Regionali Lombardia: chi è Silvana Carcano, la candidata del Movimento 5 Stelle



Nel giorno in cui il Consiglio regionale uscente della Lombardia è travolto dagli scandali, Beppe Grillo annuncia i risultati del voto on-line per la scelta del candidato governatore del Movimento 5 Stelle. E, seguendo quella che sul blog di Grillo viene già chiamata "l'onda rosa" avviata già con le parlamentarie, anche la candidata in Lombardia è una donna: Silvana Carcano, 41 anni, 2 figli, laureata in Economia e Commercio, libera professionista.

Nella sua pagina sul sito del M5S la Carcano si definisce:

Orgogliosa madre di due splendide figlie, di 9 e 7 anni. Lettrice vorace di romanzi e saggi. La grande passione della vita? La politica (sin dalle superiori come rappresentante d'istituto, ma sempre fuori da organizzazioni di partito) e la scrittura (appena posso scrivo)



Grillo invece ricorda:

Hanno votato per le liste 2.003 persone e per il portavoce presidente 1.991, dei 4.885 aventi diritto iscritti al M5S in Lombardia entro il 30/9/2012 con i documenti di identità digitalizzati. I voti potenziali, tre preferenze per votante, erano 14.655 e i voti espressi rispettivamente 5.505 per la portavoce, e 5.690 per le liste. Per votare non è stato chiesto un euro e il M5S non prenderà i contributi per le elezioni come ha già fatto nelle altre Regioni.

Questa invece la dichiarazione di intenti della Carcano:

Agirò per:
- avere una Regione in cui la dignità dell’essere umano torni a essere perno centrale, favorendo le attività creative, lo sviluppo del patrimonio culturale, artistico, musicale e turistico
- promuovere la valutazione dell’impatto sanitario delle politiche regionali di trasporti, urbanistica, ambiente, lavoro ed educazione
- favorire le piccole e medie imprese, gli artigiani, le produzioni locali e quelle a km 0 o a filiera corta, per applicare disincentivi alle aziende che generano danni sociali e ambientali, anche con tassazioni sui materiali e sulle emissioni/inquinanti, e per sostenere il settore non profit
- favorire le economie agricole (il contadino è uno dei mestieri più alti per l’essere umano), l’indipendenza dell’agricoltura dalle industrie e la rinascita della campagna fertile lombarda
- potenziare le scuole e le strutture sanitarie pubbliche

Favorirò la diffusione del modello della decrescita:
1. meno energia: risparmio energetico e crescita dell’efficienza energetica
2. meno materiali: recupero della materia, raccolta differenziata porta a porta e puntuale, sviluppo dei sistemi di Trattamento Meccanico Biologico e progressivo spegnimento degl’inceneritori
3. meno petrolio: incentivazione delle fonti di produzione energetica pulita, con possibilità di vendere energia anche agli impianti di micro-generazione
4. meno cemento: stop alla cementificazione e al consumo di suolo, concessioni di licenze edilizie solo per demolizioni e ricostruzioni o per cambi di destinazioni d’uso di aree industriali dismesse, finanziamenti per attività di riassetto idrogeologico, ripiantumazione e mitigazione ambientale
5. meno auto: piano di trasporto pubblico non inquinante con potenziamento del parco treni per i pendolari, reti di piste ciclabili, blocco delle nuove autostrade lombarde (TEEM, PEDEMONTANA, RHO-MONZA) e finanziamento di progetti di gestione integrata dei mezzi di trasporto

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 49 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail
1 commenti Aggiorna
Ordina:

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO