Canonizzazione due Papi: Giovanni Paolo II e Giovanni XXIII sono santi

Papa Francesco ha pronunciato la formula di canonizzazione.

13.20: dopo il giro della piazza, con passaggio anche in via della Conciliazione, Papa Francesco ha fatto rientro nella sua residenza di Santa Marta. Il via vai dei fedeli continua.

12.50: i fedeli, ora che la cerimonia si è conclusa, si stanno riversando nella basilica di San Pietro, dove per tutta la giornata di oggi, fino alle 22, potranno rendere omaggio ai due Pontefici che da oggi sono Santi. Papa Francesco, intanto, è salito sulla papabile per salutare i fedeli e le personalità che hanno preso parte alla cerimonia, a partire dal sindaco di Roma Ignazio Marino.

11.00: subito dopo la formula di canonizzazione, i reliquiari dei due nuovi santi sono stati consegnati al Santo Padre. Quello di papa Wojtyla è una piccola ampolla col suo sangue, portato a Papa Bergoglio da Floribeth Mora Diaz, la donna del Costa Rica guarita con un miracolo, mentre per Giovanni XXIII si è scelto un pezzetto di pelle raccolto in occasione della riesumazione della salma per la beatificazione nel 2000.

10.25: Giovanni XXIII (Angelo Giuseppe Roncalli) e Giovanni Paolo II (Karol Wojtyla) sono Santi. Papa Francesco li ha proclamati leggendo la formula di canonizzazione.

«Ad onore della Santissima Trinità, per l'esaltazione della fede cattolica e l'incremento della vita cristiana, con l'autorità di nostro Signore Gesù Cristo, dei Santi Apostoli Pietro e Paolo e Nostra, dopo aver lungamente riflettuto, invocato più volte l'aiuto divino e ascoltato il parere di molti Nostri Fratelli nell'Episcopato, dichiariamo e definiamo Santi i Beati Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II e li iscriviamo nell'Albo dei Santi e stabiliamo che in tutta la Chiesa essi siano devotamente onorati tra i Santi. Nel nome del Padre, del Figlio e dello Spirito Santo».

In piazza è seguito un lungo applauso.

10.02: anche Papa Francesco è giunto in piazza, passato in processione dall’interno della Basilica al sagrato, preceduto dalla processione dei concelebranti. La cerimonia sta per iniziare. In alto trovate la diretta da piazza San Pietro.

9.38: anche il sindaco di Roma Ignazio Marino e il presidente del consiglio Matteo Renzi sono arrivati in piazza San Pietro per assistere a questo evento storico, mentre la pioggia comincia a cadere sui fedeli.

9.33: a pochi minuti dall’avvio della cerimonia, il Papa Emerito Joseph Ratzinger è arrivato in piazza San Pietro, accolto dagli applausi dei fedeli. A breve sarà raggiunto da Papa Bergoglio. I cardinali e le delegazioni ufficiali hanno già preso posto.

1 milione di pellegrini a Roma

9.15: la cerimonia avrà inizio tra circa 45 anni, i fedeli hanno già riempito piazza San Pietro, mentre in questi minuti stanno arrivando le delegazioni ufficiali. Tutto è ormai pronto, la polizia conferma che tutto è sotto controllo e che l’enorme numero di fedeli - si parla di oltre 1 milione di persone accorse da ogni parte del Mondo - non sta creando particolari problemi o disagi e il traffico in tutta la città è più o meno fluido.

Aggiornamento 27 aprile, 8.30: dopo una lunga notte di veglia, alle 5.30 di oggi sono stati aperti i varchi per entrare in piazza San Pietro e i fedeli da ore si stanno riversando ai posti di controllo. Chi non è riuscito a entrare in piazza si è posizionato in via della Conciliazione, dove sono stati posizionati dei maxischermi per permettere ai fedeli di riuscire a seguire l’evento.

La protezione civile ha assicurato che al momento tutto procedere con regolarità:

C'è un grande afflusso ma non abbiamo avuto nessun problema o chiamate di crisi. Non c'e' stata una vera e propria chiusura di via della Conciliazione perché la gente era tantissima e il questore ha deciso di tenere aperto un tratto. Quindi già dalle 22-23 di ieri i pellegrini si sono potuti avvicinare a piazza San Pietro.

La cerimonia avrà inizio tra circa un’ora.

Canonizzazione due Papi: notte di veglia

ITALY-VATICAN-POPE-CANONISATION

A Roma sono già in migliaia i pellegrini davanti a San Pietro. Bandiere polacche sventolano, ci si accampa per la notte, come si può.

I pellegrini sono attrezzati con stuoie e sacchi a pelo e si vedono anche alcune tende da campeggio. Nella zona intorno a San Pietro ci sono le transenne e si potrà entrare solamente dalle 5.30.

Papa Roncalli (Giovanni XXIII) e Papa Wojtyla diventano santi lo stesso giorno, di fronte a un esercito di un milione di fedeli, per un

«evento planetario un evento planetario che riguarda la nostra nazione»

come ha ricordato il sindaco della Capitale, Marino, che poi ha ribadito:

«non deve ricadere come costi solo sulle tasse dei cittadini che abitano a Roma»

Già. Perché se vi siete chiesti quanto costa l'evento, è stato stimato in

«oltre 7 milioni di euro»

con le forze dell'ordine impegnate in un totale di 12mila ore di straordinari per garantire la sicurezza,

Canonizzazione due Papi: 26 aprile 2014, il giorno prima

Roma si prepara alla canonizzazione di Giovanni Paolo II e Giovanni XXIII: attesi un milione di fedeli

Aggiornamento 17.29 - E' tutto pronto per la cerimonia che comincerà domani mattina alle 10, officiata da Papa Francesco, che porterà alla proclamazione di Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II a santi. Piazza San Pietro a Roma è un coloratissimo accampamento di pellegrini che veglieranno tutta la notte in attesa della messa di domani; tantissime le delegazioni straniere presenti in piazza e provenienti da ogni parte del mondo.


Il ministro dell'Interno Angelino Alfano ha annunciato oggi in una conferenza stampa di prevedere un milione di pellegrini in arrivo in totale entro la giornata di domani ed ha annunciato che la sicurezza è e sarà garantita dallo spiegamento di 10.000 uomini delle forze dell'ordine.

In totale le delegazioni straniere attese in Vaticano sono ben 122.

Foto | ©Getty Images

1 milione di pellegrini a Roma

Canonizzazioni, il giorno dei due papi

In piazza San Pietro in Vaticano ed in tutta la città di Roma fervono da giorni i preparativi per la canonizzazione dei due papi, Giovanni XXIII e Giovanni Paolo II: sono attesi infatti tra gli 800mila ed il milione di pellegrini e la città si prepara a reggere l'urto dell'enorme afflusso, che giunge al culmine di un lungo periodo di vacanze.

La prima notizia importante è che alla cerimonia sarà presente il Papa emerito Benedetto: padre Lombardi, portavoce vaticano, ha difatti annunciato che Ratzinger sarà presente e concelebrerà il rito, anche se non sarà sull'altare bensì sul sagrato della piazza. Una novità assoluta questa, mai verificatasi nella storia della Chiesa, che un papa rinunciatario assistesse alla canonizzazione del precedessore alla presenza del successore.

La portata mondiale dell'evento, che sarà seguito da milioni di persone in tutto il mondo in diretta tv e in streaming video, non spaventa le istituzioni romane: il sindaco Marino si è detto pronto a ricevere i pellegrini ed il Comune ha messo a disposizione linee guida per l'accoglienza, vigili urbani, 900 bagni chimici e tanta assistenza nei punti nevralgici della città. Il Comune ha anche predisposto la collocazione di 18 maxischermi: tra questi tre su via dei Fori imperiali, totalmente pedonalizzati dal 18 aprile, uno in piazza Navona, uno in Piazza del Popolo, uno a Castel Sant'Angelo, uno a piazza Santa Maria Maggiore e due al Colosseo.

"Ho parlato con il sottosegretario Del Rio e con il ministro Alfano. E la scorsa settimana ho scritto una lettera anche al ministro dell'Economia Padoan non perché Roma vuole chiedere altri soldi, ma mi sembra abbastanza evidente che la canonizzazione non è un evento che riguarda solo Roma e i romani. È un evento planetario che riguarda la nostra nazione e non deve ricadere come costi solo sulle tasse dei cittadini che abitano a Roma."

ha detto il sindaco Ignazio Marino: le spese per l'evento, preventivate in 5 milioni di euro, sono salite a 7 e, c'è da scommetterci, aumenteranno ulteriormente.


Le delegazioni internazionali presenti alla messa di canonizzazione sono arrivate a un totale di 93: l'Unione europea sarà rappresentata ai massimi livelli dal presidente del Consiglio, Herman Van Rompuy e dal presidente della Commissione, Manuel Barroso, mentre lo Stato italiano vedrà il Presidente Giorgio Napolitano guidare una folta delegazione tricolore.

La notte tra il 26 e il 27 aprile le chiese di Roma resteranno aperte per accogliere i pellegrini: le veglie di preghiera cominceranno alle ore 19 nella chiesa di Santa Maria in Montesanto (Chiesa degli Artisti) a piazza del Popolo, con animazione liturgica in lingua italiana, ma le veglie e gli eventi religiosi continueranno per tutta la notte fino alla celebrazione di domani in Vaticano.

Final Preparations Are Made For The Canonisation Of Pope John Paul II And Pope John XXIII

La Protezione civile ha messo in campo 26mila volontari, un esercito pronto a distribuire gratuitamente quattro milioni di bottigliette d'acqua: così anche la Croce Rossa garantirà forze ulteriori per la giornata di domani

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 821 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO