Elezioni città metropolitana Bologna: 12 seggi su 18 al Pd

Ieri hanno votato i sindaci e i consiglieri comunali della città metropolitana di Bologna, ecco i risultati.

Lunedì 29 settembre 2014 - Dai risultati provvisori delle elezioni per il consiglio cella Città metropolitana di Bologna emerge che 12 dei 18 seggi a disposizione vanno al Pd, tre alla lista Uniti per l'alternativa che unisce gli amministratori di centrodestra, poi uno al Movimento 5 Stelle, uno a Sinistra per i beni comuni e l'ultimo a Rete civica.

Affluenza dell'84,53%


Domenica 28 settembre 2014

22.00 - I seggi allestiti in via Malvasia 4 sono chiusi dalle 20 di oggi e poco fa sono stati comunicati i dati dell’affluenza: oggi, nell’unica giornata di elezioni, si sono presentati a votare 705 persone su 834 di aventi diritto, pari all’84,54%.

Lo spoglio inizierà domattina e i risultati arriveranno in giornata.

28 settembre 2014 - I seggi sono ufficialmente aperti anche a Bologna. Come accade nelle altre tre città metropolitane oggi al voto, ci si potrà recare alle urne dalle 8 alle 20 di oggi. Non saranno i cittadini a esprimere le proprie preferenze, ma gli 834 sindaci e consiglieri comunali dei comuni che compongono la Città Metropolitana di Bologna, chiamati a leggere 18 consiglieri tra le cinque liste presentate ufficialmente.

24 settembre - A quattro giorni dal voto, ecco le liste presentate per l'elezione del Consiglio Metropolitano della Città Metropolitana di Bologna. Con cinque liste, il capoluogo emiliano condivide il primato assieme a Napoli.

Elezioni Città Metropolitana di Bologna - Liste e candidati


Rete civica

1 Mazza Michela, 2 Baldi Mirco 3 Bertuzzi Massimo 4 De Martino Mariagrazia 5 Garagnani Claudio 6 Monaco Carlo 7 Salsi Federica 8 Tonelli Zagnoni Andrea 9 Zappa Otella

Movimento 5 Stelle
1 Frati Claudio 2 Candido Loredana 3 Stefanelli Stefano 4 Bugani Massimo 5 Piazza Marco 6 Locasto Donatella Margherita 7 Fava Silvia 8 Resta Claudia 9 Baraccani Daniele 10 Chiavaro Andrea
Bologna (BO), 24/01/1978 11 Poggi Massimo

Uniti per l'Alternativa

1 Argentieri Giuseppe 2 Barlotti Carmine 3 Brunelli Fabio 4 Calzolari Enrica 5 Evangelisti Marta 6 Facci Michele 7 Ferioli Stefania 8 Gallo Gianluigi 9 Minissale Giuseppe 10 Olivi Loris 11 Osti Marcella 12 Tomassini Lorenzo 13 Trenti Carlo 14 Uliani Giuditta 15 Vicinelli Giuseppe

Sinistra per i beni comuni
1 Armaroli Carmen 2 Boccadamo Lucia 3 Bonfiglioli Giorgia 4 Cavalieri Ivano 5 Cipriani Lorenzo 6 Foresi Dylan 7 Hagedoorn Hendrik 8 Morandi Nadia 9 Sazzini Lorenzo

Partito Democratico
1 Ruscigno Daniele 2 Priolo Irene 3 Monesi Marco 4 Conti Isabella 5 Minganti Lorenzo 6 Gnudi Massimo 7 Lama Rossella 8 Mazzanti Claudio 9 Ferri Mariaraffaella 10 Zacchiroli Benedetto 11 Santi Casali Raffaella 12 Caviano Pasquale 13 Sermenghi Stefano 14 Beghelli Ilaria 15 Palumberi Elisabetta 16 Ramponi Albertina 17 Manca Daniele 18 Tinti Fausto

L'abolizione delle province ha fatto nascere le città metropolitane che ne prendono il posto e che non avranno organi amministrativi direttamente eletti dai cittadini. Il che non significa, però, che non ci saranno le elezioni della città metropolitana di Bologna, solo che a essere chiamati al voto saranno i sindaci e i consiglieri comunali dei comuni che componevamo la provincia di Bologna.

Si tratta quindi di elezioni di secondo livello, a cui non saranno chiamati a partecipare tutti i cittadini, ma solo "i Sindaci e i Consiglieri dei Comuni dell'area metropolitana di Bologna. Sono eleggibili i Sindaci e i Consiglieri comunali in carica. l'elezione avviene sulla base di liste concorrenti composte da un numero di candidati non inferiori a nove (9) e non superiori a diciotto (18), sottoscritte da almeno il 5% degli aventi diritti diritto al voto; la presentazione delle liste deve avvenire dalle ore 8,00 alle ore 20,00 del 7 settembre 2014 e dalle ore 8,00 alle ore 12,00 dell'8 settembre 2014 presso l'ufficio elettorale della Provincia di Bologna in Via Malvasia 4, Bologna; il Consiglio metropolitano è eletto con voto diretto, libero e segreto, attribuito a liste di candidati concorrenti in un unico collegio elettorale corrispondente al territorio dell'area metropolitana bolognese". Questo è quanto si legge nel decreto.

Ma quando si vota per le elezioni della città metropolitana di Bologna? Il voto si terrà dalle ore 8,00 alle ore 20,00 di domenica 28 settembre presso la Provincia di Bologna nella sede di Via Malvasia 4, a Bologna. Va ricordato, visto anche che l'abolizione delle province è stata decisa per diminuire le spese pubbliche, che non ci sarà nessuna retribuzione aggiuntiva per questi consiglieri che si occuperanno della città metropolitana mentre - almeno per questo primo mandato - Merola, in quanto sindaco del Comune capoluogo, assumerà dal primo gennaio 2015 il ruolo di sindaco metropolitano.

Così, nel complesso, sono composti gli organi definitivi che compongono la città metropolitana: il sindaco metropolitano (che esercita a titolo gratuito) e due assemblee: il consiglio metropolitano (approva regolamenti, piani, programmi), è titolare dell'iniziativa per l'elaborazione dello statuto, approva il bilancio proposto dal sindaco) e la conferenza metropolitana, l'organo deliberativo dello statuto e delle modifiche. Ha funzione consultiva sul bilancio.

Bologna_seen_from_Asinelli_tower

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 2 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO