Brasile: nuovi guai giudiziari per Lula

BRASILIA, BRAZIL - AUGUST 29:   Former Brazilian President Luiz Inacio Lula da Silva attends the impeachment trial for suspended Brazilian President Dilma Rousseff on the Senate floor on August 29, 2016 in Brasilia, Brasil. Senators will vote in the coming days whether to impeach and permanently remove Rousseff from office.. (Photo by Igo Estrela/Getty Images)

Ancora guai giudiziari per Luiz Inácio Lula da Silva (meglio noto come Lula). L'ex presidente del Brasile è stato rinviato a giudizio, con l'accusa di essere al centro di un giro di tangenti per la realizzazione di opere pubbliche in Angola. Il vecchio leader del Partito dei Lavoratori (Pt) dovrà rispondere di traffico di influenze illecite, riciclaggio e associazione a delinquere.

I fatti contestati a Lula risalgono al periodo 2008-2015. Secondo l'accusa, il politico avrebbe esercitato pesanti pressioni sulla Banca nazionale di sviluppo economico e sociale (Bndes) e su altri enti finanziari brasiliani al fine di concedere finanziamenti pubblici per la realizzazione di opere di ingegneria civile nello Stato dell'Africa centrale.

A supportare le accuse ci sono le testimonianze dell'imprenditore Marcelo Odebrecht, pure lui implicato nella vicenda. L'uomo d'affari sta collaborando con la giustizia in cambio di uno sconto di pena e, secondo i media brasiliani, starebbe fornendo particolari scottanti. Tra i rinviati a giudizio figura anche il nipote dell'ex presidente, Taiguara dos Santos.

Dalle indagini, emerge che il colosso delle costruzioni Odebrecht avrebbe sborsato 30 milioni di reais (circa 8 milioni di euro) per ottenere l'appalto delle opere in Angola. Ricordiamo che l'impresa era già stata coinvolta nell'inchiesta "Lava Jato", definita come la "Mani Pulite" brasiliana.

Come riporta El Pais, per il team di difesa di Lula la denuncia è "generica, fragile e superficiale." Gli avvocati dell'ex presidente insistono sul fatto che la giustizia e i pubblici ministeri stanno agendo in maniera parziale. Il vero obiettivo della magistratura sarebbe quello di impedire la ricandidatura dell'esponente del Pt alle presidenziali del 2018.

Si tratta del terzo rinvio a giudizio per Lula, che è già imputato in altri due procedimenti istruiti nell'ambito dell'inchiesta "Lava Jato".

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO