Obama piange i bambini della strage. Svolta per il controllo delle armi?

Il presidente Barack Obama ha parlato in diretta televisiva al paese sconvolto dagli incredibili fatti di Newtown, Connecticut. Questa mattina, alle 9.41 ora locale, un 24enne che risponde al nome di Adam Lanza (fino a pochi minuti fa sembrava si trattasse del fratello Ryan) è entrato armato fino ai denti nella Sandy Hook Elementary School. La sparatoria che ne ha seguita ha causato 27 vittime, almeno 18 di questi erano bambini di un'età compresa fra i 5 e i 10 anni. Il bilancio è ancora provvisorio e i numeri non sono confermati. Il killer ha ucciso, fra gli altri, anche la madre che lavorava come insegnante nella scuola, ma l'avrebbe fatto nella casa in cui vivevano insieme a Newtown. Era lei a detenere legalmente le armi usate nella strage. Il padre, che alcune fonti giornalistiche includevano fra le vittime, vive sempre nel Connecticut, ma in un'altra città e sta bene. La polizia l'ha fermato per interrogarlo.

Qui potete trovare tutti gli ultimi aggiornamenti

Ancora una strage negli USA. Dopo il liceo di Columbine che ispirò il film denuncia di Michael Moore e il campus della Virginia Tech ecco il tragico quadro completato con una scuola elementare che fa da sfondo ad un crimine atroce e senza senso. Proprio il film di Moore sollevava la questione della diffusione delle armi negli Stati Uniti, la facilità di procurarsi una pistola e di detenerla legalmente andando a costruire autentici arsenali in grado di seminare morte fra persone innocenti ed indifese.

Basta fare un giro su Wikipedia per trovare tracce di un bollettino di guerra. Ecco alcuni dei casi più recenti in ordine cronologico:


1) Cinema di Aurora, Colorado - 12 vittime - 20 Luglio 2012
2) Immigration Center Binghamton, NY - 13 vittime (+1 terrorista) - 3 Aprile 2009
3) Geneva County, Alabama - 10 vittime (+1 terrorista) - 10 Marzo 2009
4) Virginia Tech - 32 vittime (+1 terrorista) - 16 Aprile 2007
5) Columbine High School - 13 vittime (+2 terroristi) - 20 Aprile 1999
6) Luby's Cafeteria Killen, Texas - 23 vittime (+1 terrorista) - 16 Ottobre 1991
7) Ufficio Postale di Edmond, Oklahoma - 14 vittime (+1 terrorista) - 20 Agosto 1986

Più di 120 morti la cui unica colpa è stata quella di trovarsi sulla strada di un uomo fuori di senno e armato come nemmeno un marines al fronte. Il presidente Obama si è più volte pronunciato in favore di un restringimento delle libertà in fatto di possesso di armi negli USA. Le sue sono rimaste soltanto parole, le potenti lobby (una su tutte la NRA), che ritengono un diritto inviolabile di ogni cittadino americano quello di possedere un'arma, fanno evidentemente più paura di una pistola puntata alla testa.

Obama si commuove parlando della strage di Newtown

Obama si commuove parlando della strage di Newtown
Obama si commuove parlando della strage di Newtown
Obama si commuove parlando della strage di Newtown
Obama si commuove parlando della strage di Newtown

Nella conferenza stampa Obama ha sottolineato come siano state tante "le tragedie come questa negli ultimi anni", era visibilmente commosso e si è concentrato sul dolore legato al lutto: "i nostri cuori sono distrutti oggi".

"Dovremo tutti insieme fare qualcosa per prevenire tragedie come questa", ha detto. Sarà questo il caso che spingerà il presidente a prendere iniziative concrete dopo tante promesse?

Video - Obama commosso dopo la strage di Newtown

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 13 voti.  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO