Ecoreati, il ddl sui reati ambientali approvato in Senato: cosa prevede la legge

Approvato il ddl sugli ecoreati in Senato, ora il provvedimento torna alla Camera. Ecco i punti principali.

Il disegno di legge sui reati ambientali è stato approvato in Senato con 165 voti favorevoli (Pd, M5S, Sel, Ncd), 49 contrari e 18 astenuti. Dal momento che il ddl è stato modificato in questo suo secondo passaggio, dovrà ora tornare alla Camera per ottenere il via libero definitivo e diventare così legge. Quali sono i punti principali del dll sugli ecoreati? Innanzitutto ci sarà nel codice penale un nuovo titolo, quello relativo ai delitti contro l'ambiente (inquinamento ambientale, di disastro ambientale, di traffico e abbandono di materiale radioattivo e di impedimento al controllo), le sanzioni, in questo caso, vanno dai 2 ai 6 anni.

Per il delitto di disastro ambientale, la reclusione va dai 5 ai 15 anni. Ma cosa si intende con disastro ambientale? Costituisce disastro ambientale l'alterazione irreversibile dell'equilibrio dell'ecosistema o l'alterazione la cui eliminazione risulti particolarmente onerosa e conseguibile solo con provvedimenti eccezionali, ovvero l'offesa alla pubblica incolumità in ragione della rilevanza oggettiva del fatto per l'estensione della compromissione ovvero per il numero delle persone offese o esposte a pericolo. Quando il disastro è prodotto in un'area naturale protetta o sottoposta a vincolo paesaggistico, ambientale, storico, artistico, architettonico o archeologico, ovvero in danno di specie animali o vegetali protette, la pena è aumentata.

C'è qui qualcosa su cui vale la pena soffermarsi un attimo. Disastro ambientale è quando l'alterazione è "irreversibile" e quando l'eliminazione risulta "onerosa" e "conseguibile con provvedimenti eccezionali". Ma cos’è irreversibile? I danni causati nella Terra dei Fuochi sono irreversibili? Chissà. Di sicuro non è irreversibile la velenosità dell’aria di Taranto. Solo per questo allora, nel caso in cui il danno possa venire eliminato con provvedimenti non eccezionali, non lo si deve considerare disastro ambientale? Forse è il caso di ritornare sul tema in vista del passaggio alla Camera.

Abbandono di materiale radioattivo - Viene punito con la reclusione da due a sei anni e con la multa da euro 10.000 a euro 50.000 chiunque cede, acquista, riceve, trasporta, importa, esporta, procura ad altri detiene o trasferisce materiale ad alta radioattività. La stessa pena è prevista per chi abbandona materiale ad alta radioattività o che se ne disfa illegittimamente. La pena di cui al primo comma è aumentata se dal fatto deriva il pericolo di compromissione o deterioramento: 1) della qualità del suolo, del sottosuolo, delle acque o dell'aria; 2) dell'ecosistema, della biodiversità, della flora o della fauna selvatica. Se dal fatto deriva pericolo per la vita o per l'incolumità delle persone, la pena è aumentata fino alla metà.

Associazione mafiosa - Altre aggravanti riguardano i casi in cui un'associazione per delinquere sia finalizzata a commettere reati ambientali o un'associazione mafiosa sia finalizzata a commettere un delitto ambientale o all'acquisizione della gestione o comunque del controllo di attività economiche, di concessioni, di autorizzazioni, di appalti o servizi pubblici in materia ambientale. Un'altra aggravante è prevista per il caso che del sodalizio criminale facciano parte anche pubblici ufficiali o incaricati di pubblico servizio che esercitano funzioni o svolgono servizi in materia ambientale.

Ravvedimento operoso - Le pene previste sono diminuite dalla metà a due terzi nei confronti di colui che si adopera per evitare che l'attività delittuosa venga portata a conseguenze ulteriori, ovvero aiuta concretamente l'autorità di polizia o l'autorità giudiziaria nella ricostruzione del fatto, nell'individuazione degli autori o nella sottrazione di risorse rilevanti per la commissione dei delitti, ovvero provvede alla messa in sicurezza, alla bonifica e, ove possibile, al ripristino dello stato dei luoghi. Ove il giudice, su richiesta dell'imputato, disponga la sospensione del procedimento per un tempo congruo, comunque non superiore a un anno, a consentire di completare le attività di cui al primo comma, il corso della prescrizione è sospeso.

Il testo completo del disegno di legge si può leggere qui.

senato reati ambientali ecoreati

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 7 voti.  

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO