Obama: “Il terrorismo nucleare è la minaccia più grande”

L’intervento del Presidente degli Stati Uniti alla conferenza sul nucleare.

A Washington si è tenuta oggi la Conferenza internazionale sulla sicurezza nucleare (Nuclear Security Summit) e tra gli interventi più attesi c’è stato, ovviamente, quello del padrone di casa, il Presidente degli Stati Uniti Barack Obama, che prima del vertice ha accolto i suoi colleghi capi di Stato alla Casa Bianca. Il numero uno a stelle e strisce ha detto durante il suo intervento che il nucleare in mano ai terroristi è una delle minacce più grandi e ha aggiunto:

“Dobbiamo ridurre il rischio di terrorismo nucleare”

spiegando come siano stati fatti “significativi progressi” nel campo della sicurezza nucleare, ma è ancora grande la minaccia che i terroristi possano accedere ad armi nucleari e che dunque queste possano finire nelle mani sbagliate che non esiterebbero ad usarle e lo stesso sarebbe per le armi chimiche.

A margine della conferenza Obama ha incontrato i membri del Consiglio di sicurezza dell’Onu e ha detto che l’accordo con l’Iran sul suo programma nucleare è stato un “sostanziale successo”, che non è stato facile raggiungerlo, ma è un ottimo risultato raggiunto da tutta la comunità internazionale.

Anche il premier italiano Matteo Renzi, presente al vertice, rispondendo a una domanda diretta, ha parlato dei timori del terrorismo nucleare e ha detto:

“È ovvio che tutto ciò che è prevenzione viene studiato con grande attenzione, anche ipotesi più estreme, ma al momento non ci sono elementi specifici di allarme”

Renzi ha poi detto che c’è una grande collaborazione e amicizia tra il governo americano e l’Italia e ha sottolineato che “è forme come non mai” perché

“Il rapporto con gli americani è nel momento di massima cooperazione, anche su singoli temi come la politica economica europea e il Mediterraneo”

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO