Elezioni Europee 2014: i candidati del Nuovo Centrodestra. Formigoni rinuncia, Enrico Letta smentisce. Alfano balla Happy (video)

Si fa largo anche la voce di un approdo al partito di Angelino Alfano di Paolo Bonaiuti, ex braccio destro di Silvio Berlusconi.

aggiornamento 14 aprile, 11.00 In alto il video del balletto di Angelino Alfano, Nunzia De Girolamo e gli altri membri del Ncd, che ieri si sono lanciati sulle note del tormentone "Happy". Nel frattempo Enrico Letta ha smentito le voci che lo davano verso il Nuovo Centrodestra, con un battibecco online con il direttore di La7 Enrico Mentana. Per quanto riguarda la candidatura di Paolo Bonaiuti, fresco di uscita da Forza Italia, la trattativa è ancora in corso: stamattina l'ex portavoce di Berlusconi si è incontrato con il segretario Ncd Angelino Alfano.

aggiornamento 19.24. È confermato che il ministro dei Trasporti Maurizio Lupi sarà candidato alle elezioni europee 2014.

aggiornamento 16.50 Mentre è diventato ufficiale l'addio di Paolo Bonaiuti a Forza Italia (che potrebbe passare a Ncd), arriva anche la notizia che Formigoni ha ritirato la sua candidatura alle elezioni europee: "Incito il mio partito a inserire in lista quanti più giovani e volti nuovi sia possibile", ha detto l'ex governatore della Lombardia.

Se le voci che circolano sulle candidature del Nuovo Centrodestra in vista delle elezioni europee 2014 fossero vere - ed è probabile che almeno una delle due lo sia - per Forza Italia si tratterebbe di un doppio smacco. In un caso perché a lasciare sarebbe un nome storico del berlusconismo, nell'altro perché si tratta del nipote di colui che ancora oggi è il nome che più rappresenta il potere forzaitaliota (anche se a restare a bocca spalancata sarebbero probabilmente gli elettori del Pd). Di che si tratta?

L'addio di Paolo Bonaiuti a Forza Italia è molto più di un rumor, ma l'idea che lo storico portavoce di Silvio Berlusconi possa passare al Nuovo Centrodestra (e forse con annessa candidatura alle europee) diventandone proprio portavoce è di quelle che fanno pensare. La cosa, tra l'altro, appare ormai certa, nonostante non si sappia ancora se Bonaiuti entrerà nelle liste dei candidati per le europee. Scrive Libero:

Bonaiuti potrebbe in tempi brevissimi approdare al Nuovo Centrodestra di Angelino Alfano, che da tempo lo ha cercato e corteggiato. Per Alfano sarebbe un'"acquisizione" dall'importante valore simbolico; per il Cavaliere, invece, un profondo dispiacere personale. Il possibile addio del portavoce dell'ex premier scriverebbe l'ultimo capitolo della recente e tribolata storia di Forza Italia, un partito dove i maldipancia paiono irrefrenabili e dove la grana della compilazione delle liste per le Europee non ha fatto altro che acuire i disagi. A Bonaiuti, secondo i rumors, Alfano avrebbe offerto il ruolo di responsabile della comunicazione del partito.

Ma non basta. Perché a far davvero scalpore potrebbe essere l'adesione al Nuovo Centrodestra - con conseguente candidature alle europee - dell'ex primo ministro e vicesegretario del Partito Democratico Enrico Letta. Che per il nipote di Gianni ci sia poco spazio nel nuovo Pd targato Matteo Renzi non è certo una novità, come non è una notizia il fatto che Letta abbia sofferto moltissimo per la mossa con cui il leader del Pd gli ha soffiato il ruolo di premier. E da allora, Enrico Letta e il Pd sono un po' dei separati in casa. Se a questo si aggiunge il fatto che tra l'ex primo ministro e il suo vice Angelino Alfano si è sempre visto un bel feeling, ecco che la notizia di una possibile candidatura alle europee potrebbe avere più senso di quanto possa sembrare a prima vista. A scriverlo è sempre Libero:

In futuro potrebbe arrivare anche Enrico Letta, il pesce più ambito nel mare dei moderati cui sta pescando Alfano, che ha un’attenzione anche all’area polare del Pd. Non a caso si è parlato fino all’ultimo di un’apparizione dell’ex premier alla Fiera di Roma, dove si celebra in questi giorni l’Assemblea costituente dell’Ncd. Inizialmente nel panel era anche previsto un suo intervento. Poi Letta, come sempre, ha ceduto alla prudenza e non si è presentato neanche con la delegazione del Pd, che è andata a omaggiare l’alleato di governo venerdì.

In tutto questo, la crisi di Forza Italia sembra poter avvantaggiare il partito di Angelino Alfano, verso i cui approdi dovrebbero in tempi brevi arrivare altri delusi dal "nuovo corso" berlusconiano.

Letta e Alfano

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO