Semestre Ue, primo incontro governo-Commissione europea

Il primo incontro governo e Commissione Europea nel semestre italiano di Presidenza Ue

Si tiene a Roma a Villa Madama il primo incontro ufficiale nel semestre italiano di Presidenza europea tra il governo e la Commissione Ue.

I delegati europei, ricevuti dal ministro Federica Mogherini, da questa mattina sono alle prese con riunioni formali con i ministri dell'esecutivo italiano.

Presenti anche il Presidente del Consiglio Matteo Renzi e quello della Commissione Europea Josè Manuel Barroso, che hanno tenuto una conferenza stampa.

Entrambi hanno sottolineato la fiducia nella nomina a commissario di Junker: in particolare Renzi ha ricordato, più volte, come questa sia vincolata ad un documento presentato dal neo-commissario. Documento che, ha spiegato Renzi, è stato firmato anche da Cameron, nonostante poi abbia preferito esprimere un giudizio differente sulla persona Junker. Sul versante tedesco invece, risponendo sulle recenti polemiche di matrice tedesca sul suo intervento a Strasburgo e sulla flessibilità, Renzi ha negato ci fossero dissapori o incomprensioni con Berlino.

Renzi ha spiegato come l'Italia abbia come priorità le riforme, necessarie per avviare l'Italia verso una forza maggiore in Europa: le riforme (della Costituzione, della legge elettorale, della giustizia, della pubblica amministrazione) sono il vero elemento fondante del semestre europeo.

Anche Barroso ha sottolineato l'importanza delle riforme in Italia, un biglietto da visita necessario per avere credibilità.

I temi economici sono dunque protagonisti del semestre italiano, considerato anche le due anime diverse, austerità e flessibilità, in materia economica in Europa.

Sull'immigrazione Renzi ha spiegato:

"Il nostro primo obiettivo è aiutare le autorità libiche a rendere effettivi i risultati delle elezioni di giugno e chiedere formalmente l'aiuto dell'Alto commissariato rifugiati onu. Sarà poi l'UNHCR ad andare in Libia e gestire l'afflusso di persone. Altro tema riguarda la politica europea: Barroso ha visitato Lampedusa, sa bene che il Mediterraneo non è il mare dell'Italia ma la frontiera dell'Europa, il cuore. Occorre una polica europea che offra un rafforzamento di Frontex attraverso Frontex plus, maggiori investimenti che devono arrivare dl consiglio e dal parlamento ue. Mare nostrum continua, noi pensiamo che nave alla deriva con persone vada salvata, non è accettabile che nel 2014 si consenta a nave carica di afondare perche non sappiamo di chi è competenza, valori che abbiamo nel dna."

Ha detto Renzi, che ha detto anche che il 93% delle partenze di barconi di migranti si verificano proprio dalla Libia.

image

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO