Elezioni Europee 2014, Italia. Risultati definitivi: Pd al 40,81%, M5S al 21,15%. Tsipras e NCD oltre il 4%

Elezioni Europee 2014, i risultati definitivi raccontano il trionfo del Partito Democratico su Grillo, 20 punti di distacco. Forza Italia al 16,8%, superano il 4% sia NCD di Alfano e per un soffio la Lista Tsipras.

13.00

Ecco i dati finali e definitivi, comprensivi di tutti i seggi in Italia e del voto degli italiani all'estero:

PARTITO DEMOCRATICO 11.203.231 voti 40,81% 32 seggi
MOVIMENTO 5 STELLE BEPPEGRILLO.IT 5.807.362 voti 21,15% 17 seggi
FORZA ITALIA 4.614.364 voti 16,81% 13 seggi
LEGA NORD-DIE FREIHEITLICHEN-BASTA €URO 1.688.197 voti 6,15% 5 seggi
NUOVO CENTRO DESTRA - UDC 1.202.350 voti 4,38% 3 seggi
L'ALTRA EUROPA CON TSIPRAS 1.108.457 voti 4,03% 3 seggi
FRATELLI D'ITALIA - ALLEANZA NAZIONALE 1.006.513 voti 3,66%
VERDI EUROPEI-GREEN ITALIA 250.102 voti 0,91%
ITALIA DEI VALORI 181.373 voti 0,66%
SVP 138.037 voti 0,50%
IO CAMBIO - MAIE 50.978 voti 0,18%

Schede bianche 665.131 2,29 %
Schede nulle 1.113.225 3,83 %
Schede contestate e non assegnate 4.373 0,01 %
12.56

Mancano solo due seggi all'estero e poi si avrà il quadro definitivo del voto degli italiani. Il Pd al 40,81% con 11.202.796 di voti.

12.08 La conferenza stampa di Renzi in diretta da Palazzo Chigi.

12.00 Ecco la ripartizione dei seggi: 31 per il Pd, 17 per M5S, 13 per FI, Lega 5, NCd 3, Altra Europa 3, SVP 1.

seggi620

11.53 Iniziata adesso la conferenza di Renzi: "Primo segnale la buona affluenza, l'Italia incide nel percorso europeo, avverto questa responsabilità. Non è un referendum sul governo, non è un voto su di me ma un voto di speranza, per cambiare".

11.30 Sta per parlare in conferenza stampa Matteo Renzi, qui la nostra diretta.

11.17 Ecco i dati definitivi, con tutte le sezioni italiane.

PD 40,81%
M5S 21,16%
FI 16,82%
Lega 6,16%
Ncd-Udc 4,38%
L'Altra Europa 4,03%

Non superano la soglia di sbarramento:

FdI 3,66%
Verdi Europei 0,89%
Scelta Europea 0,71%
Idv 0,65%
SVP 0,50%
Io cambio-Maie 0,17%.

Per completare il quadro mancano alcune comunicazioni dai seggi all'estero.

11.10 E' arrivato il primo commento, poetico, di Beppe Grillo dopo il flop del M5S. L'ex comico genovese questa mattina era uscito di casa mimando una pugnalata al cuore.

11.00 Mancano solo 2 sezioni, pervenute 61.590 su 61.592:

risultati-26

Per quanto riguarda il voto degli italiani all'estero, con 409 comunicazioni su 440, 38,8% per il Pd, 18,6% per M5S, 11,3% per Forza Italia, 7% per Tsipras, 6% per i Verdi Europei, 3% per Ncd. Staccata la Lega al 2%.

10.00 Perché il Movimento 5 Stelle ha perso? Ecco alcuni motivi della sconfitta.

9.55 Anche Pierluigi Bersani commenta la vittoria di Renzi:

Il premier, che ieri su Twitter si è detto "commosso", dovrebbe parlare in conferenza stampa attorno alle 12.

9.44

Quando mancano sole 40 sezioni, i risultati ufficiali del Viminale:

PARTITO DEMOCRATICO 11.162.957 voti, 40,81%
MOVIMENTO 5 STELLE BEPPEGRILLO.IT 5.787.258 voti, 21,16%
FORZA ITALIA 4.600.274 voti, 16,82%
LEGA NORD-DIE FREIHEITLICHEN-BASTA €URO 1.686.245 voti, 6,16%
NUOVO CENTRO DESTRA - UDC 1.199.252 voti, 4,38%
L'ALTRA EUROPA CON TSIPRAS 1.102.460 voti, 4,03%
FRATELLI D'ITALIA - ALLEANZA NAZIONALE 1.002.868 voti, 3,66%
8.55

Italia, 61.526 su sezioni 61.592.

risultati-845

6.42 La Lista Tsipras ha ufficialmente annunciato di aver superato il 4% che gli consente di avere dei propri eletti al Parlamento Europeo. Appena 0,04% oltre la soglia di sbarramento.

Ad oltre 7 ore dalla chiusura dei seggi mancano ancora un pugno di sezioni, in Italia siamo a 60.878 su 61.592, all'estero a 195 su 440, ma il risultato è delineato.

PD 40,92%
M5S 21,10%
FORZA ITALIA 16,73%
LEGA NORD 6,21%
NCD 4,36%
LISTA TSIPRAS 4,O4%
FRATELLI D'ITALIA 3,64%
VERDI 0,90%
SCELTA EUROPEA 0,71%
ITALIA DEI VALORI 0,65%

3.23 Ecco le ultime proiezioni, su campione del 98%, di EMG per La7. PD al 41,5%, M5S al 21.3%, Forza Italia al 16,4%. La notizia sarebbero le due "inclusioni" di NCD e Lista Tsipras che supererebbero al pelo il 4%. Non resterà che attendere il conteggio ufficiale dei voti, ma servirà il termine dello scrutinio (non preventivabile prima delle luci dell'alba) per la certezza.

Schermata 2014-05-26 alle 03.23.13

3.12 Il risultato è ormai delineato. A metà dello scrutinio dei dati reali la vittoria del Partito Democratico di Matteo Renzi. I dati con 32.011 sezioni su 61.592 ricalcano quelli delle ultime proiezioni. Restano ancora due dubbi e riguardano la soglia del 4%. Il Nuovo Centro Destra di Alfano e la Lista Tsipras viaggiano pericolosamente vicini allo sbarramento e rischiano di rimanere esclusi dalla divisione dei seggi riservati all'Italia. Serviranno ancora diverse ore per avere un verdetto definitivo anche se c'è da dire che tutte le ultime proiezioni (su campione molto esteso, vicino all'80%) danno sopra il 4% le due liste. Il dato definitivo è quello dell'affluenza con un 57,20% di votanti rispetto al 65,87% del 2009.

Schermata 2014-05-26 alle 03.14.43

01.54 La quinta proiezione della Rai, con una copertura del 60%.

rai-60

01.34 Tweet di Matteo Renzi per celebrare la nettissima vittoria del Pd

01.23

Nuova proiezione Rai con il 45% di copertura del campione, e il dato non cambia molto: Pd al 41,8%; M5S al 21,6%; Forza Italia al 16,3%.

rai-45

00.45 Affluenza quasi definitiva al 58,37%

00.28 Nuove proiezioni di Sky, con copertura del campione al 50%. Pd al 40%, M5S al 22%, Forza Italia al 16%.

Schermata 2014-05-26 alle 00.26.42

Schermata 2014-05-26 alle 00.26.24

00.18 Nuove proiezioni per Rai News, con copertura del campione al 20%: Pd 41,4; M5S al 22,4%; Forza Italia al 15,7%; Lega Nord 6,1%; Lista Tsipras 4,1%; Ncd-Udc 3,9%.

seconda-proiezione

00.10 Sky ha fatto le medie delle proiezioni dei vari istituti: PD 37,6%; M5S 24,3%; Forza Italia 16,6%

00.08 Ecco le proiezioni Swg per Sky

Schermata 2014-05-26 alle 00.02.01

Schermata 2014-05-26 alle 00.02.16

23.57 Prime proiezioni Rai/Ipr col 10% di copertura del campione:

PD 40,2%
M5S 23,1%
Forza Italia 18,0%
Lega Nord 6,5%
NCD UCD 4,0%
ALTRA EUROPA 4,0%
Fratelli d'Italia/AN 3,6%
Verdi Europei 0,8%

23.47 Nuovi exit poll di Emg: Pd 34,5; M5S 25,5; Forza Italia 17%; Lega Nord 6,5%, Lista Tsipras 4,5%, Ncd-Udc 4,5; Fratelli d'Italia 3,5%

23.30 Con 1.600 comuni su 8mila che hanno fornito i dati, l'affluenza alle ore 23 è del 53,7%.
exit poll 1

exit poll 2

23.16 Ecco gli exit poll completi di Emg e di seguito la proiezione dei seggi basati su questi exit poll (da prendere con le pinze).

23.11

Ecco gli altri exit poll che sono usciti:

INTENTION POLL PIEPOLI-COESIS: PD 29,5-32,5% M5S 25-28% FI 18-20%

IPR RAI: PD 29,4-33 - M5S 26-29 - FI 16,5-19,5

23.00 Ecco i risultati dei primi exit poll di Emg per La7: il Pd al 33%, il M5S al 26,5, Forza Italia al 18%.

21.57: i dati sono definitivi. Alle 19 ha votato il 42,14% degli aventi diritto. I prossimi dati, gli ultimi, saranno diffusi a partire dalle 23, quando le operazioni di voto termineranno e comincerà lo spoglio. Questo il dettaglio suddiviso per province:

Piemonte
Alessandria: 49,68%
Asti: 48,68%
Cuneo: 51,51%
Novara: 49,96%
Torino: 50,59%
Vercelli: 52,11%
Biella: 53,03%
Verbano-Cusio-Ossola: 48,90%

Valle d’Aosta
Aosta: 37,49%

Lombardia
Bergamo: 54,84
Brescia: 53,88%
Como: 48,90%
Cremona: 55,09%
Mantova: 47,51%
Milano: 48,30%
Pavia: 49,46%
Sondrio: 45,21%
Varese: 47,97%
Lecco: 52,29%
Lodi: 55,34%
Monza e Brianza: 49,17%

Liguria
Genova: 45,26%
Imperia: 48,56%
La Spezia: 45,44%
Savona: 51,24%

Trentino-Alto Adige
Bolzano: 37,41%
Trento: 33,84%

Veneto
Belluno: 39,67%
Padova: 49,48%
Rovigo: 46,16%
Treviso: 42,94%
Venezia: 42,15%
Verona: 46,91%
Vicenza: 48,79%

Friuli-Venezia Giulia
Gorizia: 43,27%
Udine: 44,39%
Trieste: 38,47%
Pordenone: 40,80%

Emilia Romagna
Bologna: 53,39%
Ferrara: 52,29%
Forlì-Cesena
Modena: 54,66%
Parma: 48,49%
Piacenza: 49,70%
Ravenna: 51,02%
Reggio Nell’Emilia: 55,17%
Rimini: 48,13%

Toscana
Arezzo: 50,09%
Firenze: 53,06%
Grosseto: 48,77%
Livorno: 51,05%
Lucca: 41,37%
Massa-Carrara: 39,62%
Pisa: 48,65%
Pistoia: 47,86%
Siena: 53,21%
Prato: 51,19%

Umbria
Perugia: 51,70%
Terni: 50,79%

Marche
Ancona: 45,21%
Ascoli Piceno: 49,72%
Macerata: 43,91%
Pesaro e Urbino: 53,59%
Fermo: 42,50%

Lazio
Frosinone: 40,93%
Latina: 38,96%
Rieti: 47,25%
Roma: 38,44%
Viterbo: 45,63%

Abruzzo
Chieti: 44,87%
L’Aquila: 42,23%
Pescara: 49,61%
Teramo: 51,90%

Molise
Campobasso: 41,43%
Isernia: 35,50%

Campania
Avellino: 39,38%
Benevento: 37,34%
Caserta: 34,38%
Napoli: 32,01%
Salerno: 35,62%

Puglia
Bari: 36,55%
Brindisi: 33,56%
Foggia: 38,86%
Lecce: 33,33%
Taranto: 28,87%
Barletta-Andria-Trani: 26,47%

Basilicata
Matera: 29,23%
Potenza: 34,01%

Calabria
Catanzaro: 30,49%
Cosenza: 36,38%
Reggio Calabria: 27,31%
Crotone: 29,90%
Vibo Valentia: 31,32%

Sicilia
Agrigento: 26,55%
Caltanissetta: 31,30%
Catania: 29,22%
Enna: 22,95%
Messina: 28,13%
Palermo: 29,63%
Ragusa: 25,54%
Siracusa: 27,26%
Trapani: 29,72%

Sardegna
Cagliari: 28,61%
Nuoro: 24,61%
Sassari: 37,84%
Oristano: 25,77&
Carbonia-Iglesias: 24,94%
Medio Campidano: 31,62%
Ogliastra: 31,26%
Oblia-Tempio: 24,51%

21.10: 6 mila comuni hanno fornito i dati relativi all’affluenza, confermando la percentuale già emersa coi parziali precedenti. Alle 19 soltanto il 41,56% degli aventi diritto si è recato a votare per eleggere i membri del Parlamento Europeo.

20.44: circa la metà dei comuni ha fornito i propri dati e l’affluenza delle ore 19 si ferma al 41,82%. A breve i dati definitivi.

20.31: il Molise ha già fornito tutti i dati. Gli elettori, alle 19, sono stati il 39,73% del totale.

20.10: clamorosa gaffe de La Repubblica, che si è portata avanti col lavoro pubblicando gli exit poll, gli instant poll e addirittura la proiezione delle 00.15 che danno il PD in testa seguito da M5S e Forza Italia. La svista è stata corretta, ma gli screenshot restano.

20.00: 2.400 comuni e i dati generali dell’affluenza alle 19 scende di un paio di punti, arrivando al 41%.

19.50: a poche ore dalla chiusura dei seggi in Italia, alle 23 di oggi, a Roma è scattata l’emergenza dopo che molti elettori si sono presentati a votare con la tessera elettorale completa. Qui tutti i dettagli.

19.36: i dati provvisori, relativi a circa 2 mila comuni su un totale di 8.057, confermano un’affluenza al 43%.

19.09 Secondo i primi dati parziali che arrivano dal ministero degli Interni l'affluenza alle ore 19 per le elezioni europee è stata del 34%, ma si tratta ancora di dati parziali.

17.00: Beppe Grillo oggi ha votato a Sant’Ilario e al suo arrivo, insieme alla moglie, ha speso qualche parola coi cronisti presenti:

Secondo i sondaggi siamo lì lì con il Pd, ma non voglio fare previsioni. Per noi vincere è anche prendere un voto in più del Pd. Sulle regionali di Piemonte e Abruzzo sono fiducioso, abbiamo ottimi candidati. La questione morale la stiamo portando avanti noi del Movimento 5 Stelle. Questa è una bellissima cosa e lo ha riconosciuto l’avvocato di Berlinguer. Ci ha scritto una bellissima lettera dicendo che noi siamo la continuità con la questione morale dell’ex segretario del Pci.

Alle 12 affluenza al 16,67%

15.14

: e finalmente ecco arrivare i dati definitivi dell’affluenza alle ore 12, divisi per provincia. In totale è andato a votare il 16,67% degli aventi diritto. I prossimi dati sull’affluenza, come al solito, saranno diffusi a partire dalle 19.00.

Piemonte
Alessandria: 20,76%
Asti: 19,58%
Cuneo: 20,80%
Novara: 20,06%
Torino: 19,42%
Vercelli: 21,58%
Biella: 20,83%
Verbano-Cusio-Ossola: 20,01%

Valle d’Aosta
Aosta: 14,87%

Lombardia
Bergamo: 23,85%
Brescia: 23,30%
Como: 19,36%
Cremona:23,95%
Mantova: 20,88%
Milano: 18,70%
Pavia: 20,27%
Sondrio: 19,18%
Varese: 18,70%
Lecco: 22,06%
Lodi: 24,70%
Monza e Brianza: 19,03%

Liguria
Genova: 19,42%
Imperia: 20,23%
La Spezia: 19,09%
Savona: 21,83%

Trentino-Alto Adige
Bolzano: 15,71%
Trento: 13,66%

Veneto
Belluno: 17,03%
Padova: 20,82%
Rovigo: 20,03%
Treviso: 17,54%
Venezia: 17,48%
Verona: 19,61%
Vicenza: 20,13%

Friuli-Venezia Giulia
Gorizia: 19,51%
Udine: 19,53%
Trieste: 17,92%
Pordenone: 17,11%

Emilia Romagna
Bologna: 24,12%
Ferrara: 24,99%
Forlì-Cesena: 24,65%
Modena: 23,95%
Parma: 21,39%
Piacenza: 22,80%
Ravenna: 23,73%
Reggio Nell’Emilia: 24,71%
Rimini: 19,85%

Toscana
Arezzo: 18,06%
Firenze: 21,81%
Grosseto: 19,88%
Livorno: 20,96%
Lucca: 16,23%
Massa-Carrara: 14,81%
Pisa: 19,26%
Pistoia: 18,41%
Siena: 20,12%
Prato: 20,14%

Umbria
Perugia: 19,52%
Terni: 18,74%

Marche
Ancona: 17,21%
Ascoli Piceno: 17,37%
Macerata: 16,28%
Pesaro e Urbino: 21,60%
Fermo: 14,59%

Lazio
Frosinone: 14,54%
Latina: 14,71%
Rieti: 17,97%
Roma: 14,45%
Viterbo: 16,81%

Abruzzo
Chieti: 16,22%
L’Aquila: 13,62%
Pescara: 18,47%
Teramo: 18,27%

Molise
Campobasso: 16,22%
Isernia: 12,80%

Campania
Avellino: 14,04%
Benevento: 14,06%
Caserta: 12,13%
Napoli: 12,55%
Salerno: 13,56%

Puglia
Bari: 14,85%
Brindisi: 12,82%
Foggia: 16,02%
Lecce: 13,02%
Taranto: 11,52%
Barletta-Andria-Trani: 10,78%

Basilicata
Matera: 10,07%
Potenza: 12,68%

Calabria
Catanzaro: 9,75%
Cosenza: 12,98%
Reggio Calabria: 8,22%
Crotone: 9,79%
Vibo Valentia: 10,05%

Sicilia
Agrigento: 8,21%
Caltanissetta: 10,52%
Catania: 9,74%
Enna: 6,76%
Messina: 8,90%
Palermo: 10,06%
Ragusa: 8,11%
Siracusa: 9,27%
Trapani: 9,37%

Sardegna
Cagliari: 11,79%
Nuoro: 9,66%
Sassari: 14,39%
Oristano: 9,62%
Carbonia-Iglesias: 10,33%
Medio Campidano: 12,24%
Ogliastra: 12,51%
Oblia-Tempio: 9,74%

13.30: i dati continuano ad arrivare, al momento secondo quelli relativi a circa 6 mila comuni l’affluenza si assesta intorno al 16%.

12.45: i dati provvisori, relativi a circa duemila comuni su un totale di 8.057, parlano di un’affluenza superiore al 16%, un risultato leggermente inferiore alla prima rilevazione dell’affluenza alle 22 di sabato 6 giugno 2009, quando aveva votato il 17,8% degli aventi diritto.

11.50: i primi dati sull’affluenza cominceranno ad arrivare a breve, a partire dalle 12.00.

11.45: anche il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano ha votato insieme alla moglie nel seggio allestito in una scuola del quartiere Monti a Roma, mentre il Premier Matteo Renzi ha espresso le proprie preferenze nel seggio elettorale della scuola 'De Amicis' a Pontassieve.

10.40: gli italiani stanno andando a votare e si riversano su Twitter rimandando tra i TT l’hashtag #iovoto. Il flusso di tweet non sarà attendibile per capire dove andrà la maggioranza delle preferenze, ma è interessante per capire il sentimento generale nei confronti delle elezioni di oggi.


Ignazio Marino ha votato

10.30

: il sindaco di Roma Ignazio Marino ha votato nel seggio allestito nella scuola elementare Gianturco, in via della Palombella, a pochi passi dal Pantheon. Arrivato al seggio in bicicletta, Marino ha rilasciato una breve dichiarazione:

Penso che un passo indietro nell'unità strategica ed economica dell'Europa sarebbe molto grave per tutti, per europei, italiani, romani e romane. Più procederemo uniti per la costituzione degli Stati Uniti d'Europa, più conteremo al tavolo dei legittimi interessi dei continenti.

Uomo armato in un seggio di Termini Imerese

9.50

: momenti di panico, fortunatamente senza conseguenze, nel seggio 22 della scuola Paolo Balsamo di Termini Imerese, in provincia di Palermo, dopo intorno alle 9 di oggi un uomo armato di coltello ha fatto irruzione e ha preso in ostaggio una scrutinatrice in quello che secondo le autorità è stato il gesto isolato di uno squilibrato.

L’intervento delle forze dell’ordine ha evitato il peggio. L’uomo è stato bloccato in pochi minuti e portato in Commissariato in stato di fermo. Le operazioni di voto sono proseguite con regolarità.

domenica 25 maggio 2014, 07.00: In Italia le urne sono aperte. Si vota solo oggi, dalle 7 alle 23. Ricordiamo che si vota anche per le Amministrative 2014 in 4097 comuni e per le Regionali 2014 in Abruzzo e Piemonte.

>Elezioni Europee, Italia, 23 maggio: silenzio elettorale

venerdì 23 maggio 2014, 0.00

: in Italia inizia il silenzio elettorale. Lo ricorda l'AgCom con una nota.

L’Autorità ricorda che alla mezzanotte di oggi, venerdì 23 maggio 2014, ha inizio il periodo di silenzio elettorale che proseguirà sino alla conclusione delle operazioni di voto (ore 23 del 25 maggio 2014).
Il divieto di propaganda politica diretta ed indiretta riguarda naturalmente anche le emittenti radiotelevisive e si estende alla riproposizione delle posizioni politiche espresse nei giorni precedenti il divieto.
Resta fermo il divieto di diffusione dei risultati dei sondaggi sugli orientamenti politici e di voto degli elettori, divieto che è scattato dalla mezzanotte del 9 maggio u.s.

Le elezioni europee 2014 in Italia sono decisamente le più attese (almeno in tempi recenti) delle votazioni per la composizione dell'Europarlamento. E i motivi sono molteplici: da una parte possono essere viste come il primo test elettorale del governo Renzi, ma soprattutto si attende l'onda montante dei tanti partiti che si sono apertamente schierati nell'area euroscettica e che sono guidati (da un punto di vista elettorale) dal Movimento 5 Stelle. Inoltre, desta curiosità la nascita della Lista Tsipras che proverà nuovamente a far risorgere la sinistra alternativa (ma i sondaggi non promettono bene) e si attende anche di capire se Forza Italia reggerà all'urto, nella prima competizione in cui il leader Berlusconi non sarà candidato.

Ragion per cui sono tanti i motivi di interesse nei confronti di queste elezioni europee, che si voteranno il 25 maggio e in cui l'Italia eleggerà 73 deputati. Come sono schierate le forze in campo? Il Pd, ormai parte integrante del Pse, appoggerà la candidatura di Martin Schulz, mentre si cerca in ogni modo di non far passare l'idea che questo voto possa dare qualche indicazione ufficiale sul gradimento del governo Renzi, dal momento che la posizione fortemente europeista del Pd (unico tra i grandi partiti italiani) potrebbe penalizzarlo in questo frangente. Ncd e Forza Italia appoggiano invece la candidatura di Jean Claude Juncker, la sinistra radicale racchiusa nel cartello L'Altra Europa appoggia il leader greco di Syriza Alexis Tsipras, mentre Lega Nord e Fratelli d'Italia avrebbero appoggiato la candidatura, poi ritirata di Marine Le Pen. E il Movimento 5 Stelle? Non appoggia nessuno, puntando per il momento solo a massimizzare i suoi consensi ma senza puntare a entrare a far parte di nessuno schieramento.

I sondaggi sulle elezioni europee mostrano come il Partito Democratico, pur perdendo qualcosa rispetto a quanto conquisterebbe in caso di elezioni nazionali, resta ampiamente prima forza in Italia e potrebbe anche puntare a superare la soglia del 30%. La seconda piazza, a meno di straordinarie sorprese, dovrebbe essere presa dal Movimento 5 Stelle, la cui forbice di consensi va dal 22 al 25% circa. Più bassa Forza Italia, che attraversa un momento di grande difficoltà e che potrebbe addirittura restare sotto quota 20%. Seguono poi i vari partiti dati tra il 3 e il 5%: Fratelli d'Italia, Lista Tsipras, Lega Nord, Nuovo Centrodestra (che si è alleato con Udc e Popolari).

Tutti partiti a caccia di quel 4% fondamentale per conquistare almeno un seggio nell'Europarlamento. Come si vota alle europee in Italia? L'Italia elegge 73 deputati. L'elettore riceve una scheda di colore diverso a seconda della circoscrizione di appartenenza (nord est, nord ovest, centro, sud, isole), segna la croce sul partito a cui si vuole dare il voto e può esprimere fino a un massimo di tre voti di preferenza, indicando il cognome. Il sistema è proporzionale con soglia di sbarramento al 4%. I candidati che vengono eletti dai partiti, ma la cosa non è obbligatoria, entrano a far parte dello schieramento europeo a cui il loro partito appartiene.

elezioni p201481-300x170


Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2451 voti.  

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO