Corea Del Nord: “Siamo pronti ad andare in guerra se sarà necessario”

Il vice ministro degli esteri della Corea Del Nord, Han Song Ryol, ha attribuito al Presidente degli USA Donald Trump l’escalation della tensione nella penisola coreana, sottolineando come dopo l’elezione del nuovo Presidente gli Stati Uniti sono diventati “più feroci e aggressivi” rispetto a quando erano sotto la guida di Barack Obama:

    Trump continua a lanciare provocazioni con le sue parole aggressive. Non è la Corea del Nord, ma sono gli Stati Uniti e Donald Trump a creare problemi.

Nel corso dell’intervista concessa in esclusiva all’Associated Press, Han Song Ryol è andato dritto al sodo e annunciato che se gli Stati Uniti non smetteranno di provocare militarmente la Corea del Nord, si andrà in guerra:

Se gli Stati Uniti continueranno con queste sconsiderate manovre militare, li confronteremo con un attacco preventivo. Abbiamo un potente deterrente nucleare in mano e non resteremo di certo a guardare con le braccia conserte davanti a un attacco preventivo degli USA.

A proposito di un nuovo test nucleare, il sesto a poche settimane dall’ultimo condotto, il vice ministro non ha escluso questa possibilità:

É qualcosa che viene deciso nel nostro quartier generale. Se e quando verrà ritenuto necessario, il test avrà luogo.

Via | AP

Vota l'articolo:
Nessun voto. Potresti essere tu il primo!  

© Foto Getty Images - Tutti i diritti riservati

  • shares
  • +1
  • Mail

I VIDEO DEL CANALE NEWS DI BLOGO