USA, Barack Obama commuta la pena a Chelsea Manning: sarà libera a maggio

Il Presidente uscente degli Stati Uniti d’America Barack Obama, pronto a lasciare l’incarico a Donald Trump tra tre giorni, ha finalmente deciso di raccogliere i numerosi appelli lanciati nel corso di questi ultimi anni e di commutare la pena per Chelsea Elizabeth Manning, la militare e attivista condannata nel 2013 a scontare 35 anni di carcere per aver trafugato oltre 750 mila documenti riservati, poi pubblicati da Wikileaks.

Chelsea Manning, reclusa nel carcere maschile della base militare di Fort Leavenworth, in Kansas, aveva tentato il suicidio due volte nell’ultimo anno. Ora l’ottima notizia: sarà rilasciata il 17 maggio prossimo, e non più nel 2045 come previsto dalla sentenza di condanna.

Il percorso di Manning è stato molto travagliato dal giorno in cui è stata rinchiusa in carcere. La 29enne aveva fatto coming out subito dopo la condanna, raccontando di non identificarsi nel genere maschile e di aver intrapreso un percorso di transizione iniziato con l’assunzione di ormoni. Il cambio effettivo di nome - da Bradley Edward Manning a Chelsea Elizabeth Manning - fu autorizzato nel 2014, ma solo nell’aprile 2016 fu permesso a Manning di continuare il percorso di transizione attraverso un regime di ormoni.

Pochi mesi fa, dopo un lungo sciopero della fame e decine e decine di appelli, l’Esercito degli Stati Uniti aveva deciso di autorizzare il trattamento per il disturbo dell'identità di genere e il conseguente intervento di riassegnazione del genere chiesto da Manning.

Ora, dopo l’appello lanciato da Edward Snowden e quello del fondatore di WikiLeaks Julian Assange, che si era detto disposto a venir estradato negli Stati Uniti in cambio della concessione della grazia a Manning, Barack Obama ha annunciato la propria decisione, insieme a quella di commutare la sentenza per altre 209 persone e di concedere la grazia ad altri 64 prigionieri.

chelsea-manning.jpg

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO