Il testo dello Sblocca Italia: cosa prevede e quali sono le misure

Le misure su cantieri, edilizia, banda larga, concessioni autostradali sono ufficialmente legge.

Quali sono le misure principali dello Sblocca Italia, appena diventato definitivamente legge? Ecco cosa prevede il testo in sintesi, i più coraggiosi invece possono leggere il testo completo qui.

Grandi opere. L'alta velocità Napoli Bari e la Palermo-Messina-Catania sono le due opere simbolo dei cantieri che, grazie allo Sblocca Italia, dovrebbero ripartire. L'obiettivo è di dimezzare i tempi di percorrenza. Sono state sbloccate anche le infrastrutture portuali e i lavori per le metropolitane di Roma e Napoli.

Calamità naturali. Le opere per il territorio potranno d'ora in poi partire anche se sulla gara d'appalto è presente (come quasi sempre avviene) un ricorso del Tar; la speranza è di riuscire a velocizzare gli iter amministrativi. Il fondo emergenze nazionali riceverà in aggiunto però solo 50 milioni, risorse che saranno destinate a Genova, Parma, Trieste e Maremma.

Concessioni autostrade. Le concessioni potranno essere prorogate senza che venga indetta una nuova gara: i concessionari entro il 31 dicembre del 2014 dovranno sottoporre al ministero delle Infrastrutture le proposte di modifica al rapporto concessorio, insieme a un nuovo piano economico e finanziario. Il tutto deve però passare da un assenso preventivo da parte dell'Unione Europea.

Le opere mai partite.I fondi destinati alle pere mai partite finiranno nel Fondo revoche del ministero delle Infrastrutture. Da lì saranno redistribuiti su altri cantieri che avranno la priorità: CircumEtnea, le metropolitane di Palermo e di Cagliari e il primo lotto della Termoli-S.Vittore, metropolitana di Genova.

Banda larga. Sconto fiscale del 50% per chi investe nella banda larga nelle aree non coperte dalla rete veloce, ma anche nelle città dove un'infrastruttura è già presente. A partire da metà 2015 sarà obbligatorio che gli edifici di nuova costruzione prevedano canaline per i cavi della banda ultra larga.

Misure per la casa. I lavori di ristrutturazione avranno uno sconto del 20% fino a 300mila euro di importo totale per chi compra casa e a affitta a canone concordato per 8 anni.

Tasse sulle trivelle. Le società che estraggono idrocarburi in Italia avranno una maggiorazione di imposta. I proventi saranno destinati alla promozione di misure di sviluppo economico e all’attivazione di una social card nei territori interessati.

Piano porti. Manca ancora, ma si promette che entro 90 giorni arriverà un disegno strategico che tenga assieme porti, interporti e ferrovie che consentato una gestione più razionale e non concorrenziale.

Sblocca Italia: il percorso in Parlamento

calderoli_democratellum

Aggiornamento 6 novembre - Il Senato ha votato la fiducia al governo sullo Sblocca Italia: 157 voti a favore, 110 contrari, nessun astenuto. A questo punto il decreto diventa ufficialmente legge. Tensioni prima del voto: proteste da parte dei senatori a 5 Stelle che sono arrivati a stendersi sui banchi per impedire ai colleghi di votare, che quindi si sono trovati obbligati a dire "sì" o "no" dai banchi, senza passare sotto la poltrona del presidente di Palazzo Madama. (fine aggiornamento)

Il decretone con le misure che serviranno a sbloccare i cantieri e a garantire tempi certi; a semplificare le norme su edilizia e banda larga; ad ammodernare le ferrovie e le concessioni autostradali. Rimane però una norma scoperta, sulla quale il governo dovrà lavorare, quella relativa ai costi delle opere di bonifica degli Enti Territoriali esclusi dal patto di stabilità interno. Il governo si impegna a "sanare il vulnus con un decreto correttivo".

Il ministro Boschi ha chiesto oggi il voto di fiducia al Senato sul decreto che così potrà essere definitivamente convertito in legge.

All'avvio della seduta che dovrebbe portare alla votazione, il senatore Calderoli, "vecchia volpe" di Palazzo Madama, gioca un trucco procedurale che rallenta (lecitamente) i lavori: a margine della richiesta di verifica sulla regolarità della chiusura della seduta precedente, Calderoli chiede il conteggio del numero legale, che, si scopre, non c'è!

Ok, forse se non si lavora in Senato da anni non si capisce bene cosa sia successo e pure noi fatichiamo un po' a spiegarlo, ma il succo è che la seduta, di grande importanza, vista la posta in palio, è sospesa: i tempi per il voto di fiducia si allungano.

Tutto l'iter alla Camera

Aggiornamento 23 ottobre 2014, ore 21.02 - Il governo ha ottenuto alla Camera la fiducia sul decreto "Sblocca Italia" con 316 sì, 198 no e un solo astenuto: l'esame nel merito del provvedimento riprende martedì prossimo nell'Aula di Montecitorio.

Il voto per l'approvazione definitiva è previsto giovedì 30 ottobre.

Sblocca Italia, Napolitano firma: è legge

12 settembre, ore 21:30 Giorgio Napolitano ha firmato il decreto Sblocca Italia, che così diventa legge. Il provvedimento, varato dal Cdm due settimane fa, si era impantanato nella fase di formalizzazione per una serie di chiarimenti tra i ministeri e, secondo voci di corridoio, per incomprensioni tra il ministro Lupi, estensore della maggior parte della legge, e il responsabile dell'Economia Padoan. Dissidi che sono stati smentiti oggi dallo stesso Lupi, che ha invece parlato di un lavoro di concerto con il Mef per "snellire" il provvedimento che ora consta di 44 articoli suddivisi in 10 capi. Di seguito il dettaglio della legge.

I provvedimenti


Ore 20:00 - Il Consiglio dei Ministri ha approvato oggi, venerdì 29 agosto il decreto cosiddetto "Sblocca Italia" che, ha spiegato il Premier Matteo Renzi, nasce "per risolvere i problemi burocratici".

I 50 articoli prevedono lo sblocco delle opere finanziarie e la semplificazione, a cominciare dall'alta velocità per la quale i lavori saranno anticipati al 2015 (per esempio per la Napoli-Bari e la Palermo-Messina). Per le autostrade saranno invece sbloccati 10 miliardi nei prossimi 12 mesi attraverso la revisione ed eventualmente la proroga di concessioni.

Altri interventi riguarderanno la banda larga il gasdotto Tap che va dall'Azerbaijan alla Puglia (Renzi ha annunciato che il 20 settembre sarà a Baku), l'edilizia e in particolare la norma sulle progettazioni tecniche che sarà adeguata alle prescrizioni dell'Europa. Saranno modificate anche le norme della Cassa depositi e prestiti che saranno più simili a quelle degli altri Paesi europei.

Per le aziende del settore agroalimentare si prevede la realizzazione di un segno distintivo unico per il made in Italy e un potenziamento degli strumenti dell'Italian sounding nel mondo.
Inoltre per la cassa in deroga ci sarà un rifinanziamento di 728 milioni di euro, mentre per quanto riguarda l'ambiente saranno sistemate le norme sul dissesto idrogeologico le terre e rocce da scavo.

Aggiornamento 29 agosto ore 18.50. Nelle misure in discussione nel Consiglio dei Ministri odierno relative alla giustizia non ci sarebbe - considerati i titoli degli ordini del giorno - niente che rimandi ai ventilati provvedimenti anticorruzione, ovvero l’introduzione del reato di autoriciclaggio e il ripristino del falso in bilancio. Stessa cosa per la revisione della disciplina delle intercettazioni. Il testo sulla responsabilità civile dei magistrati e quello contenente le “modifiche alle norme per il rafforzamento delle garanzie difensive” - cavalli di battaglia dell'ex Cav - sono invece presenti.


Sblocca Italia e riforma della giustizia: CdM al via

Aggiornamento 29 agosto ore 17.33. Ecco gli ordini del giorno del CdM di oggi in dettaglio. Lo Sblocca-Italia e la riforma della giustizia civile sono stati presentati sotto forma di decreti. Il resto dei provvedimenti, compresa la riforma della giustizia penale, avranno la forma di ddl e ddl delega.

In tutto sono stati presentati 2 decreti legge e 7 disegni di legge. Vediamoli. Decreto legge (Dl): misure urgenti per l'apertura dei cantieri, la realizzazione delle opere pubbliche, la digitalizzazione del Paese, la semplificazione burocratica, l'emergenza del dissesto idrogeologico e per la ripresa delle attività produttive (presidenza, Infrastrutture e trasporti). Dl: misure urgenti di degiurisdizionalizzazione ed altri interventi per la definizione dell'arretrato in materia di processo civile (presidenza e Giustizia). Disegno di legge (ddl): misure volte a rafforzare il contrasto alla criminalità organizzata e ai patrimoni illeciti (Giustizia, Interno).

C'è poi una serie di altri 5 ddl. Il primo sulla riforma della normativa riguardante la responsabilità civile dei magistrati; poi quello relativo alla delega al governo recante disposizioni per l'efficienza del processo civile; la delega al governo per la riforma organica della magistratura onoraria e altre disposizioni sui giudici di pace e la delega al governo per la riforma del Libro XI del Codice di procedura penale.

Previste anche modifiche alle disposizioni in materia di estradizione dall'estero: termine per la consegna e durata massima delle misure coercitive, modifiche alla normativa penale, sostanziale e processuale e ordinamentale per il rafforzamento delle garanzie difensive, per la durata ragionevole dei processi e per l'effettività rieducativa della pena.

E ancora il ddl di delega al governo per l'attuazione della direttiva 2014/23/UE sull'aggiudicazione dei contratti di concessione, per l'attuazione della direttiva 2014/24/UE sugli appalti pubblici (che abroga la precedente direttiva 2004/18/CE) e della direttiva 2014/25/UE sulle procedure d'appalto degli enti erogatori nei settori dell'acqua, dell'energia, dei trasporti e dei servizi postali e che abroga la direttiva 2004/17/CE.

Aggiornamento 29 agosto, ore 17.10 - Palazzo Chigi in una nota informa che l'ordine del giorno del Consiglio dei ministri di oggi contiene, come previsto, il decreto Sblocca Italia, con l'indicazione delle misure urgenti per le infrastrutture strategiche, anche se da più parti sono stati avanzati dubbi sulle coperture, e una serie di provvedimenti per la riforma della giustizia civile e penale.

In dettaglio il cosiddetto Sblocca Italia comprenderà misure per:

"la digitalizzazione del Paese, la semplificazione burocratica, l’emergenza del dissesto idrogeologico e per la ripresa delle attività produttive"

La riforma della giustizia conterrà anche un decreto per tagliare gli arretrati in materia di processo civile, un ddl di riforma sulla responsabilità civile dei magistrati e un altro sulla durata ragionevole dei processi. Del ripristino del falso in bilancio, osteggiato da Forza Italia, nella nota del governo non c'è traccia.

Sempre in tema di giustizia nel CdM di oggi si parlerà anche della delega al governo relativa all'aggiudicazione dei contratti di concessione e agli appalti pubblici nei comparti acqua, energia, trasporti e servizi postali.

Sblocca Italia, Consiglio dei Ministri di oggi alle 16

Il Consiglio dei Ministri è convocato per le 16 di oggi 29 agosto. Lo comunica, lapidario, il sito del governo. Poco di più dice Renzi, sul suo profilo di Twitter:


L'ordine del giorno del Consiglio dei Ministri n. 27 sarà reso noto nelle prossime ore.

Giovedì 28 agosto 2014


Domani in Consiglio dei Ministri il governo Renzi tornerà a parlare dei decreto Sblocca Italia presentato prima delle vacanze. Già oggi il Premier Matteo Renzi si è riunito a Palazzo Chigi con il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan e il ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti Maurizio Lupi per discutere delle copertura. Proprio Lupi, dopo la riunione, ha parlato con i giornalisti nella sede del suo partito, il Nuovo Centrodestra, ha ricordato che lo Sblocca Italia è un pacchetto di dieci punti (che potete trovare qui di seguito) e che non sostituisce la legge di Stabilità.
A chi gli chiedeva se le coperture saranno tra uno e tre miliardi di euro il ministro Lupi ha risposto "Forse anche di più".

Matteo Renzi presenta lo Sblocca Italia: i 10 punti


Venerdì 1 agosto 2014

Aggiornamento 19:47 - Si è svolta a Palazzo Chigi, la conferenza stampa del presidente del Consiglio Matteo Renzi per illustrare le linee guida dello “Sblocca Italia”.

Schermata 2014-08-01 alle 19.08.07

Il decreto si compone di 10 punti, definiti "capitoletti", contenenti varie voci di spesa su altrettante opere immediatamente cantierabili.

"Il 27 o 28 agosto in occasione del cdm avremo modo di approvare sia un dl sia un ddl delega sui provvedimenti urgenti dello Sblocca Italia"

ha spiegato Matteo Renzi nel corso della conferenza stampa. Il primo punto è lo "Sblocca Cantieri" e riguarda grandi opere ferme e già finanziate sbloccabili con semplificazioni: il decreto attiva risorse per 30 miliardi di euro, il 57% delle quali derivanti da risorse private pari a 17 miliardi. Con lo Sblocca Cantieri il governo prevede la creazione di 95mila nuovi posti di lavoro.

Il secondo punto è definito "Sblocca Comuni" ed è dedicato ai piccoli comuni: sono previsti 2.000 interventi (ripristino, messa in opera, ristrutturazione, emergenze varie) per un valore complessivo di 1,3 miliardi di euro. Lo Sblocca Comuni prevede anche investimenti aggiuntivi sulla rete autostradale, oltre 10 miliardi. Gli interventi di messa in sicurezza e manutenzione di strade e ferrovie saranno pari a 1miliardo e si prevede la creazione di 12mila nuovi posti di lavoro.

Il terzo capitolo riguarda il cosiddetto "Sblocca Reti" e si riferisce allo sviluppo della banda larga e ultralarga, per le quali il governo prevede facilitazioni e semplificazioni per la posa in opera di reti e nuove misure di agevolazione fiscale per interventi infrastrutturali da parte dei privati nelle aree fuori mercato.

Il quarto capitolo è lo "Sblocca Porti": ce ne siamo occupati pochi giorni fa, con la traghettata della nave Costa Concordia a Genova, spiegando per quale motivo a nostro parere la nave sarebbe dovuta andare a Piombino, e perchè. Il capitolo prevede una mobilitazione sul porto proprio di Piombino e su quelle realtà portuali in dissesto o in fase di realizzazione.

Il quinto capitolo è un altro tema che i nostri colleghi di Ecoblog hanno più volte trattato. Lo "Sblocca Dissesto" andrà a toccare opere anti-dissesto idrogeologico: sono presenti in Italia 570 cantieri per un valore complessivo di 650 milioni di euro di interventi previsti dal decreto, che va a trattare anche quelle che sono le opere idriche: Renzi ha spiegato in conferenza stampa che entro il 2014 verranno aperti 104 cantieri per un valore di 480 milioni di euro.

Lo "Sblocca Burocrazia" prevede 6 miliardi di euro di interventi su finanza di progetto, defiscalizzazione, bancabilità dei progetti e sopratutto sui contratti di partenariato pubblico-privato.
Il decreto prevede anche una sorta di riforma del codice dei contratti pubblici (attraverso delega legislativa) ed un potenziamento dell'operatività della Cassa depositi e prestiti a supporto dell’economia reale.
Il governo intende anche semplificare le normative per quanto riguarda l'accesso ai fondi europei.

Con lo "Sblocca Edilizia" vengono stabilizzati gli incentivi fiscali per gli interventi di efficientamento energetico e adeguamento antisismico, un vero e proprio Ecobonus fortemente pubblicizzato dal premier Renzi. Il capitolo prevede anche nuove misure per dare certezza sui tempi di esecuzione degli interventi edilizi, uno snellimento burocratico che il governo intende raggiungere con gli enti locali. Sono previsti sgravi fiscali per gli investimenti in abitazioni che verranno poi date in locazione a terzi ed agevolazioni fiscali per le permute immobiliari che prevedono l’acquisto di immobili ad alto
rendimento energetico (classe A).

Lo "Sblocca Export" è stato definito un "piano straordinario" per l’internazionalizzazione delle imprese e l’attrazione di investimenti esteri in Italia, un pallino del Presidente del Consiglio, effettuato attraverso il potenziamento grandi eventi, un vero e proprio "voucher temporary export manager", la piattaforma e-commerce dedicata per le piccole e medie imprese e la valorizzazione del settore agroalimentare in vista di expo 2015, dopo che ieri il governo ha messo a disposizione fondi europei proprio nel settore agricolo.

Il capitolo "Sblocca Bagnoli" illustrerebbe un nuovo modello di governance territoriale per le aree di crisi industriale (come Bagnoli a Napoli, appunto) per attrarre investimenti e per gli interventi di bonifica e valorizzazione ambientale; si prevede un nuovo iter semplificato per la cessione di immobili del demanio, attraverso percorsi concertati con i comuni.

Lo "Sblocca Energia" è dedicato allo sviluppo delle risorse geotermiche, petrolifere e di gas naturale: il progetto prevede investimenti privati nazionali e internazionali per oltre 17 miliardi di euro, con un effetto previsto sull’occupazione di 100mila unità e un risparmio in bolletta energetica per 200 miliardi in 20 anni.

Queste informazioni, oltre che dalla conferenza stampa, sono disponibili sul sito del governo. Sarà certamente interessante leggere il testo completo per vedere più nel concreto come vengono delineati tali spunti.

Alle 17 Matteo Renzi presenterà le linee guida del decreto Sblocca Italia

Il Presidente del Consiglio Matteo Renzi presenterà oggi 1 agosto 2014 alle ore 17,00 nel corso di una conferenza stampa le linee guida dello “Sblocca Italia”.

La conferenza stampa che si terrà presso la Sala Stampa di Palazzo Chigi e vi partecipano il Sottosegretario alla Presidenza del Consiglio Graziano Delrio, il Ministro dell’economia e delle finanze Piercarlo Padoan, il Ministro dello sviluppo economico Federica Guidi ed il Ministro delle infrastrutture e dei trasporti Maurizio Lupi.

Dello Sblocca Italia si era occupato il direttore di Blogo.it Alberto Puliafito in un editoriale piuttosto analitico sulle origini e le finalità del provvedimento: il rischio di un iperliberismo di sinistra che si svincola da "valori" politici e dalle lotte, anche recenti, per i diritti dei lavoratori rischiando una miscellanea pericolosa, sia per il mondo del lavoro stesso (al quale è tuttavia innegabile che serva una flessibilità differente, non necessariamente maggiore o minore) che per il mondo della politica, sempre più schiacciato in una logica di pensiero unico pericolosa in termini democratici.

G7 Leaders Meet To Discuss Ukraine During Nuclear Summit

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 59 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO