Russia: "l'Ucraina ha tentato di inviare gruppi armati in Crimea"

sanzioni russia putin

Ieri, mercoledì 10 agosto, la Russia ha accusato l'Ucraina di aver tentato di inviare gruppi armati in Crimea. Secondo Mosca, l'obiettivo di Kiev era quello di portare a termine attentati terroristici, che il Servizio di Sicurezza Federale (Fsb) avrebbe sventato attraverso uno scontro a fuoco, nel quale sarebbero morti due militari russi, uno dello stesso Fsb e l'altro del ministero della Difesa.

Lo scontro avrebbe avuto luogo nella notte tra sabato 6 e domenica 7 agosto, nei pressi di Armiansk. Mosca afferma di aver individuato un gruppo di sabotatori, e per questa ragione ne è conseguito una sparatoria. I servizi russi hanno aggiunto che nella notte tra il 7 e l'8 si è verificato un altro tentativo di infiltrazione di terroristi, che hanno beneficiato della "copertura del fuoco dei blindati ucraini".

In una dichiarazione ufficiale, il Fsb ha parlato di "atti terroristici preparati dai servizi segreti del Ministero della Difesa dell'Ucraina [...] al fine di destabilizzare la situazione socio-politica nella regione". I russi hanno anche rimarcato di aver sequestrato, nel luogo del primo raid, "venti ordigni artigianali per una potenza complessiva pari a 40 chili di tritolo", insieme a munizioni, granate e mine.

Il Fsb, infine, ha reso noto di aver arrestato Ievgheni Panov, agente dei servizi segreti ucraini. Per i russi, la spia 39enne avrebbe già confessato il suo coinvolgimento nelle operazioni di destabilizzazione.

Kiev ha subito respinto le accuse. "Le informazioni (diffuse dai servizi di sicurezza russi ndr.) sono false, l'Ucraina non occupa e non riprende con la forza il proprio territorio", ha dichiarato un portavoce dei servizi di Kiev (Sbu). Per gli ucraini, la Russia sta rafforzando il suo impegno militare in Crimea "per lanciare delle operazioni offensive".

Vladimir Putin, per parte sua, ha fatto sapere che sono previste "imponenti misure aggiuntive di sicurezza" in Crimea. Il presidente russo ha poi sollecitato l'Unione Europea e gli Stati Uniti a "prendere misure concrete" contro le autorità di Kiev.

Putin ha definito "privo di significato", in questo momento, un nuovo incontro del Quartetto di Normandia (Francia, Germania, Russia e Ucraina), che tenta di giungere ad una soluzione per il conflitto nel Donbass. Il prossimo summit era previsto per settembre, a a margine del G20 in Cina. Ma ora rischia di saltare.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO