Lega Nord, presentate in Cassazione le firme per 5 referendum: “via la legge Fornero e la legge Merlin”

La Lega chiede l’abolizione della legge Fornero, della legge Merlin e della legge Mancino.

La Lega Nord va all’attacco e annuncia l’intenzione di “fare quello che dovrebbe fare il governo e la maggioranza, ovvero dare risposta alle esigenze dei cittadini”. Oggi il Carroccio ha depositato in Corte di Cassazione 3 milioni di firme che serviranno a chiedere 5 diversi referendum.

Promotore della raccolta firme è stato il Segretario federale del partito Matteo Salvini, che stamattina si è presentato a Roma accompagnato da altri esponenti della Lega, da Roberto Calderoli ai senatori Emanuela Munerato, Stefano Candiani e Gianmarco Centinaio. Salvini indossava una t-shirt con la scritta “Elsa piange 500 mila volte”.

Il riferimento è all’ex Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Elsa Fornero, che ha dato il nome alla riforma del sistema pensionistico obbligatorio italiano nel 2012, durante il governo Monti. La legge Fornero è quella che alla Lega Nord preme di più far abolire e per questo, sempre secondo quanto dichiarato dal partito, sarebbero state raccolte ben 550 mila firme.

Le altre due leggi di cui il Carroccio chiede l’abolizione sono la legge Merlin del 20 febbraio 1958 - quella che stabilì la chiusura delle case di tolleranza, l'abolizione della regolamentazione della prostituzione in Italia e l'introduzione dei reati per contrastare lo sfruttamento della prostituzione - e quella della Legge Mancino, che dal 1993 sanziona e condanna gesti, azioni e slogan legati all'ideologia nazifascista.

Chiudono il cerchio delle richieste leghiste l’abolizione delle prefetture e il divieto dei concorsi pubblici agli stranieri.

Solo abolendo la legge Fornero si potrà rilanciare il mercato del lavoro, garantendo il ricambio generazionale e combattendo in modo concreto quel 46% di disoccupazione giovanile di cui il governo si disinteressa. Solo abolendo la legge Fornero potremo risolvere in modo strutturale il dramma degli esodati.

Parole, queste, pronunciate dal deputato Massimiliano Fedriga, anche lui promotore della raccolta firme e sostenitore dei cinque referendum. Salvini precisa:

Abbiamo contato 570 mila firme per cancellare la legge Fornero. Noi ci preoccupiamo di cose concrete che interessano alle persone mentre altri si incontrano nei palazzi per discutere di legge elettorale, ultimo dei pensieri dei lavoratori, dei pensionati, degli esodati.

La palla, ora, passa all’Ufficio centrale per il Referendum della Corte di Cassazione, che dovrà verificare la conformità delle richieste e prendere una decisione, entro 30 giorni dalla loro presentazione, sulla loro legittimità.

Matteo Salvini - Operazione Mare Nostrum da sospendere


© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail
3 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO