Verhofstadt: "Troppe differenze Alde-M5S". Grillo: "L'establishment ha deciso di fermarci"



Non ci sarà alcun accordo tra Alde e Movimento 5 Stelle. I grillini rimangono così fuori dall'eurogruppo dei liberali rendendo di fatto inutile il voto che - con il 78,5% - aveva decretato la volontà del Movimento di effettuare il cambio auspicato da Beppe Grillo.

A gelare Grillo è stato il capogruppo di Alde, Guy Verhofstadt: "Sono arrivato alla conclusione che non ci sono sufficienti garanzie di portare avanti un'agenda comune per riformare l'Europa", ha dichiarato.

E ancora "Non c'è abbastanza terreno comune per procedere con la richiesta del Movimento 5 Stelle di unirsi al gruppo Alde. Rimangono differenze fondamentali sulle questioni europee chiave".

La replica di Grillo è arrivata stretto giro, via blog. Il fondatore del M5S pubblica un post, questa volta non firmato, in cui accusa "l'establishment".

L'establishment ha deciso di fermare l'ingresso del MoVimento 5 Stelle nel terzo gruppo più grande del Parlamento Europeo. Questa posizione ci avrebbe consentito di rendere molto più efficace la realizzazione del nostro programma. Tutte le forze possibili si sono mosse contro di noi. Abbiamo fatto tremare il sistema come mai prima. Grazie a tutti coloro che ci hanno supportato e sono stati al nostro fianco. La delegazione del MoVimento 5 Stelle in Parlamento Europeo continuerà la sua attività per creare un gruppo politico autonomo per la prossima legislatura europea: il DDM (Direct Democracy Movement).

Vota l'articolo:
4.00 su 5.00 basato su 37 voti.  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO