Il Messico in piazza contro il muro di Trump

Il Messico scende in piazza per far sentire la propria voce critica sull'ipotesi di costruire (o meglio ampliare) il muro al confine tra il Paese ispanofono e gli Stati Uniti di Trump. Secondo quanto riferisce Askanews, che ha pubblicato anche le immagini della manifestazione, decine di migliaia di dimostranti sono scesi per le strade a Città del Messico e in altre località messicane per protestare contro le politiche anti-immigrazione di Donald Trump, in particolare contro l'ipotesi di aumentare la sicurezza alla frontiera tra i due paesi e invitando il capo dello Stato Enrique Pena Nieto a mostrare maggiore fermezza nei confronti degli Stati Uniti.

"Il Messico va rispettato, Mister Trump"

recita lo slogan scritto su uno striscione in testa al corteo di Città del Messico, dove hanno sfilato in 20mila. I manifestanti hanno invaso il viale principale della capitale messicana, rispondendo all'appello delle organizzazioni sindacali, delle università e delle aziende. Anche a Guadalajara, seconda città del paese, 10mila persone, in maggioranza studenti, hanno manifestato contro il muro di Trump.

Per questo, nel paese centro-americano si sono moltiplicati gli appelli a boicottare i prodotti Usa come Starbucks, McDonalds e Coca-Cola e a manifestare patriottismo esponendo bandiere messicane nei profili internet.

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO