Elezioni Regionali Veneto 2015, risultati: Luca Zaia presidente

In Veneto confermato il candidato della Lega Nord. Netta sconfitta per Alessandra Moretti del Pd.

elezioni regionali veneto 2015 risultati

Elezioni Regionali Veneto 2015, risultati e proiezioni

8:10

- Lo scrutinio è ormai quasi concluso, Zaia ha ottenuto il 50,4% dei voti, Moretti il 22,8%, Berti l'11,8%, Tosi l'11,4%, Morosin il 2,4%, Di Lucia lo 0,9%.

Sul fronte delle liste: Lista Zaia al 23,7%, Lega al 17,5%, Pd al 16,6%, M5S al 10,3%, Forza Italia al 5,8%, Lista Tosi 5,5%.

Zaia: "Sono l'unico governatore che ha superato il 50%, è una cosa che non accade tutti i giorni. Salvini può accreditarsi come potenziale leader del centrodestra, il risultato di oggi per la Lega dà la dimostrazione dello spessore della nostra proposta politica".

1:55 - Ormai è certa la rielezione di Luca Zaia come governatore del Veneto, la principale avversaria, Alessandra Moretti, risulta praticamente doppiata secondo le proiezioni sul campione del 35,9%, questi i dati: Zaia 47,2%, Moretti 22,8, Tosi 13,3%

5a proiezione Veneto

01.18 - 4a proiezione, campione del 20,1%: Zaia 47,1%, Moretti 22,6%, Tosi 13,7%

imgo-10

00.40 - 3a proiezione, campione del 15,1%: Zaia 46,3%, Moretti 23,9%, Tosi 14,1%

imgo-6

00.04 - 2a proiezione, campione del 10%: Zaia 45,2%, Moretti 25,6%, Tosi 13,9%

23.41 - Prime proiezioni e Luca Zaia ampiamente in testa.

imgo-2

Elezioni Regionali Veneto 2015: affluenza ore 23

Schermata 2015-06-01 alle 00.11.12

31 maggio - Urne aperte in Veneto per le elezioni regionali, dalle sette di questa mattina fino alle 23 della sera. Giornata fondamentale per Luca Zaia, che ha già in mano la vittoria, ma che dovrà anche leggere attentamente i risultati per capire fino a che punto la rottura con Tosi e la candidatura di Alessandra Moretti hanno ridotto i suoi consensi fino a cinque anni fa. Non è certo in Veneto, comunque, che si attendono risultati sorprendenti, essendo anzi la cosa più probabile che proprio questa sia l'unica regione a rimanere in mano al centrodestra. Altro punto d'interesse, i dati sull'affluenza, attesi bassi anche qui, come in tutta Italia.

Elezioni Regionali Veneto 2015, i risultati

Dopo l'investitura, comunque scontata, di Luca Zaia (presidente in carica) come candidato governatore nelle prossime elezioni regionali in Veneto (nell'ambito dell'election day 2015), la situazione si è andata col tempo delineando: la sfida principale è quella tra Zaia (che tutti i sondaggi danno avanti) e la candidata del Partito Democratico Alessandra Moretti. Il ruolo di terzo incomodo lo gioca Tosi, che con la sua candidatura e la rottura con la Lega ha sicuramente causato qualche preoccupazione tra gli uomini del Carroccio, che non dovrebbero comunque avere particolari difficoltà. Da non sottovalutare Jacopo Berti, candidato presidente del Movimento 5 Stelle - imprenditore di 31 anni che ha raccolto 400 preferenze tra i 2mila militanti che si sono espressi - che potrebbe contendere a Tosi la, diciamo così, terza posizione.

Un ruolo importante in queste elezioni l'ha giocato l'accordo tra Salvini e Berlusconi, che ha rinunciato a lanciare un suo candidato personale e ha deciso di appoggiare Luca Zaia. In cambio, la Lega Nord ha ceduto il suo candidato in Liguria e non si presenta in Campania. Un accordo che ha ulteriormente rafforzato la posizione di Zaia, nonostante ormai, in Veneto, Forza Italia valga circa l'8%. Una percentuale bassa ma comunque sufficiente a mettere in cassaforte la conferma di Zaia.

Elezioni Regionali Veneto 2015, i candidati

I candidati per le elezioni regionali in Veneto, al momento, sono quindi quattro:

Luca Zaia - Governatore in carica della Lega Nord, è dato in vantaggio da tutti i sondaggi e avrebbe anche potuto vincere in corsa solitaria. A creargli qualche problema è stata però la candidatura di Flavio Tosi in seguito alla spaccatura in Veneto della Lega Nord. Con l'appoggio di Forza Italia, la sua riconferma sembra essere sicura.

Alessandra Moretti - La candidata del Partito Democratico aveva iniziato a coltivare qualche speranza in seguito alla discesa in campo di Flavio Tosi, che sottraeva a Zaia una percentuale di voti non elevatissima, ma significativa. Quanto basta per permetterle di avvicinarsi. Ora che l'accordo tra Lega e Forza Italia è stato trovato, per lei la situazione si fa molto più difficile. Sono ben poche le sue chance di vittoria.

Flavio Tosi - Sindaco di Verona, la rottura con Salvini è avvenuta per l'assoluta mancanza di disponibilità del segretario della Lega Nord ad accettare che Tosi presentasse una sua lista personale, evidentemente primo passo per testare e far pesare il suo consenso personale. La discesa in campo di Tosi, però, non sembra valere più del 5/7%; soprattutto l'alleanza con il Nuovo Centrodestra fa storcere il naso a molti.

Jacopo Berti - Candidato del Movimento 5 Stelle, imprenditore di 31 anni, di sé dice: "Dalla mia parte ho la passione, la determinazione e una certa preparazione giuridica, essendo laureato in giurisprudenza. Mi sono candidato per cambiare questa regione, ormai bollata come il “sistema Veneto”, un sistema fatto di corrotti e corruttori. E’ ora di finirla con i Galan, i Chisso, i Baita, dobbiamo riportare i cittadini nelle istituzioni e l’onestà al centro della politica".

Al di fuori dei candidati principali, segnaliamo anche Alessio Morosin per Indipendenza Veneta, Laura Coletti Di Lucia per la lista "L’Altro Veneto. Ora Possiamo!", infine - firme permettendo - Sebastiano Sartori per Forza Nuova.

Elezioni regionali Veneto 2015: quando si vota

Il Consiglio dei Ministri su proposta del ministro degli Interni, Angelino Alfano, ha approvato, infatti, in serata, un decreto legge che fissa l'election day e stabilisce che la prima domenica utile è il 31 maggio 2015 per le attese elezioni regionali e amministrative. Rimandata di tre settimane, quindi, la data del voto rispetto alle prime ipotesi di tenere la tornata elettorale per il 10 di maggio. Da notare come il 31 è giorno di ponte, visto che martedì sarà il 2 giugno, festa della Repubblica. Scelta che potrebbe spingere ancora più in alto l'astensione e quindi incidere sui risultati.

Elezioni regionali Veneto 2015: come si vota

Non è previsto il ballottaggio, vince il candidato presidente che prende più voti. Le novità rispetto alla legge elettorale del 2010, promulgate nel gennaio di quest'anno, sono le seguenti.


    • i consiglieri regionali passano da 60 a 49 (oltre al presidente eletto e al candidato presidente miglior perdente);
    • è introdotto - da ora in poi - il limite di due mandati sia per il presidente che per gli assessori, nonché (in base alle modifiche da ultimo introdotte) per i consiglieri regionali;
    • gli elettori potranno votare sia per i candidati presidenti, sia per i propri rappresentanti in Consiglio regionale: è data la massima libertà agli elettori, che potranno anche esprimere un voto disgiunto, cioè il voto a un candidato presidente e, contemporaneamente, a una lista a lui non collegata;
    • in Consiglio regionale non siederanno dei “nominati” dai partiti: è infatti consentita l’espressione del voto di preferenza;
    • le liste dovranno essere composte in misura eguale da candidati di sesso maschile e femminile, alternati tra loro (50% dei candidati di ciascuna lista dovrà essere di genere femminile);
    • a livello provinciale, le liste di ogni partito saranno composte da un numero di candidati pari ai consiglieri da eleggere in ogni circoscrizione; è stata però introdotto un correttivo per le Province di Belluno e Rovigo che essendo meno popolose si trovano a eleggere un minor numero di consiglieri. In queste Province il numero di candidati per ogni lista potrà arrivare fino a 5 (in modo da rendere possibili eventuali sostituzioni in caso di dimissioni o impedimenti degli eletti);
    • a differenza che in altre Regioni non è stata innalzata la soglia di sbarramento: sono ammesse al riparto dei seggi sia le coalizioni (insieme di partiti che appoggiano lo stesso presidente) che ottengono il 5 % dei voti di coalizione, sia le coalizioni composte da almeno un partito (gruppo di liste presentate in più province con lo stesso simbolo) che hanno ottenuto il 3% dei voti di lista.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 210 voti.  
0 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO