Block Bce, la manifestazione a Napoli contro la Banca Centrale Europea: i video

Block Bce, la manifestazione a Napoli del 2 ottobre. I video.

Le foto e i tweet dalla manifestazione

15.10 - L'attivista rilasciato (nel video in alto l'azione dimostrativa con la scala) ha parlato ai manifestanti e ai giornalisti presenti a piazza Bovio. E' stato l'ultimo atto della giornata, che ha avuto solo pochi minuti di tensione attorno alle 12.15: ecco un video che testimonia quegli attimi.

15.00 - Più fonti comunicano del rilascio dell'attivista fermato in mattinata.

14.50

- I manifestanti hanno raggiunto piazza Bovio. Probabilmente tenteranno di avvicinarsi alla Questura, che si trova a circa 300 metri.

14.30

- Ecco i quasi 6km del percorso effettuato fino ad ora dal corteo.

image001

14.05 - Il corteo è uscito dal Rione Sanità e - dopo aver attraversato Via Foria - entra a via Duomo, nel Centro storico della città. La situazione continua ad essere del tutto tranquilla.

13.45

- Un foto-testimonianza del momento di tensione vissuto alle 12.15.

13.28

- Prosegue il corteo nel Rione Sanità, quartiere popolare del centro di Napoli. Nel frattempo arriva la smentita sul rilascio del manifestante fermato dalla polizia, che è ancora in Questura.

13.21

- Ancora un cambio di percorso per il corteo, che ora entra negli stretti vicoli del Rione Sanità.

13.10

- Segnala Dinamopress che è stato rilasciato il manifestante che era stato portato in Questura. L'uomo era salito con una scala sul muro del bosco di Capodimonte per esporre uno striscione.

13.05

- Continua il pacifico corteo in direzione Centro storico. I manifestanti stanno percorrendo Corso Amedeo di Savoia verso Via S. Teresa degli Scalzi.

12.50 - I manifestanti stanno abbandonando la zona adiacente al bosco di Capodimonte, dove si tiene la riunione del Governing Council della Banca Centrale Europea. La scelta è quella di proseguire il corteo scendendo per Via Capodimonte, in direzione Centro storico.

12.45 - La situazione è al momento tranquilla. Il corteo è fermo a qualche centinaio di metri dalla Reggia di Capodimonte, con la polizia schierata per impedire ai manifestanti di procedere ancora. Non si registrano feriti. E' stato portato in Questura il manifestante che, con una scala, ha scavalcato il muro per entrare nel bosco di Capodimonte.

12.32 - La polizia ha fermato un manifestante che, per mostrare uno striscione, ha scavalcato il muro che separa la strada dal bosco di Capodimonte.

12.25 - La polizia concede ai manifestanti alcuni metri in più, la situazione sembra adesso più tranquilla. Nel frattempo è iniziata una forte pioggia.

12.20

- In questo momento non ci sono scontri ma rimane la tensione tra i manifestanti nelle prime file e la polizia posizionata di fronte.

12.15 - E' terminato il percorso del corteo e ci sono dei momenti di tensione: la polizia è entrata in azione con i idranti e lacrimogeni per disperdere i manifestanti, i quali hanno risposto con un lancio di petardi.

11.32

- Banche blindatissime per il passaggio del corteo di Napoli, anche se per il momento gli unici atti di cui vale la pena di prendere nota sono il lancio di petardi davanti al tribunale minorile di Napoli, in un momento - come atteso - in ricordo di Davide Bifolco, il ragazzo ucciso da un agente di polizia. I manifestanti dovrebbero essere circa duemila, tra loro tantissimi agenti della polizia, ma tutti rigorosamente in borghese per evitare provocazioni. Niente blindati. Niente divise. Posti di blocco e controlli sono lontani dalla zona da cui parte il corteo.

10.30

- Il corteo è partito e si è anche dato un tocco di colore partenopeo, visto che gradualmente tutti i manifestanti o quasi stanno indossando la maschera di Pulcinella, in una sorta di riedizione napoletana della maschera di Guy Fawkes resa celebre da V for Vendetta.

09.54

- Il corteo dovrebbe partire a momenti, ma per adesso non sono segnalate più di mille persone al massimo nel concentramento di Colli Aminei.

09.00

- Block Bce: dovrebbero essere circa tremila i manifestanti attesi per la contromanifestazione al vertice napoletano della Banca Centrale Europea. A formarne le fila, studenti, disoccupati, antagonisti dei centri sociali; in arrivo anche da Roma, Puglia e Calabria. Non sono esclusi arrivi anche da altre città e anche dall'estero, mentre si sa che non ci saranno i No Tav della Val di Susa. Il corteo si sta al momento radunando alla fermata della metro Colli Aminei, dovrebbe muoversi in direzione della Reggia di Capodimonte attorno alle 10.

Block Bce: la manifestazione a Napoli. I preparativi

La riunione a Napoli del direttivo della Banca Centrale Europea presieduta da Mario Draghi non poteva passare inosservata nel mondo antagonista, che da tempo si sta preparando al 2 ottobre per una manifestazione dal nome Block Bce. Peraltro quella della Banca Centrale non è l'unica iniziativa in programma a Napoli per quel giorno, visto che si terrà anche l'assemblea europea delle piccole e medie imprese (con la partecipazione del capo dello Stato Giorgio Napolitano e del presidente della Commissione Ue, Barroso).

Block Bce comunque concentrerà le sue proteste nei confronti della riunione presieduta da Mario Draghi. Proteste che mettono in allerta le forze dell'ordine, visto che sono previsti arrivi da tutta Italia e non solo. Si teme come sempre l'infiltrazione di frange estreme che potrebbero far degenerare il tutto; preoccupazione che sembra essere legittima, visto che questa manifestazione nasce proprio dall'iniziativa dei gruppi più radicali.

Sotto monitor sono quindi i nomi più noti del mondo antagonista, anche stranieri, ma si teme anche che Block Bce possa essere un pretesto per ridare vita alle proteste seguite all'uccisione di Davide Bifolco. Si temono insomma non pochi disordini, ragion per cui saranno impegnati centinaia di uomini delle Forze dell'ordine, concentrati soprattutto nei pressi della Reggia di Capodimonte dove la riunione si terrà. La protesta partirà invece dalla dalla stazione della metropolitana dei Colli Aminei e poi attraverserà i vicoli e le stradine che portano al parco della Reggia. Una conformazione del territorio che crea ulteriori preoccupazioni. Non è tutto: le forze dell'ordine hanno avuto il permesso di utilizzare le divise sperimentali, già sperimentate nei mesi scorsi e dotate di telecamere, da azionare però solo su ordine del primo dirigente dell’ordine pubblico. Lo scopo di queste telecamere lo ha spiegato il segretario del sindacato di Polizia, Gianni Tonelli, a Repubblica:

Sbaglia chi pensa che la telecamera sia utilizzata soltanto a garanzia dei poliziotti. Poter documentare ciò che succede in strada è una forma di trasparenza soprattutto per i cittadini. La registrazione riguarderà infatti sia i manifestanti e i tifosi sia gli agenti dei reparti mobili. La nostra è stata una battaglia di civiltà che adesso sta dando i primi frutti. Durante l’ultimo corteo a Roma e allo stadio Olimpico abbiamo avuto la percezione di quanto fosse necessario avere la prova dei fatti. Noi siamo convinti che le telecamere saranno un deterrente forte per ogni forma di violenza.

Questo per dare conto della vicenda da un punto di vista di ordine pubblico; ma ci sono ovviamente anche le motivazioni degli organizzatori, che hanno ricevuto l'appoggio di alcuni celebri "cattivi maestri" come Toni Negri e come Sandro Mezzadra, che insegna Filosofia politica a Bologna; Adalgiso Amendola, presidente del corso di laurea in Sociologia a Fisciano; lo scrittore Benedetto Vecchi; il saggista Alberto De Nicola; Raul Sanchez Cedillo e altri ancora.

Sulla pagina Facebook di Block Bce si legge invece:

Il due ottobre 2014 si riunisce a Napoli il Governing Council della Banca Centrale Europea!
I 18 governatori delle banche centrali dei paesi UE e i sei executive director della BCE, fra cui il presidente Mario Draghi, in convegno per “concordare politiche del rilancio economico”, in pratica per "celebrare" il disastro sociale da loro stessi apparecchiato col governo liberista della crisi, con le politiche di austerità e la totale deregulation del mercato del lavoro, la privatizzazione dei servizi, la sottrazione di democrazia e sovranità popolare con i trattati in nome dei quali si sono “giustificati” i tagli alla spesa sociale in tutti questi anni, da Maastricht al Fiscal Compact.

Mentre la disoccupazione esplode, i consumi continuano a contrarsi e troppa gente non ce la fa ad arrivare alla fine del mese ci appare inaccettabile l’arroganza di chi, con la costruzione dell’euro, ha guidato il più potente esproprio di risorse sociali ai danni dei ceti deboli di tutta europa dalla fine della seconda guerra mondiale. Per il gotha della tecnocrazia economica europea e gli interessi forti di cui si fa portavoce la linea certo non cambia: contrarre salari e diritti è l’unica riforma in cui crede per davvero. Il governo Renzi, nel semestre di presidenza europea, sarà sicuramente in prima fila col suo faticoso tentativo di fare del Pd il partito della stabilizzazione sociale e un programma politico che ha già mostrato il vero volto col "decreto Lupi" contro i movimenti per il diritto alla casa e il Jobs Act a istituzionalizzare la precarietà perpetua...

Da notare come gli organizzatori del Block Bce l'abbiano anche rinominata la "quinta giornata di Napoli". Riferimento alle quattro giornali di Napoli del 1943 (dal 27 al 30 settembre), quando attraverso un'insurrezione popolare la città venne liberata dalle forze armate naziste.

Block Bce: gli orari e il percorso

Strade chiuse, linee di bus che vengono cancellate per la giornata o il cui percorso viene deviato. Il tutto per non far rimanere imbottigliata la popolazione nelle strade che verranno attraversate dal corteo Block Bce. Vediamo allora, prima di tutto, il percorso della manifestazione: il ritrovo è alle ore 9.30 alla stazione metropolitana (linea 1) Colli Aminei, qui ci sarà il concentramento dei manifestanti. IL corteo autorizzato si svolgerà poi tra le 10 e le 15 in viale Colli Aminei in direzione Capodimonte. L'obiettivo dei manifestanti - ed è qui che potrebbero esserci degli scontri - è in viale Milano, dove c'è l'ingresso al Parco di Capodimonte, all'interno della cui Reggia si tiene il vertice della Bce.

Le vie chiuse saranno quindi Viale Colli Aminei in entrambe le direzioni e tutte le immissioni sul viale (iazzale Cardarelli, via Saverio Gatto, salita Scudillo, via del serbatoio, viale delle Porcellane, via Nicolardi, viale privato Farnese, viale dei Pini, parco Saia, via cardinale Prisco e via Francesco Curia). Sarà inoltre chiusa al traffico dalla mattina fino a "cessata esigenza" la diramazione “Colli Aminei” dell'uscita zona ospedaliera della Tangenziale. Sul sito del Comune, inoltre, si legge:
I veicoli provenienti da via D'Antona saranno obbligati a svoltare su via Pietro Castellino e, da via Bernardo Cavallino, sarà impedita la svolta verso il piazzale Cardarelli. Sarà, inoltre, chiusa al traffico, dalla mattina del giorno 2 ottobre e fino a cessata esigenza, la diramazione "Colli Aminei" dell'uscita zona Ospedeliera della Tangenziale.

Gli autoveicoli che percorrono via Nicolardi, per raggiungere la zona del centro, dovranno percorrere - svoltando a sinistra - via vecchia San Rocco e, da qui, raggiungere via Nuova San Rocco e, successivamente via Miano. I veicoli diretti verso la zona nord della città dovranno percorrere via Emilio Scaglione. Su via vecchia San Rocco saranno istituiti specifici controlli del divieto di sosta. Per consentire il transito del corteo su via Miano, sarà impedita, per il transito della manifestazione, la circolazione in entrambi i sensi di marcia e, pertanto, l'immissione su via Miano da via Ponti Rossi e da via Capodimonte. I veicoli provenienti da corso Amedeo di Savoia potranno effettuare inversione di marcia in corrispondenza del tondo di Capodimonte. L'uscita "Capodimonte" della Tangenziale sarà percorribile solo in direzione via S. Teresa degli Scalzi. Uno specifico servizio di Polizia Municipale sarà dedicato, inoltre, al controllo della sosta su via Iannelli.

    Dall'inizio della manifestazione e fino a cessata esigenze subiranno importanti modifiche i percorsi delle linee bus che impegnano viale Colli Aminei e via Miano. A partire dalle ore 08:30 del 2 ottobre, e fino a cessata esigenza:
    - la linea C66 (MN Colli Aminei -Ponti Rossi-Nicolini) sarà sospesa; - la linea C63 (Nicolini-Ponti Rossi- Museo nazionale) limiterà il percorso al Volto Santo dove effettuerà inversione di marcia;
    - la linea R4 (Ospedali- Colli Aminei-Municipio), dal Cardarelli, sarà instradata per via Cavallino, via Fontana, p. Medaglie D'oro, via S. Rosa, Museo, p. Municipio e viceversa;
    - la linea C40 (Garibaldi-Ospedali- Colli Aminei) proveniente dalla tangenziale, giunta al Cardarelli, sarà instradata per via Cavallino, via Fontana, via Gigante, tangenziale Arenella, Garibaldi;
    - la linea C67, in partenza da Scampia, assicurerà il collegamento lungo via Miano fino alla MN del Frullone;
    - la linea 2M effettuerà relazione tra la MN Frullone e Scampia;
    - la linea 178 sarà sospesa.

Block Bce: come seguirlo in diretta su Twitter e Facebook

Block Bce sarà, com'è ormai d'obbligo, anche un evento virtuale. La pagina ufficiale degli organizzatori, con tutti i programmi per il giorno e presumibilmente anche con foto e video in diretta, è @BlockBce, mentre l'hashtag di riferimento per seguire tutto il flusso d'informazione è #BlockBce. Non manca nemmeno la pagina Facebook, il cui ultimo aggiornamento peraltro riporta informazione che possono essere d'interesse generale e che riportiamo:

per la manifestazione NO BCE di domattina, giovedi alle 9.30 dal piazzale metro dei Colli Aminei, la METROPOLITANA linea 1 (che passa anche da piazza Garibaldi, dal centro storico, dal vomero ecc) effettua servizio REGOLARE. I pullman che transitano in zona colli aminei e capodimonte subiranno invece limitazioni connesse al dispositivo di traffico limitato nell'orario della Manifestazione (ma fino alle 9 sono regolari)

Schermata 2014-10-02 alle 09.02.45

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1355 voti.  

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO