Città metropolitane: le elezioni del consiglio metropolitano

Tutto quel che c'è da sapere sulle prossime elezioni delle città metropolitane

Città metropolitane: è il momento di cominciare ad occuparsene seriamente. Sì, perché entro il 30 di settembre 2014 (una scadenza ravvicinatissima: lo sarebbe anche se non fossimo a metà agosto, figuriamoci in tempi vacanzieri) le città metropolitane, tutte, nessuna esclusa, dovranno andare ad elezioni.

Lo stabilisce, senza possibilità di deroga, l'articolo 15 della LEGGE 7 aprile 2014, n. 56:

15. Entro il 30 settembre 2014 si svolgono le elezioni del consiglio metropolitano, indette dal sindaco del comune capoluogo, e si insediano il consiglio metropolitano e la conferenza metropolitana. Entro il 31 dicembre 2014 il consiglio metropolitano approva lo statuto.

Che cos'è il consiglio metropolitano? Lo spiega l'articolo 8 della medesima legge:

«Il consiglio metropolitano e' l'organo di indirizzo e controllo, propone alla conferenza lo statuto e le sue modifiche, approva regolamenti,
piani e programmi; approva o adotta ogni altro atto ad esso sottoposto dal sindaco metropolitano; esercita le altre funzioni attribuite dallo statuto. Su proposta del sindaco metropolitano, il consiglio adotta gli schemi di bilancio da sottoporre al parere della conferenza metropolitana. A seguito del parere espresso dalla conferenza metropolitana con i voti che rappresentino almeno un terzo dei comuni compresi nella citta' metropolitana e la maggioranza della popolazione complessivamente residente, il consiglio approva in via definitiva i bilanci dell'ente».

Chi compone il consiglio metropolitano? Per saperlo basta leggere l'articolo 20.

20. Il consiglio metropolitano e' composto dal sindaco metropolitano e da:
a) ventiquattro consiglieri nelle citta' metropolitane con popolazione residente superiore a 3 milioni di abitanti;
b) diciotto consiglieri nelle citta' metropolitane con popolazione residente superiore a 800.000 e inferiore o pari a 3 milioni di abitanti;
c) quattordici consiglieri nelle altre citta' metropolitane.

Sì, ma chi vota? E come? E per chi?

Be', questo, sappiatelo, dipende solo ed esclusivamente dallo statuto della città metropolitana in questione (che può anche prevedere elezione diretta e suffragio universale, per dire).

E dove si trovano gli statuti?

Per il momento, in linea del tutto teorica, dovrebbero essere oggetto di lavoro da parte della consulta metropolitana, che terminerà i suoi lavori proprio il 30 di settembre 2014, per passare la palla ai consiglieri eletti.

Ammettiamolo: è tutto parecchio fumoso. Attualente, ci risultano indette le elezioni nella città metropolitana di Milano e nella città metropolitana di Genova, che analizziamo a parte e singolarmente. In entrambi i casi comunque hanno diritto di elettorato attivo e passivo (ovvero votano e sono votabili) i soli consiglieri comunali delle rispettive aree.

Città metropolitane

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 15 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO