DiMartedì | Puntata 8 marzo 2016

DiMartedì: la puntata dell'8 marzo 2016

  • 00.50

    Finisce la puntata. Alè.

  • 00.49

    Roberti spiega: "Siamo un Paese a rischio. Facciamo indagini per prevenire attentanti e possibili insediamenti. I cittadini non devono avere paura".

  • 00.40

    In studio Franco Roberti, procuratore nazionale antimafia: "Non si può governare innescando la paura, bisogna governare per dare sicurezza".

  • 00.38

    Ultimo blocco: la sicurezza.

  • 00.38

    Richetti: "Mi preoccupa esodo dalla democrazia come accade nel Pd perché così non si va avanti molto".

  • 00.37

    Molinari: "La maggioranza degli italiani continua a stare con Renzi, ci sono pochi dubbi".

  • 00.36

    Richetti: "Il centrodestra non lo do per morto, ma vedo che a molti elettori manca un riferimento".

  • 00.31

    Richetti: "Giachetti ha recuperato a Roma; chiunque del Pd è stato interessato dai fatti di Mafia Capitale dovrà dimettersi".

  • 00.30

    Molinari: "Il vero problema del Pd è l'assenza di opposizione nel centrodestra; i voti potrebbero slittare dal centrodestra al M5S".

  • 00.29

    Richetti: "Non sono un gufo, questo è un grande governo che sta raccogliendo grandi risultati. Ma c'è una comunità politica che chiede di dire la sua".

  • 00.27

    Richetti: "L'obiettivo di Speranza è sempre e solo chiedere il congresso, io sono un renziano della prima ora, ma il basta agli Scilipoti deve valere anche per Verdini".

  • 00.23

    Molinari de La Stampa: "Le responsabilità sono individuali, bisogna accertarle".

  • 00.22

    Richetti sui voti di scambio alle primarie del Pd a Napoli: "Sono continui episodi che macchiano un esperimento democratico. Sono valide? Secondo me non hanno alterato il risultato".

  • 00.20

    Richetti in studio. Si parla di attualità politica.

  • 00.18

    Bongiorno: "Esiste ancora nell'uomo il convincimento di superiorità e di possesso nei confronti della donna".

  • 00.17

    Bongiorno spiega che il vocabolo 'femminicidio' è entrato nei giorni scorsi nella Treccani.

  • 00.13

    Bongiorno: "La legge sullo stalking permette a chi è perseguitato di far interrompere questa attività. Quando la vittima è indotta a cambiare abitudini e si sente minacciata, allora è stalking".

  • 00.11

    Giulia Bongiorno in studio, si parla di stalking e violenza sulle donne.

  • 00.02

    Collegamento in diretta da Fiumicino: le salme dei due italiani morti in Libia rientreranno in Italia solo domani.

  • 23.55

    Viene riproposta la copertina di Crozza della scorsa settimana.

  • 23.49

    Poletti: "Siamo il primo Governo che ha fatto un piano contro la povertà. 80 euro pochi? Sono meglio di niente".

  • 23.45

    Poletti: "Noi dobbiamo lottare contro la povertà, non contro la ricchezza. Dobbiamo essere capaci di creare possibilità".

  • 23.43

    Poletti: "La reversibilità non la tocchiamo, è fuori discussione".

  • 23.41

    Poletti: "I lavori socialmente utili dovrebbero farli i 60enni, non i giovani. Loro mandiamoli a lavorare".

  • 23.39

    Per il ministro l'ipotesi del "prestito previdenziale" sarebbe il più conveniente a livello di "impatto sulla contabilità nazionale perché non incide sui conti pubblici".

  • 23.38

    Per il ministro Poletti "abbiamo bisogno di un sistema previdenziale più efficiente".

  • 23.35

    Poletti spiega: "Molti dei risparmi della Fornero ce li siamo giocati con le clausole di salvaguardia degli esodati".

  • 23.34

    Poletti: "La legge Fornero è stata fatta male, non ha costruito una gradualità nell'uscita. I risparmi previsti dalla legge Fornero sono già dentro il bilancio dello Stato".

  • 23.32

    Poletti fa gli auguri alle donne e annuncia: "Il 12 marzo parte una legge che dice che per comunicare le dimissioni non basterà più una lettera firmata chissà da chi, magari da una donna costretta a firmare per portare avanti la gravidanza".

  • 23.30

    Il ministro del Lavoro Poletti in studio.

  • 23.29

    Del Santo fa sapere che "dal 2016 ci sarà un moltiplicatore per coprire i costi della manutenzione". Morani ribatte notando che le bollette italiane sono le più basse di Europa.

  • 23.27

    Licia Colò: "Credo che l'acqua dovrebbe costare di più, gli italiani consumano troppa acqua in bottiglia".

  • 23.24

    Giordano: "Mi sento un po' preso in giro quando sento che ci sarà il rimborso se l'autobus arriverà in ritardo. Voglio vedere come si farà... è l'annuncite!". Morani: "Il principio però è giusto, aspettiamo di vedere se sarà applicato".

  • 23.22

    Morani: "C'è un tavolo di lavoro attivo al ministero, si stanno stabilendo gli obblighi a carico degli operatori, come gli obblighi di letture".

  • 23.21

    In un servizio si parla di bollette dell'acqua.

  • 23.18

    La Del Santo ricorda che è "importante verificare i consumi effettuati", che non sempre sono quelli stimati.

  • 23.17

    Morani sulla telefonia: "Presto si potrà disdire il contratto senza la raccomandata".

  • 23.16

    Bertucci: "Dal primo aprile cambieranno le tariffe, si quadruplicherà il costo delle telefonate col telefono fisso".

  • 23.11

    Si discute di bollette e dei tempi che si accorciano. Non più pagamenti al mese, ma a 28 giorni, cioè 13 mensilità all'anno. Bertucci di Aduc: "il vantaggio è tutto delle imprese e dello Stato". Catricalà: "Su queste operazioni ci sono Authority che vigilano o che dovrebbero farlo. Antitrust vigila bene, anche l'Agcom".

  • 23.00

    In un servizio si parla di voluntary disclosure per gli evasori.

  • 22.49

    Mercalli: "Il flusso dei migranti è destinato a crescere, bisogna progettare sistemi per gestirlo".

  • 22.47

    Mercalli spiega che "il fenomeno migratorio è creato anche da fenomeni climatici".

  • 22.45

    Licia Colò indignata dal fatto "che si cerchi il profitto sui più deboli".

  • 22.43

    Giordano parla di immigrati affidati a una società che si occupa di sicurezza e ha sede in paradiso fiscale.

  • 22.38

    Giordano: "Le società di Mafia capitale continuano a vincere gli appalti in tutta Italia".

  • 22.37

    Giordano: "Un giro d'affari è di oltre 3 miliardi di euro di costi diretti. A ciò si aggiunge l'indotto".

  • 22.36

    Intervista con Mario Giordano, autore del libro Profugopoli.

  • 22.30

    Cazzola sull'Inps: "Se il bilancio fa acqua è da deficienti pensare di cambiare la legge Fornero"

  • 22.28

    Cazzola: "Che si debba lavorare di più lo dicono tutti, in conseguenza dei dati demografici".

  • 22.27

    Giordano: "L'Inps non regge perché non regge il sistema: non entrano i nuovi lavoratori, anche per colpa della legge Fornero. In più c'è una folle gestione dell'Inps".

  • 22.24

    Giordano sentenzia: "Tra cittadini e banche in difficoltà, lo Stato sceglie di aiutare sempre le banche".

  • 22.22

    Salvini convinto che "la fregatura del bail-in" vada "cancellata e annullata".

  • 22.20

    In un servizio si parla di banche che vendono le case come agenzie immobiliari.

  • 22.17

    Zanetti: "Quante banche rischiano in Italia? Poche. Il settore bancario nel complesso è solido".

  • 22.16

    Si parla di mutuo. Bertucci: "La questione delle 18 rate non un problema ma è ipocrita considerarla come facoltativa".

  • 22.11

    Salvini ironizza: "Vogliamo Renzi dalla d'Urso con i nomi dei colpevoli!"

  • 22.10

    Zanetti sul rimborso per i risparmiatori che hanno perso soldi in banca: "Entro il 31 marzo dobbiamo fare i decreti, sono preoccupato, è giusto che l'opposizione incalzi".

  • 22.05

    Zanetti sui disabili: "Il consiglio di Stato è intervenuto e ora dobbiamo intervenire per fare chiarezza sull'Isee".

  • 22.03

    Alessandrucci: "Cazzola dovrebbe rinunciare al vitalizio". Cazzola: "Il vitalizio è mio e me lo gestisco io". Salvini: "Mi arrendo".

  • 22.00

    Giordano: "Però cancellate la norma, c'è un allegato tecnico in cui si parla di previdenza e di reversibilità".

  • 21.59

    Salvini: "Lo Stato fa cassa sui disabili e sulle vedove". Zanetti: "Pensioni di reversibilità? Non ci saranno interventi, stiamo parlando del nulla".

  • 21.58

    Cazzola: "Rinunciare al vitalizio? Perché dovrei? Non è un vitalizio".

  • 21.57

    Cazzola: "Io di vitalizio prendo poco, ho fatto solo una legislatura. Io prendo una buona pensione".

  • 21.56

    Giordano propone di ricalcolare le pensioni d'oro, sui €6mila al mese. Cazzola gli fa notare che gran parte delle pensioni d'oro sono di giornalisti.

  • 21.54

    Zanetti: "I pensionati non sono un bancomat ma una spesa per il governo".

  • 21.53

    Salvini: "Il governo porti in Parlamento la riforma della legge Fornero".

  • 21.52

    Giordano: "Si cerca di scaricare sui pensionati i costi di un sistema che non regge".

  • 21.50

    Alessandrucci: "Gli italiani non vogliono più sentire risposte politiche perchè non portano lontano".

  • 21.48

    Salvini: "Incontro ogni giorno persone di 50 anni che pagano da decenni e non hanno lavoro".

  • 21.46

    Salvini insiste: "E' una legge sbagliata, capita di sbagliare, si chiede scusa e si cambia".

  • 21.44

    Cazzola, rivolgendosi a Salvini, rivendica il voto a favore della legge Fornero. Il leghista: "Una legge infame, ha rovinato gli italiani".

  • 21.40

    Con un servizio si introduce il tema delle pensioni.

  • 21.36

    L'imitazione di De Luca.

  • 21.33

    "Le primarie del Pd non interessano più nemmeno a Renzi, il valletto della d’Urso".

  • 21.32

    Crozza ironizza sulle primarie del Pd e sull'ospitata di Renzi a Domenica Live.

  • 21.30

    Maurizio Crozza.

  • 21.28

    Salvini sugli italiani ostaggi in Libia: "Il governo non ne parla in Parlamento ma in tv. Non ci vuole uno scienziato per sospettare che abbiano chiesto un riscatto".

  • 21.25

    Salvini: "Alfano sostiene Parisi a Milano? Domanda che immagino stia togliendo il sonno agli italiani, ma rispondo. A Milano Ncd sostiene il candidato e il programma della Lega. Il comportamento di Alfano a livello nazionale è un altro discorso".

  • 21.19

    Salvini: "Roma la conosco meno di altre città, mi approccio con umiltà".

  • 21.17

    Salvini: "Migliaia di romani domenica potranno dire la loro gratis su un candidato. Fino a domenica non dirò nulla".

  • 21.17

    Floris lancia temi e ospiti della puntata. Tra questi anche Matteo Salvini, Alessia Morani e il ministro Poletti.

giovannif

Andrà in onda stasera a partire dalle 21:10 una nuova puntata di DiMartedì, il talk show di La7 condotto da Giovanni Floris, che seguiremo in liveblogging su Blogo.

DiMartedì | Anticipazioni puntata 8 marzo 2016

DiMartedì

: tra gli ospiti Matteo Richetti del Pd e il viceministro dell'economica Enrico Zanetti.

DiMartedì | Maurizio Crozza

crorr

In apertura di puntata la tradizionale copertina satirica di Maurizio Crozza.

DiMartedì | Come vederlo in tv e in streaming

Tutte le puntate di DiMartedì, in onda su La7 a partire dalle ore 21.10, sono visibili in diretta streaming sul sito ufficiale di La7. Su Blogo il liveblogging.

DiMartedì | Second screen

DiMartedì ha un sito ufficiale ed ha attivi gli account su Facebook e Twitter.


Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 1 voto.  

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO