Berlusconi: "Salvini un po' sbruffoncello, non sarà lui leader centrodestra"

"In privato mi abbraccia, dice che ho ragione io. Poi in pubblico fa un po' lo sbruffoncello". Così Silvio Berlusconi commenta il sui rapporto con Matteo Salvini, sempre più freddo.

Intervistato oggi da Repubblica, il Cavaliere dice chiaramente di non volerlo come leader del centrodestra: "Lui lo sa che non può essere il candidato premier". Conferma però l'alleanza con la Lega spiegando che "sul programma siamo d'accordo al 95%. Solo sull'uscita dall'euro siamo in disaccordo".
Berlusconi è pronto invece a ricandidarsi, anche se su questo pesa la sentenza in arrivo da Strasburgo.

Così Berlusconi commenta la possibilità di una sua nuova candidatura: "Sono in attesa di una sentenza che mi restituisca il diritto di presentarmi al giudizio degli elettori, rimediando a una grave ingiustizia che ritengo di aver subito". Perché lo fa? "Non posso ignorare la richiesta pressante che mi giunge dai militanti - dice - e dagli elettori di Forza Italia. Quindi, in un modo o nell'altro, alle elezioni sarò presente".

Esclude la possibilità di votare già a giugno ("meglio impiegare due-tre mesi in più ed arrivare al voto con una legge elettorale che funzioni") e - nel dibattito sulla legge elettorale - indica che "il premio di coalizione è forse meno irragionevole del premio di lista".

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  
  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO