La Lega Nord alle elezioni 2015: Zaia confermato, ottimi numeri in Liguria, Toscana e Umbria

Lega Nord alle elezioni 2015: successo in Veneto, ottimi risultati al centro Italia

Lega Nord elezioni

La Lega Nord ottiene un risultato decisamente positivo alle Elezioni regionali 2015: il partito guidato da Matteo Salvini trionfa in Veneto, con la conferma di Luca Zaia, ma raggiunge numeri alti anche nelle altre regioni in cui è scesa in campo.

In Veneto era prevista una vittoria di Zaia, ma i numeri del governatore uscente (e ora riconfermato) sono stati superiori alle aspettative: oltre il 50% quando lo scrutinio è ancora in corso. Va detto però che la lista della Lega Nord si è fermata al 16% mentre è ben più votata la lista che porta il nome di Zaia (al 27%). Più indietro il grande ex Tosi, all'8%.

In Liguria la Lega Nord è il terzo partito dopo Pd e M5S, ma ha trainato il candidato di centrodestra Giovanni Toti verso la vittoria. Toti ha potuto contare su circa il 20% di voti con la lista della Lega, contro il 13% di Forza Italia e il 3% di Fratelli d'Italia.

Le diverse visite del leader leghista Matteo Salvini al centro-sud hanno portato i risultati sperati: in Toscana la Lega Nord è il secondo partito, con il 16% dei voti. Il leghista Claudio Borghi, seppur arrivato lontano rispetto all'eletto candidato Pd Enrico Rossi, ha dimostrato di essere il punto di riferimento del centrodestra, avendo doppiato Stefano Mugnai di Forza Italia.

In Umbria il candidato leghista Claudio Ricci ha dato non pochi brividi alla rivale del Pd Catiuscia Marini: Ricci ha ottenuto circa il 40% dei voti, contro il 43% della candidata del centrosinistra. E ancora una volta, è la lista della Lega Nord a trainare il centrodestra: 17% per la Lega, 8% per Forza Italia, 5% per Fratelli d'Italia. La Lega Nord è secondo partito in Umbria, precedendo il M5S.

Nelle Marche la Lega Nord si ferma al 13%. Il suo candidato Fancesco Acquaroli, al 18%, si piazza alle spalle di Ceriscioli (Pd, eletto governatore) e Maggi (M5S). Anche in questo caso è interessante il confronto tra Lega e Forza Italia: Gian Mario Spacca, candidato FI, ha circa 5 punti percentuali in meno rispetto ad Acquaroli.

Matteo Salvini può esultare: la sua strategia politica ha funzionato e adesso i numeri lo legittimano come motore trainante del centrodestra, almeno stando ai voti ottenuti alle Elezioni Regionali 2015.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 8 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO