Ucraina: Stati Uniti e Ue inaspriscono le sanzioni contro la Russia

L'Unione Europea e gli Stati Uniti hanno deciso di aumentare le sanzioni contro la Russia per la crisi ucraina

Nuove e più pesanti sanzioni contro la Russia. I 28 dell'Unione Europea e gli Stati Uniti decideranno a breve di inasprire la posizione nei confronti di Mosca. Il ministro degli Esteri francese, Laurent Fabius, ha detto che si tratterà di "un avanzamento" del livello delle sanzioni attuali.

Stiamo parlando di blocco dei visti e congelamento dei patrimoni. Non si arriverà comunque al livello 3, che vorrebbe dire sanzioni economiche (commerci, energia e finanza). Verranno colpite

"le entità che sostengono materialmente o finanziariamente le azioni che minacciano o minano la sovranità dell'Ucraina, la sua integrità territoriale e la sua indipendenza".

L'Unione Europea potrebbe decidere di congelare i programmi di Bei e Bers. Sotto tiro potrebbero essere anche i progetti di cooperazione Ue - Russia, esclusi quelli che coinvolgono organizzazione della società civile.

"Purtroppo, non sono stati fatti progressi sull'attuazione delle nostre richieste e, per questo, imporremo nuove sanzioni perché riteniamo che il contributo della Russia sull'Ucraina non sia ancora sufficiente"

Lo fatto sapere il cancelliere tedesco Angela Merkel al suo arrivo al vertice dell'Unione Europea. Secondo il New York Times, Washington avrebbe invece deciso di prendere di mira banche, energia e società del settore della difesa russe. Un accerchiamento nei confronti di Mosca che, sperano in Occidente, riporterà Vladimir Putin a più miti consigli.

Angela Merkel

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO