Merkel riceve Putin a Berlino: si discute di Ucraina e di Siria

German Chancellor Angela Merkel (R) welcomes Russian President Vladimir Putin at the chancellery on October 19, 2016 in Berlin. German Chancellor Angela Merkel hosts the leaders of Russia, Ukraine and France in a new push for peace in eastern Ukraine. / AFP / Odd ANDERSEN        (Photo credit should read ODD ANDERSEN/AFP/Getty Images)

Per la prima volta da quando è scoppiata la crisi in Ucraina, il presidente Vladimir Putin si reca a Berlino. La cancelliera tedesca, Angela Merkel, lo riceve oggi mercoledì 19 ottobre, insieme a Francois Hollande e Petro Poroshenko. Si parlerà anche di Siria, dopo le pesanti critiche dell'inquilino dell'Eliseo nei confronti di Mosca per l'appoggio al regime di Bashar al-Assad.

L'incontro fa ben sperare. Il portavoce della cancelliera, lunedì scorso, aveva messo in forse la visita del Putin. "Verrà solo se ci saranno possibilità di progressi", aveva detto alla stampa. Poi il giorno successivo la Merkel ha annunciato il vertice a quattro.

Il governo tedesco ha insistito fino all'ultimo momento per non parlare soltanto delle violazioni degli accordi di stabilizzazione in Ucraina. La politica conservatrice ha voluto che fosse messo sul tavolo anche il tema della crisi umanitaria ad Aleppo. A tale riguardo, ha dichiarato oggi Merkel:"La situazione è ancora più disastrosa di prima. E questo è chiaramente dovuto al attacchi aerei siriani e russi su persone non protette, ospedali e medici. Naturalmente si parlerà di questo ".

Putin arriva a Berlino dopo aver annunciato una tregua di otto ore in Siria. L'annuncio è arrivato prima dell'incontro dei leader europei in cui si discuterà un possibile inasprimento delle sanzioni economiche nei confronti della Russia.

In ogni caso, il vertice odierno sarà orientato soprattutto a ridiscutere gli accordi di Minsk del 2015, ormai falliti. I patti furono ratificati sotto la supervisione dell'Organizzazione per la Sicurezza e la Cooperazione in Europa (Osce). Da allora, però, non ci sono stati significativi progressi: in Ucraina è in corso una guerra a bassa intensità, e le perdite civili e militari si assommano dall'una e dall'altra parte. Inoltre, proprio nei giorni scorsi è stato ucciso un importante comandante dei separatisti filo-russi.

Ora bisognerà vedere se Putin e Poroshenko riusciranno a non mandare all'aria tutto. I loro portavoce si sono già scambiate accuse reciproche.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO