Ex Sel fondano Led. Gennaro Migliore: "Possiamo essere tante cose"

Scritto da: -

Non abbiamo resistito. La nascita della nuova associazione Led (Libertà e diritti – Socialisti europei) non poteva non riportarci alla memoria il Bertinotti-Guzzanti de la Teoria dei Virus. Ovviamente il video non lo commentiamo. Guardatelo e basta, la comicità corrosiva di Corrado non necessita di note a margine.

Ma veniamo ai fatti. Oggi i fuoriusciti di Sel hanno dato vita ad un nuovo soggetto politico. Gennaro Migliore ha spiegato così il senso dell'operazione ai microfoni di Repubblica.it:

"Led è un'associazione aperta che non vuole diventare né oggi né domani un partito. Lavoriamo per muovere il campo della sinistra e per unificarlo. Led è una piccola luce, una luce ecologica, che cerca di risparmiare energia e di dare la massima efficienza. Led non è solo libertà e diritti, ma può essere anche lavoro, eguaglianza, dignità, può essere una libera energia democratica. Insomma può essere tante cose"

Sì, decisamente Led può essere molte cose. Per il momento un gruppo in parlamento degli aderenti all'associazione non c'è ancora, ma potrebbe arrivare a breve. In ogni caso, l'idea di Fava, Migliore e Di Salvo è quella di collocarsi in una posizione "strategica" per stimolare la nascita di un progetto unitario a sinistra. In che modo? Le ipotesi sono tante. Vagliamole una per una.

La prima: il gruppetto di ex Sel potrebbe confluire nel Partito Democratico, come hanno già fatto Boc­ca­du­tri, Aiello e Rago­sta. Questa è la soluzione che Renzi preferirebbe per ragioni di mero calcolo politico, e non sembra difficile da realizzare. Un segnale in tal senso è già stato lanciato da Migliore, che ha detto di essere disponibile a candidarsi come sindaco del Pd a Napoli.

Altra ipotesi: il Pd fonda un partito unitario della sinistra insieme a Led, e magari anche con Sel. Questa è una via difficilmente praticabile. Renzi non avrebbe alcun vantaggio, dopo il risultato elettorale, a portare a termine un'operazione del genere. Inoltre, il suo elettorato non gradirebbe.

Terza eventualità: ex Sel insieme a delusi ed espulsi del Movimento 5 stelle si potrebbero fondere con la sinistra del Pd. Pippo Civati, però, pare aver messo da parte il progetto di formare il Nuovo Centro Sinistra al Senato.

Non vogliamo discutere la buona fede dei promotori di Led. Tuttavia, non possiamo non ravvisare che i loro obiettivi sono palesemente velleitari. Innanzitutto, se abbiamo capito bene, vorrebbero rilanciare una rigorosa socialdemocrazia in Italia. Ma forse sono arrivati un po' tardi. Il Pse oggi è sempre più indistinguibile dai Popolari, e ciò è una delle tante conseguenze di una politica che si è ridotta a pura amministrazione.

Che Migliore e Fava riescano a "cambiare verso"a Renzi e a Schulz in un colpo solo appare francamente molto difficile: non hanno numeri di rilievo in parlamento, non possono contare sulla legittimazione popolare e sono espressione di un'ennesima scissione a sinistra. Il loro elettorato di riferimento, inoltre, già non ha molto compreso l'idea della "terra di mezzo" lanciata da Vendola, figuriamoci se ora è disposto a votare un partitino di sinistra che si allea con Renzi.

Ricapitoliamo. C'era una volta Rifondazione Comunista. Poi sono nati i Comunisti Italiani, il Partito Comunista dei Lavoratori, Sinistra Critica, Comunisti Sinistra popolare. Dopo qualche tempo è nata Sel (basta con la parola comunista!). E infine vede la luce Led. Con l'ultima trovata di Migliore e "compagni" si passa dalla rifondazione del comunismo a quella della socialdemocrazia.

In mezzo a tutte queste "evoluzioni" si muovono con fatica attivisti ecologisti, i No Tav, i No dal Molin, quelli che hanno partecipato alla campagna per l'Acqua pubblica, le associazioni. Tutto questo mondo, seppur piccolo, ha un forte bisogno di rappresentanza che non riesce a trovare. Forse l'unica opzione praticabile sarebbe quella di fare "piazza pulita": liberare il campo e riappropriarsene. Ciò, per quanto auspicabile, appare allo stesso tempo molto complesso. Capacità organizzative e mezzi economici sono carenti. E poi gli errori, quelli commessi da altri, pesano enormemente.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

Vota l'articolo:
3.98 su 5.00 basato su 693 voti.