Verdini e i suoi nella maggioranza? Arriva lo stop della minoranza Pd

I verdiniani hanno ottenuto tre vicepresidenze nelle Commissioni del Senato.

Denis Verdini maggioranza

I verdiniani, grazie ai quali è passato in Senato il Ddl Boschi, sono stati oggi lautamente ricompensati con tre vicepresidenze nelle commissioni di Palazzo Madama. Il gruppo Ala (Alleanza liberalpopolare-autonomie), che fa capo a Denis Verdini fuoriuscito da Forza Italia, ha infatti rimediato la vicepresidenza nella commissione Finanze con Eva Longo, Bilancio con Pietro Langella e Difesa con Giuseppe Compagnone.

Paolo Romani di Forza Italia ha commentato:

“Prendiamo atto dell'ingresso di Ala in maggioranza. Non avevamo dubbi al riguardo e oggi c'è stata una ratifica formale”
Luigi Zanda

, presidente dei senatori del Pd, ha risposto:

“Paolo Romani sa bene che in Parlamento chi vota la fiducia al governo è in maggioranza, chi non la vota è all'opposizione. Romani sa anche bene che le vicepresidenze delle commissioni, per prassi, vanno in parti uguali a parlamentari di maggioranza e di opposizione. Non capisco quindi cosa Romani vada dicendo su fantomatiche nuove maggioranze in Senato”

Ma la reazione più dura il Pd l’ha avuto in casa sua ed è stata quella della minoranza Dem. Roberto Speranza, infatti, ha detto:

“Ieri il voto di Verdini & company al Senato, decisivo ai fini del raggiungimento della maggioranza assoluta, oggi la elezione di tre vice presidenti delle commissioni al Senato. Forse è il caso che Renzi ci dica se esiste una nuova maggioranza politica che sostiene il governo e che comprende anche Verdini. Se è così si deve aprire un dibattito pubblico e in Parlamento”

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO