Francia: Hollande lancia un piano da 2 miliardi contro la disoccupazione. La corsa all'Eliseo è già partita

Le presidenziali 2017 si avvicinano, e Francois Hollande prova a correre ai ripari. Dopo le misure sulla sicurezza conseguenti agli attentati del 13 novembre a Parigi, ora l'inquilino dell'Eliseo mette in campo un piano straordinario per il lavoro. L'obiettivo è quello far fronte alla difficile situazione in cui versa la Francia.

Si tratta di 7 misure chiave, da un valore complessivo di 2 miliardi di euro, per rimettere in moto l'economia. E, precisa il presidente francese, non sono previsti aumenti delle tasse: "senza prelievi supplementari di alcuna sorta". Un miliardo di euro sarà investito in formazione per 500 mila disoccupati (quelli meno qualificati), in particolare in settori come l'ambiente e il digitale.

Se non sarà invertita la curva della disoccupazione entro 18 mesi, Hollande ha promesso che non si ricandiderà alle presidenziali per il Partito Socialista. Ricordiamo che in Francia, il tasso di senza lavoro tocca il 10%, pari a più di 3 milioni e mezzo di disoccupati.

I 2 miliardi, spiega il ministero dell'economia transalpino, "verranno interamente finanziati" da risparmi e tagli alla spesa. Per quanto concerne invece la formazione, lo Stato potrà avvalersi anche dell'aiuto di partner sociali. Non è ancora chiaro se parteciperanno anche le Regioni al progetto.

Hollande ha anche predisposto incentivi per 2mila euro alle Pmi, che assumono con contratti a tempo indeterminato e determinato di almeno 6 mesi. Arriverà presto, inoltre, una revisione del codice del lavoro, molto caro alla sinistra. Il fine di Hollande è una semplificazione delle regole per incoraggiare una maggiore flessibilità.

Insomma, meno stato sociale, meno tutele, più flessibilità e incentivi per le assunzioni. La ricetta d'oltralpe di Hollande è molto simile al Jobs Act renziano. Il presidente in carica sa che il lavoro rimane in cima alle preoccupazioni dei cittadini, ancor di più della sicurezza. A dirlo sono tutti i sondaggi.

Staremo a vedere se la ricetta sarà quella giusta e quanto sarà disposta ad accettare la sinistra socialista del nuovo piano.

Francois Hollande

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

0 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO