Mitt Romney e il video rubato. I poveri, Obama e gli elettori che «non pagano le tasse»

Mitt Romney ha abituato i suoi elettori e i suoi detrattori a una serie di gaffe mica da ridere, quindi questa è soltanto l'ennesima. Certo, la dinamica è un po' diversa.

Questa volta, il candidato repubblicano è a tavola con un gruppetto di finanziatori della sua campagna elettorale. E tira fuori, senza filtri, tutto quel che pensa di Obama, della campagna elettorale, di tutti coloro che voteranno Obama.

Oltre ad una serie di perle niente male:

«Se [Obama, ndr] fosse nato da genitori messicani, avrei più possibilità di vincere»

E ancora, sulle proprie origini:

«C'è la percezione che siamo nati con un cucchiaio d'argento in mano, che io non abbia mai dovuto guadagnarmi niente e così via. E' vero: sono nato con un cucchiaio d'argento, il più gran regalo che tu possa avere: essere nato in America»

Sana retorica americana? Non solo. Il bello deve ancora venire.

E' quando Romney parla degli elettori di Obama che dà il meglio di sé:

«C'è un 47% che voteranno per il Presidente, non importa cosa faccia. Ok, c'è il 47% con lui, che dipendono dal governo, che pensano di essere vittime, che pensano che il governo abbia la resmposabilità di prendersi cura di loro, che credono che debbano ricevere assistenza sanitaria, cibo, case, quel-che-pare-loro. [...] Sono loro che voteranno per il Presidente senza se e senza ma. Sono persone che non pagano le tasse».

  • shares
  • +1
  • Mail
9 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO