Italicum: il governo incassa anche la terza fiducia con 342 sì

Le opposizioni non hanno partecipato alla terza votazione.

17:22 - È arrivata anche la terza fiducia per il governo Renzi sull'Italicum con 342 voti favorevoli e solo 15 contrari. Le opposizioni, infatti, non hanno partecipato al voto, ma la maggioranza da sola ha raggiunto il numero legale. Si tornerà in Aula lunedì pomeriggio per l'approvazione definitiva della legge elettorale.

17:15 - Le opposizioni non hanno partecipato alla prima "chiama" per il terzo voto di fiducia sull'Italicum. I capigruppo di Forza Italia, Lega, M5S, Sel e Fdi si sono messi d'accordo nel disertare la votazione per vedere se la maggioranza da sola riesce a garantire numero legale per rendere valida la votazione.

15:02 - Tra un'ora si dovrebbe procedere al terzo voto di fiducia sull'Italicum, ma intanto è bagarre alla Camera: i capigruppo di Forza Italia (Brunetta) e Lega (Fedriga) hanno lasciato la conferenza dei capigruppo lamentando il fatto che la Presidente Boldrini non tutela le opposizioni e "farebbe bene a dimettersi". Ci sono stati disaccordi su quando votare, perché il Pd ha proposto di lavorare anche sabato e domenica per approvare l'Italicum mentre era stato provocatoriamente chiesto di votare anche domani, che è 1° maggio. Alla fine si è deciso di votare lunedì sera, 4 maggio.

Intanto, nel corso delle dichiarazioni di voto, le opposizioni hanno continuato ad accusare Renzi di "deriva autoritaria" mentre la maggioranza, pur riconoscendo che la riforma elettorale non è perfetta, ha replicato dicendo che "non c'è alcuna dittatura".

12:12 - Il governo Renzi ottiene un altro sì alla questione di fiducia posta sulla legge elettorale: al secondo voto i favorevoli sono stati 350 contro 193 contrari. Si vota la terza fiducia alle 16.

Giovedì 30 aprile 2015, ore 7:30 - Oggi sono in programma gli altri due voti di fiducia posti sull'Italicum. Alle ore 9 è aperta la discussione in Aula e alle 10:45 si procederà con il secondo voto di fiducia, poi alle 12:30 il dibattito sul terzo voto al quale si procederà a partire dalle ore 16.

L'Italicum incassa la prima fiducia


Mercoledì 29 aprile 2015

18.40 - Il premier Renzi ha affidato a Twitter il breve commento sulla prima fiducia ottenuta oggi:

16.54 - Le operazioni di voto si sono concluse: la Camera ha approvato con 352 voti a favore la prima fiducia all’Italicum, quella sull’articolo 1. In 207 hanno votato contro, uno solo si è astenuto.

Le alte due votazioni si terranno domani.

15.35 - Le operazioni di voto sono iniziate. La chiama comincerà dal deputato Castricone.

15.30 - Sembra proprio che la maggior parte dei deputati di Area Riformista del Partito Democratico non seguirà Bersani e Speranza nell’astensione dal voto. Lo ha annunciato Matteo Mauri:

Almeno cinquanta deputati di Area riformista voteranno sì alla fiducia sulla legge elettorale. Se non passa il governo cade e sarebbe da irresponsabili non votarla.

14.00 - A poche ore dall’inizio del voto, Pier Luigi Bersani ha confermato la propria intenzione di non partecipare all’operazione, precisando però che questo non coincide con la propria uscita del PD:

Io non esco dal Pd, bisogna tornare al Pd. Il gesto improprio di mettere la fiducia lo ha fatto Renzi, non io. E' lui che ha fatto lo strappo.

Il premier intanto, è tornato brevemente sulle polemiche sollevate in queste ultime ore, ribadendo ancora alcuni dei propri cavalli di battaglia:

Sulla legge elettorale sono giorni di polemica e discussione. Rispetto le posizioni di tutti e di ciascuno. Fa male sentirsi dire che siamo arroganti e prepotenti: stiamo solo facendo il nostro dovere. Siamo qui per cambiare l'Italia. Non possiamo fermarci alla prima difficoltà.

10.00 - Questo, 29 aprile 2015, è il giorno della prima fiducia all’Italicum. Il primo voto di oggi alla Camera, dopo i deliri di ieri, si terrà dopo le 15, mentre gli altri due sono in programma per domani, giovedì 30 aprile. Si voterà come anticipato ieri sugli articoli 1, 2 e 4 dell'Italicum.

Lo strappo con la minoranza del Partito Democratico è ormai netto. Giusto questa mattina il premier Matteo Renzi a scritto una lunga lettera a La Stampa perchè si è arrivati al punto di chiedere la fiducia sull’Italicum, rispondendo anche pubblicamente agli attacchi di ieri, a cominciare da quello di Renato Brunetta.

Secondo le ultime stime, lo scrive Affari Italiani, a non votare la fiducia dovrebbero essere tra i 30 e i 40 deputati del PD, non è chiaro se decideranno di votare no o se usciranno dall’aula al momento del voto.

Tra questi ci saranno, come anticipato nelle ultime ore, anche Bersani, Civati, Speranza, Cuperlo, Bindi e Fassina.

BELGIUM-EU-SUMMIT-MIGRANTS

(in aggiornamento)

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO