Idea, "Identità e Azione": Gaetano Quagliariello fonda un nuovo partito-movimento

ministro-quagliarellojpg

A qualche osservatore della politica è sfuggito, visto le continue evoluzioni che riguardano il centro italiano, diviso tra governo Renzi e autonomia, tra conservatori e riformisti, tra quelli che vogliono riallacciare i rapporti con Berlusconi e quelli che traslocano direttamente nel Pd. In ogni caso, il mese scorso, al caffè Illy di Roma, è nato un nuovo soggetto politico, Idea, acronimo che sta per Identità e Azione.

A guidarlo è Gaetano Quagliariello. L'ex Forza Italia, ex Ncd ed ex ministro per le Riforme costituzionali del governo Letta ha deciso di dare vita ad una nuova forza politica che si colloca nell'ambito del centrodestra, come alternativa al "partito della nazione" di Renzi. Tuttavia, l'obiettivo sembrerebbe quello di confluire in un secondo momento in una formazione più grande, allargata senz'altro al movimento Italia Unica di Corrado Passera e a tutti i popolari e i liberali che ci stanno. Dunque, non è escluso anche il dialogo con Conservatori e Riformisti di Raffaele Fitto.

In Parlamento, per il momento, Idea non può costruire gruppi autonomi perché vi hanno aderito solo 8 tra deputati e senatori. Al senato, ci sono Quagliariello, Andrea Augello, Luigi Compagna e Carlo Giovanardi, alla Camera, invece, Renata Bueno, Vincenzo Piso, Eugenia Roccella e Guglielmo Vaccaro. Per far parte di Idea, anche se tutti i suoi membri "nazionali" finora non hanno perseguito questa strada, non è necessario lasciare il partito di origine: vale anche la doppia appartenenza.

Secondo le indiscrezioni, nella formazione di Quagliariello, potrebbero esserci presto nuovi arrivi. Dagli ex leghisti di Flavio Tosi ad alcuni senatori di Forza Italia, che non hanno alcuna intenzione di allearsi con la Lega Nord di Matteo Salvini.

Ma è in ambito locale che Idea sta riscuotendo il più alto numero di adesioni. D'altro canto nel presentare il suo movimento, Quagliariello aveva precisato: "I nostri interlocutori non sono i parlamentari, perché la nostra non è un’operazione di palazzo, ma chi sta nei territori".

Come riporta Il Fatto Quotidiano, dall'Emilia Romagna alla Puglia, dall'Abruzzo alla Campania, dal Lazio al Veneto, sono molti i fuoriusciti di Ncd ed ex di centro-destra che si sono schierati, più o meno apertamente, con Idea.

Tra i sostenitori del nuovo progetto ci sono, tra gli altri, l’ex europarlamentare Roberta Angelilli nel Lazio e l’ex governatore Gianni Chiodi in Abruzzo. Carlo Giovanardi, intanto, sta facendo un lavoro molto mirato sul territorio in Emilia.

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 65 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO