Matteo Renzi alla Camera: "Al vertice Ue per parlare di Ucraina, competitività, energia, clima, lavoro"

Domani il Premier al Consiglio Europeo.

Matteo Renzi ha riferito alla Camera su quelli che saranno i temi che affronterà nel corso del Consiglio europeo di domani a Bruxelles e nel pomeriggio è atteso al Senato.
Intanto ai deputati il Premier ha illustrato quelli che saranno i temi principali del vertice Ue e cioè la crisi in Ucraina, la competitività industriale, l'energia, il clima e l'occupazione.

Per quanto riguarda la questione Ucraina, Renzi ha ribadito che l'Italia considera illegittimo il referendum che ha decretato l'annessione della Crimea alla Russia, tuttavia occorre tenere aperto il dialogo con la Russia.

Sulla scarsa competitività industriale Renzi ha detto che essa non è un problema solo italiano, ma europeo in generale, anche se per il nostro Paese esisteva già da prima che iniziasse la crisi vera e propria.
Il Presidente del Consiglio ha anche citato una frase che gli ha detto di recente l'ex Presidente del Brasile Lula e cioè:

"Non ho mai visto l'Europa e i suoi stati così rassegnati, pessimisti e stanchi"

Da qui ha preso spunto per parlare dell'Europa sottolineando come ci sia il rischio che, a causa della evidente difficoltà dell'Ue, si facciano sempre più strada partiti populisti e antieuropeisti. Bisogna dunque, secondo Renzi, scongiurare una deriva burocratica e tecnocratica dell'Europa che non è avvertito solo da "questo governo o da questo Parlamento, ma è dentro, insito, nell'animo e nel cuore di chi da anni si batte per un'Europa degna di questo nome"

Il Premier ha così ricordato gli importanti appuntamenti che attendono l'Italia a livello Europeo e cioè le elezioni di maggio e poi il semestre di presidenza italiana che secondo lui deve essere sfruttato per svolgere approfondimenti specifici e settoriali e per lanciare alcune sfide innovative. Renzi ha concluso il suo lungo discorso con una frase ad effetto:

"Per avere più euro in tasca occorre avere più Europa nelle nostre istituzioni"

La Camera ha approvato la politica europea di Renzi votando sì a una mozione presentata dalla maggioranza in favore del governo (292 voti positivi contro 169 no). L'ok è arrivato da Pd, Ncd, Pi, Sc, Udc, Psi, Csi e Svp, mentre F1, M5S, Sel, Lega e FdI hanno votato no.
Anche il Senato ha approvato la risoluzione della maggioranza sulle comunicazioni di Renzi in vista del Consiglio europeo di domani: a Palazzo Madama sono arrivati 195 sì e 92 no, mentre due senatori si sono attenuti. Sono state invece respinte le risoluzioni di Lega, Sel e M5S.

    Non dimenticate di scaricare la Blogo App, per essere sempre aggiornati sui nostri contenuti. È disponibile su App Store e su Google Play ed è gratuita.

Matteo Renzi in Parlamento prima di vertice UE

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO