Tensioni Ucraina-Russia: Gazprom blocca le forniture di gas a Kiev

Le tensioni tra Kiev e Mosca non si sono mai placate dopo la guerra civile e l' "annessione della Crimea" da parte della Russia. E' in questo contesto che va interpretata la decisione dal gruppo Gazprom di bloccare le forniture di gas all'Ucraina. Decisione che ci riporta ad una situazione simile a quella del 2009, quando ci furono seri problemi di rifornimento in Europa proprio nel bel mezzo dell'inverno.

La scelta di stoppare il gas è stata causata dal mancato pagamento di Kiev. E, secondo l'ad del colosso energetico russo, Alexiei Miller, il blocco "può creare seri rischi di interruzione delle forniture di gas russo verso l'Europa".

Non è da escludere che questa non sia una risposta di Mosca anche al danneggiamento delle quattro linee che forniscono corrente elettrica alla Crimea. Secondo la Russia, il sabotaggio, avvenuto il 20 novembre scorso, sarebbe stato attuato da attivisti che supportano il governo ucraino.

Sulla stampa internazionale, qualcuno ha voluto vedere una connessione tra la decisione di Gazprom, emersa oggi, e l'abbattimento del Jet russo da parte della Turchia. Una sorta di avvertimento ai paesi dell'Occidente, mentre Il Cremlino, dopo aver già ridotto le capacità del gasdotto Turkish Stream, pensa a nuove misure da attuare contro Ankara.

L'ultimo blocco nei confronti del'Ucraina risale all'estate scorsa. Poi le forniture erano riprese regolarmente il 12 ottobre, con un accordo che stabiliva che Kiev avrebbe pagato in anticipo i volumi richiesti. Gazprom, però, ha dovuto prendere atto del mancato pagamento e ha stoppato le forniture. Quello che preoccupa è che le riserve sul territorio ucraino potrebbero essere non sufficienti a garantire il transito di gas russo verso l’Europa.

In realtà il governo di Kiev aveva versato un anticipo di 234 milioni di dollari, senza corrispondere al totale della cifra di mezzo miliardo. L'accordo con Gazprom era stato il frutto di una lunga trattativa, che ha portato Mosca ad abbassare il prezzo del gas (circa 230 dollari per mille metri cubi).

Kiev, per parte sua, ha cercato di allentare la sua dipendenza nei confronti di Mosca, acquistando gas dalle nazioni della Ue a prezzi inferiori. Ma è evidente che non è ancora sufficiente.

Intanto, come evidenzia l'agenzia Associated Press, questa mattina in Ucraina - dove la maggior parte delle abitazioni dipende da un riscaldamento centralizzato a gas - le temperature erano sotto lo zero.

Russia?s Prime Minister Vladimir Putin (

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO