Corteo dei movimenti: a Roma scontri e fermi della polizia. Video in esclusiva Blogo

I movimenti contro precarietà e austerity si sono trovati nella capitale per protestare contro il governo Renzi, il jobs act e il piano casa

Video di Andrea Spinelli Barrile

ore 19:13 - Sono circa una decina i feriti degli scontri avvenuti quest’oggi a Roma. Il più grave è un peruviano che ha perso alcune dita di una mano, a causa dell’esplosione di un petardo. L’uomo, un venditore ambulante di 47 anni, è stato soccorso dagli altri manifestanti prima dell’arrivo dell’ambulanza che lo ha condotto in codice rosso all’Ospedale Umberto I. Colpiti anche alcuni agenti delle forze dell’ordine.

#12A - Foto del corteo

ore 18:30 - Scontri, cariche della polizia e lacrimogeni. Il corteo dei movimenti contro la precarietà e l’austerity si sono trovati quest’oggi a Roma per protestare contro il governo Renzi, il jobs act e il piano casa. Il corteo si è radunato a Porta Pia e da lì si è mosso verso Corso d’Italia per poi transitare in via XX settembre, piazza Barberini e via Veneto. Da lì la manifestazione si è mossa verso via del Tritone, per poi imboccare via Nazionale, piazza della Repubblica, piazza indipendenza e chiudere il cerchio a Porta Pia.

Corteo Roma 12 aprile 2014 - Foto di Andrea Spinelli Barrile

Le tensioni maggiori si sono avute in via Veneto dove, dopo una fase di stallo, le forze dell’ordine hanno reagito al lancio di petardi e oggetti da parte delle avanguardie del corteo, specialmente quelle in cui manifestanti calzavano caschi e avevano il volto coperto. Alcuni manifestanti sono stati fermati dalle forze di polizia.

Nei pressi del Ministero del Lavoro un gruppo di circa 70 manifestanti ha calzato i caschi e si è coperto il volto spostandosi verso le camionette di polizia e carabinieri. Il corteo si è così doviso in due teste. Il dicastero dell’economia è stato imbrattato con arance, uova, ortaggi, altri obiettivi sono stati il laboratorio di analisi Alessandria, la Banca di Credito Cooperativo di Roma e i muri di via Piave. Altri lanci hanno avuto come obbiettivo le forze dell'ordine in assetto antisommossa.

No Tav

, No Muos, migranti e senza casa, collettivi studenteschi e centri sociali partiti dall’Università la Sapienza sono confluiti nel corteo principale.

Non hanno raggiunto il corteo trenta attivisti che sono stati bloccati dopo essere stati trovati in possesso di bastoni e picconi.

Intanto, come era stato detto prima dell’evento, il sito del premier Matteo Renzi è stato oscurato in concomitanza con la manifestazione.

foto 4

Foto di Andrea Spinelli


Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1352 voti.  

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO