Gentiloni da Hollande: "Rilanciamo Ue dopo la Brexit. Isis, 2017 può essere anno della sconfitta"

"Francia e Italia sono impegnate a rilanciare l'Ue in uno dei momenti più difficili dopo la Brexit", queste le parole del premier Paolo Gentiloni dopo l'incontro con il presidente francese Francois Hollande.

Nella conferenza stampa congiunta che ha fatto seguito all'incontro, il nostro presidente del consiglio ha tracciato le priorità che l'Unione Europea deve mettere in agenda: crescita e lavoro. "Il capitolo più importante è quello della crescita e del lavoro: non esiste un futuro all'altezza della sua tradizione per un'Europa ossessionata dalle regole di bilancio e non concentrata su lavoro, crescita, sviluppo", ha detto.

Gentiloni ha anche affrontato il tema Russia: "Cercheremo con la presidenza del G7 di impostare sul binario giusto i rapporti con la Russia - ha detto - fermi sui nostri principi, leali con i nostri alleati e non disponibili al rilancio di logiche di guerra fredda".

Sul fronte della lotta all'Isis, Gentiloni si è detto fiducioso: "Il 2017 può essere l'anno della sconfitta militare di Daesh. I nostri Paesi sono impegnati nella lotta contro il terrorismo, uniti dalla consapevolezza che la vittoria militare non sarà sufficiente se non sarà accompagnata da una vittoria sul piano cultura e sociale, dall'affermazione dei nostri valori e del nostro modo di vivere".

Anche Hollande ha sottolineato l'amicizia e gli impegni comuni di Francia e Italia: "Vogliamo aprire una nuova pagina per l'avvenire dell'Europa".

Il tour europeo di Gentiloni proseguirà giovedì a Londra, dove incontrerà Theresa May.

Foto: Palazzo Chigi

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO