USA 2012: la diretta dello spoglio, la vittoria di Barack Obama

7.08: L'attesa è finita, dopo il discorso (scialbo e retorico) di Mitt Romney che ha riconosciuto la sconfitta a Chicago 10 mila persone attendono l'arrivo del presidente Obama.

6.53: La telefonata fra i due sfidanti c'è stata, Romney si prepara a salire sul palco di Boston per riconoscere la sconfitta aprendo così la strada ad Obama che parlerà di fronte ai suoi sostenitori solo dopo il discorso del candidato soccombente.

6.43: A questo punto il conteggio parla chiaro. Il Colorado resta favorevole ad Obama quindi anche senza considerare i tre stati contesti nei quali il presidente rieletto è avanti di poco (l'Ohio, attribuito da media come la CNN, la Florida e la Virginia) il conteggio recita 272. Anche ipotizzando un esito contestato in tutti e tre gli scenari i 60 delegati non basterebbero ai repubblicani per ribaltare il risultato. La vittoria non è più contestabile, Romney deve semplicemente prendere atto di un fatto incontestabile.

6.04: A Chicago c'è grande attesa per l'arrivo sul palco di Barack Obama, di fatto il rieletto presidente degli Stati Uniti deve però attendere che il conteggio sia definitivo (e ci vorrà ancora molto tempo) oppure che Romney decida di concedere la vittoria con una dichiarazione pubblica. Al momento il repubblicano sembra persuaso a non mollare, il margine nei tre stati chiave (Florida, Ohio, Virginia) è minimo, il voto popolare (il totale dei voti) vive sull'equilibrio.

Eccovi intanto le prime foto dei festeggiamenti.

Barack Obama confermato Presidente, le foto dei festeggiamenti

Barack Obama confermato Presidente, le foto dei festeggiamenti
Barack Obama confermato Presidente, le foto dei festeggiamenti
Barack Obama confermato Presidente, le foto dei festeggiamenti
Barack Obama confermato Presidente, le foto dei festeggiamenti

5.52: La vittoria è confermata, anche nel voto popolare Obama ha sorpassato Romney, ma la distanza numerica in termini di voti è davvero minima. Per questa ragione il candidato repubblicano ha deciso di attendere nel concedere, anche formalmente, il capo al suo avversario.

5.30: I primi tweets del Presidente Obama, riconfermato:


Ringraziamenti, condivisione della gioia con i sostenitori. Elezione mai in bilico, per chi ha saputo leggere i sondaggi.

5.23: Esplode la festa a Chicago, in attesa che il ri-eletto Presidente degli Stati Uniti parli ai suoi sostenitori. La proiezione decisiva per far scattare l'annuncio è stata quella che ha assegnato l'Ohio ad Obama. Nello spoglio il presidente conduce per circa 25 mila voti (73% del conteggio), ma questo distacco è destinato ad aumentare ancora.

5.19: La notizia è stata data, prima di qualsiasi network, dal presidente Obama stesso attraverso i social network. La foto dell'abbraccio con la moglie Michelle e la scritta "Four more years", inequivocabile.

5.18: Barack Obama è stato confermato Presidente degli Stati Uniti d'America.

5.15: Ancora una conferma, ecco i voti dell'Oregon, come previsto. 256 per il presidente uscente, ormai ad un passo dalla rielezione.

5.10: La conferma che Obama ha conquistato l'Iowa e il New Mexico, nel quartier generale a Chicago i sostenitori democratici festeggiano anche perché le possibilità di conferma del presidente uscente sono pari al 91%, esattamente come previsto. Il conteggio ora riporta 249 a 191.

5.07: Intanto arriva la conferma che tutti i sondaggi più accreditati avevano già fornito: i democratici mantengono il controllo del Senato, non c'è spazio per fare lo stesso alla Camera dei Rappresentanti. La vittoria di Obama sarebbe di fatto in perfetta continuità con gli ultimi 2 anni del suo mandato, senza avere cioè la maggioranza del Congresso.

5.03: Secondo la CNN il presidente Obama ha già raccolto 238 voti dei grandi elettori, Romney, che si è assicurato il North Carolina è fermo a 191. Per i democratici è arrivata la conferma del Wisconsin e degli stati della costa ovest. Non resta che attendere il verdetto della Florida per ufficializzare una vittoria arrivata anche senza l'Ohio.

4.22: Su Fox News si sta già celebrando il funerale di Mitt Romney, la tendenza che si sta affermando chiaramente (Obama che prevale di poco negli stati incerti in successione, Florida, New Hampshire, Pennsylvania e Ohio nello spoglio) ha fatto dichiarare in diretta "Sono delusa" a Sarah Palin, ex governatrice dell'Alaska.

4.08: Cominciano ad arrivare i primi segnali di resa dallo staff di Romney. Questo è il tweet di Avik Roy, consigliere del candidato repubblicano, ci sono già le congratulazioni per gli avversari.


3.41: Alla lista degli swings state contesi presi da Barack Obama si aggiunge la Pennsylvania, assegnata dai principali media compreso il New York Times.

3.31: La situazione al momento, mentre l'account Twitter del presidente invita gli elettori in fila ai seggi a rimanere sul posto per votare anche dopo l'orario di chiusura, racconta di uno spoglio in Florida che potrebbe dare la certezza praticamente matematica della rielezione.


Dopo aver incassato i voti del Wisconsin, praticamente certi, in Florida l'equilibrio è totale, ma le contee che sono più indietro nello spoglio sono quelle più popolose intorno a Miami in cui Obama ha un netto vantaggio nelle preferenze.

1.48: Mentre arrivano i primi dati per il presidente uscente l'attesa si fa spasmodica con gli occhi puntati sui dati provenienti da stati chiave come la Florida, il Virginia e l'Ohio, ma dallo staff di Obama l'impegno è ancora tutto puntato alla chiamata alle urne degli elettori. L'account twitter di Obama ricorda gli orari di chiusura dei seggi dei tanti stati, tutti quelli dell'Ovest, ancora aperti. Non si sottovalutano le code: le persone che si trovano in fila prima della chiusura hanno diritto ad esprimere la loro preferenza anche dopo l'orario ufficiale di chiusura.

Il video di Stephanie Cutter, uno dei simboli dei coordinatori della campagna, invita tutti ad andare a votare e ad aiutare persone che ancora non l'hanno fatto convincendole all'ultimo secondo. Nulla è lasciato al caso.

Se il risultato in Florida dovesse essere positivo le probabilità di una rielezione sarebbero pari al 99.9%.

6 novembre, ore 19.14: Barack Obama si conratula con Mitt Romney per la campagna elettorale, combattuta duramente. Il che appare abbastanza surreale, considerato il fatto che fino a un paio di giorni fa (per la precisione, al momento del voto anticipato del Presidente), la parola più tenera rivolta al rivale era bullshitter.

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO