Thailandia: destituita la premier Yingluck Shinawatra

Yingluck Shinawatra destituita da premier della Thailandia su decisione della Corte costituzionale di Bangkok. E' accusata di abuso d'ufficio.

La premier della Thailandia Yingluck Shinawatra è stata destituita con l'accusa di abuso di potere. Lo ha deciso la Corte costituzionale di Bangkok, che l'ha giudicata colpevole di aver trasferito un alto funzionario poco dopo essere stata eletta, nel 2011. L'annuncio dei giudici della Corte è di pochi minuti fa. Il governo di Yingluck potrà però rimanere in carica fino alla formazione di un nuovo esecutivo, fatta eccezione per i ministri coinvolti nel trasferimento incostituzionale, che sono poi la maggioranza.

L'uomo che ha fatto cadere Shinawatra si chiama Thawil Pliensri, ex capo del Consiglio di sicurezza nazionale. Non si può non dire che il governo era in realtà già ad interim, fin da quando a dicembre il Parlamento fu sciolto dalla stessa Yingluck per andare a nuove elezioni lo scorso 2 febbraio. Consultazione poi boicottata dall'opposizione che chiedeva proprio la testa del premier.

Non solo: negli ultimi mesi, la Thailandia era stata scossa da diversi moti di piazza da parte degli anti - governativi che chiedevano le dimissioni, accusando Yingluck di essere manovrata dal fratello, che si trova in esilio. Il voto del 2 febbraio era stato comunque invalidato dalla Corte costituzionale, con Yingluck che continuava dunque a essere a capo di un governo con poteri invero molto limitati.

Nuove elezioni dovrebbero svolgersi il prossimo 20 luglio, anche se la data non è stata ancora ufficializzata. La decisione della Corte costituzionale rischia decisamente di cambiare le carte in tavola. L'opposizione, senza Shinawatra, potrebbe ora decidere di partecipare alle prossime consultazioni invece di boicottarle, come nell'ultimo caso.

Shinawatra

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO