Usa 2016: Rick Santorum pronto a sfidare Jeb Bush

NRA Gathers In Houston For 2013 Annual Meeting

Usa 2016 - L'ex senatore italo-americano, Rick Santorum, già candidato alle primarie repubblicane per le presidenziali del 2012, ci riprova. Dopo la recente pubblicazione di un libro, in cui ripropone i temi che gli sono più cari, dal diritto alla vita alla riduzione fiscale, l'ultra-conservatore vicino alla congregazione dei Legionari di Cristo sarebbe pronto a sfidare Jeb Bush per la nomination.

Per la verità, la decisione di tornare a correre per la Casa Bianca è il frutto di una lunga preparazione. Inoltre, segnaliamo che già il 9 dicembre scorso, Santorum aveva lasciato intendere che sarebbe stato della partita (cosa riportata anche in un articolo del Washington Post). In quell'occasione aveva ribadito di avere tutte le carte in regola per vincere le primarie.

Santorum ha ricoperto la carica di senatore dello Stato della Pennsylvania dal 1995 al 2007. Successivamente è diventato Presidente della Conferenza dei Senatori Repubblicani e nel 2012 ha sfidato alle primarie il collega di partito, Mitt Romney, che ha rinunciato alla terza corsa per la Casa Bianca il 30 gennaio scorso. Tre anni fa ottenne un risultato sorprendete: con un budget molto inferiore rispetto a quello degli altri candidati, si impose in Iowa, Alabama e Missouri.

L'esponente del partito dell'elefantino ha idee molto conservatrici rispetto a temi quali l'omosessualità, la bioetica, la sicurezza sociale e l'eutanasia. Anche sull'aborto, Santorum ha una posizione molto "netta": un embrione è già un essere umano dotato di diritti, e dunque deve essere garantito dall'autorità nazionale.

Santorum e sua moglie sono così convinti delle loro scelte in materia etica, che hanno deciso di portare a termine la gravidanza della loro ultima figlia (di otto), Bella. Quest'ultima è stata concepita pur sapendo in anticipo che avrebbe avuto una rara malattia congenita: la sindrome di Edwards. Molto probabilmente la malattia è stata favorita dall'età avanzata della signora Santorum, Karen Garver (48 anni).

I coniugi hanno cavalcato la loro vicenda personale, facendone un elemento di marketing politico. Secondo molti analisti, la presentazione del libro "Bella's Gift: How One Little Girl Transformed Our Family and Inspired a Nation", che racconta la storia della nascita della bambina disabile, potrebbe avere un consistente ritorno elettorale. Santorum, poi, non manca di rimarcare la scelta "coraggiosa" di mettere al mondo Bella in talk show televisivi e su Twitter.


Su problemi quali il terrorismo internazionale, Santorum critica frequentemente Obama. Pare essere convinto della necessità di un intervento militare, anche se non esprime considerazioni articolate sull'argomento. Preferisce parlare della questione siriana nei termini di un conflitto religioso e non perde occasione per evidenziare che l'Isis è parte integrante dell'Islam.

Le incognite sulla strada della Casa Bianca sono molte: non solo la forza economica di Jeb Bush, che è sicuramente il favorito per la nomination. Un elemento da considerare, ad esempio, è l'effetto che potrebbe avere il Meeting mondiale delle famiglie del 24 settembre prossimo, a Philadelphia. Qui ci sarà Papa Francesco, che, come è noto, ha una visione della famiglia e della solidarietà non proprio collimanti con quelle di Santorum e dei movimenti radicali cattolici americani. Il carisma del Pontefice potrebbe mettere in difficoltà non poco la campagna del repubblicano.

  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO