Marco Pannella, Appello per un nuovo diritto umano: #DirittoallaConoscenza

Marco Pannella, lo storico leader dei radicali, da qualche giorno, sul suo account Twitter, sta promuovendo la campagna Per un nuovo diritto umano: il DIRITTO ALLA CONOSCENZA. L'appello è sottoscritto dal Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito, da Non c'è Pace Senza Giustizia e da Nessuno Tocchi Caino.

La finalità dell'iniziativa è "la codificazione del diritto umano universale alla conoscenza, ossia il diritto di conoscere in che modo e perché i governi a vari livelli prendano determinate decisioni che influiscono sui nostri diritti umani e libertà civili, soprattutto per quanto riguarda questioni di sicurezza nazionale".

Per i radicali, è importante intraprendere questa battaglia al fine di correggere le carenze normative vigenti. I cittadini, infatti, sarebbero scarsamente resi partecipi delle attività dei governi, che spesso agiscono nell'ombra. Dunque bisogna andare oltre il quadro attuale, sebbene alcuni paesi forniscano già strumenti legali per colmare le asimmetrie informative, come ad esempio il Freedom of Information Acts, introdotto negli Usa durante il mandato del Presidente Lyndon Johnson.

I radicali sostengono che la campagna servirà anche a contrastare lo Stato di emergenza (che, lo ricordiamo, fu tematizzato diffusamente dal giurista e filosofo Carl Schmitt), proclamato come strategia di difesa dal terrorismo, dalla droga e dall'immigrazione. Stato di emergenza che è opposto e speculare alle strategie militariste che hanno segnato gli ultimi decenni. A tale riguardo, sostiene l'appello: "Vittime della multiforme Ragion di Stato sono i diritti umani, la responsabilità, la mancanza di supervisione nel processo decisionale e, in ultima analisi, la pace. Ormai, lo Stato di Diritto rischia di esser sostituito e sepolto dallo Stato di Polizia".

Come proposito intermedio, i radicali propongono di promuovere, attraverso una Conferenza internazionale al Parlamento Europeo a marzo, "un manifesto-appello che dia nuova linfa vitale alla democrazia asserendo con forza la centralità di uno Stato di Diritto democratico, federalista, laico, e l’universalità dei Diritti Umani".

L'obiettivo finale, come tratteggiato nel testo, è quello di giungere alla

"codificazione del diritto umano universale alla CONOSCENZA, ossia il diritto di conoscere in che modo e perché i governi a vari livelli prendano determinate decisioni, non solo legate a questioni di carattere politico-militare. Crediamo che le Nazioni Unite debbano essere il nostro primo obiettivo istituzionale e che l'adozione di una risoluzione o dichiarazione politica presso di esse possa rappresentare il primo passo verso la codificazione del diritto alla conoscenza. Non vogliamo abolire il Segreto di Stato ma vogliamo correggere e migliorare i meccanismi di controllo democratico esistenti per garantire il progresso di uno Stato di Diritto democratico, nazionale e internazionale, e l'effettivo rispetto dei diritti umani"

Dare spazio a questa battaglia, come stimolo per una discussione critica, ci pare molto importante. L'appello, che siate d'accordo o meno, tocca molti punti nodali della politica contemporanea. Tuttavia, vorremmo rivolgere dei quesiti a Pannella, e lo facciamo con la stima che nutriamo per la sua storia e perché sappiamo che le sue risposte (qualora ce ne fossero) non sono mai scontate.

a) L'approccio dell'appello mi pare che subordini i diritti politici a quelli umani. Siamo certi che sia efficace porre la questione in questi termini?

b) Si propone l'aggiunta di un nuovo diritto umano, ma le Nazioni Unite hanno gli strumenti necessari oggi per far rispettare almeno i quattro diritti non-derogabili (diritto alla vita, il diritto alla libertà dalla schiavitù, il diritto alla libertà dalla tortura ed il diritto all'impossibilità della retroattività dell'azione penale) ?

c) L'universalismo astratto dei diritti umani, o meglio una certa retorica che l'accompagna, non ha fatto tutt'uno con lo Stato d'eccezione sopra evocato? Non viene "in soccorso" all'Occidente proprio nel momento in cui puntualmente si verifica una sospensione dello Stato di Diritto, ponendo così soggetti e popolazioni sfruttate in una sorta di minorità?

Candidates To The Next Parliamentary Election Attend 'Porta A Porta' - January 31, 2013

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO