzia di sicurezza e protezione per il futuro.

Voi che ne dite, ve lo comprereste un F35 per stare più tranquilli?

il caccia f35 il caccia f35 il caccia f35

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 14 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
6 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO