Sondaggi politici: il Pd senza scissionisti perde il 3% ma rimane il primo partito

Il Partito Democratico primo partito al 28%


Come cambiano gli scenari politici dopo la scissione ormai annunciata nel Partito Democratico? Un sondaggio prova a far luce sugli spostamenti delle scelte elettorali.

Il Pd dopo la scissione continua ad essere il primo partito: secondo il sondaggio Swg riportato da Repubblica, i Dem avrebbero i voti del 28% dell'elettorato, cioè il 3% in meno rispetto alla settimana scorsa.

La perdita dopo la fuoriuscita dei bersaniani è tutto sommato limitata. L'ormai consolidata alleanza del Pd renziano con Ncd e centristi totalizzerebbe il 31,8% dei voti, contro il 31,2% del blocco di centrodestra.

Il Movimento 5 Stelle, che paga la mancanza di alleanze, ottiene il 25,3% e sarebbe secondo partito ma terzo "blocco".

Il nuovo partito "bersaniano" (con D'Alema, Rossi e Speranza) otterrebbe il 3,2% dei voti. Fa meglio Pisapia, con il 3,9%. Per Sinistra Italiana l'1,5% e per Rifondazione comunista lo 0,8%.

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO