USA 2016, Donald Trump: “Manderemo via 3 milioni di persone”

Donald Trump diventerà ufficialmente il 45esimo Presidente degli Stati Uniti d’America il prossimo 20 gennaio e a pochi giorni dalle elezioni sembra intenzionato a mantenere alcune delle promesse fatte nella folle e colorita campagna elettorale, a cominciare dalla deportazione di 3 milioni di immigrati presenti illegalmente negli USA.

Il Presidente eletto ha ribadito la questione nel corso dell’intervista concessa alla trasmissione 60 Minutes sulla CBS. Rispondendo alla domanda diretta della giornalista Lesley Stahl, Trump ha spiegato:

Quello che faremo sarà prendere tutte le persone che sono criminali e che hanno la fedina penale sporca, membri delle gang, spacciatori, tutta questa gente, probabilmente 2 o 3 milioni di persone, e le cacceremo dal Paese o lo sbatteremo in carcere. Ma le cacceremo via, sono qui illegalmente.

Prima di fare questo, però, Trump è ancora convinto che riuscirà ad alzare un muro tra gli Stati Uniti e il Messico - il famoso muro annunciato in campagna elettorale che dovrebbe essere addebitato interamente al governo messicano:

Sono molto bravo in questo. Si chiama edilizia. Per alcune aree potrebbe bastare una staccionata, ma per alcune aree un muro è più appropriato.

E, ancora:

Non appena il confine sarà considerato sicuro e dopo che tutto sarà tornato nella normalità ci occuperemo delle persone che si trovano qui senza documenti. Sono persone splendide, ma prenderemo una decisione ferma su di loro.

Con ogni probabilità Trump non riuscirà a fare nulla di tutto ciò, ma il semplice fatto che sia tornato a ribadirlo subito dopo le elezioni è tutt’altro che tranquillizzante.

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO